Conferenza Milan – Montella: “André Silva e Cutrone per il futuro, Kalinic per il presente”

In conferenza stampa a Milanello, il tecnico rossonero ha parlato molto dei singoli soffermandosi sull’attacco e il centrocampo rossonero.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Vincenzo Montella ha parlato alla vigilia della partita di domani pomeriggio contro il Torino dell’ex Sinisa Mihajlovic. Il tecnico rossonero ha rilasciato dichiarazioni importanti sui singoli: da Kessiè a Kalinic, da Cutrone-Silva a Biglia-Montolivo, vediamo gli spunti più interessanti in chiave fantacalcistica.

Su André Silva titolare: L’allenatore deve saper scegliere in funzione all’avversario e al tipo di partita. So che le mie scelte non troveranno mai tutti d’accordo, ma André Silva ha fatto la metà delle gare da titolare. Sto facendo scelte in serenità, André e Cutrone sono importanti per il presente ma saranno fondamentali per il futuro. Kalinic è più esperto per certe gare, ciò non toglie che non possano giocare insieme in alcune sfide“.

Sulle due punte con Suso: “Potenzialmente potremmo farlo, ma non dietro le punte. Due attaccanti più Suso possiamo farlo, ma tenendo lo spagnolo largo e rimanendo ben attenti su chi siano gli altri 8 per non essere troppo scoperti. Abbiamo principi da portare avanti e con tanti calciatori nuovi, più vari intoppi, è molto difficile“.

Su Montolivo e Biglia insieme domani: “Possono giocare insieme ma ancora non ho provato la squadra in campo. Prima devo parlare con i ragazzi, oggi mi limito solo a leggere le vostre formazioni e previsioni che mi incuriosiscono“. Ancora su Montolivo: “Riccardo sta facendo molto bene, è cresciuto molto a livello fisico. È totalmente a disposizione e sta fornendo ottime prove“.

Sulla possibile titolarità di Suso e Bonaventura: “Sono giocatori importanti per il vecchio e nuovo Milan, confermati e trattenuti entrambi. Averli al 100% è un valore per questa squadra“.

Su Bonaventura: “Jack ha dimostrato di essere importante, ma purtroppo ha faticato a trovare la condizione. Gli manca la continuità e quel livello fisico che fa innalzare il ritmo, un po’ come è successo a Biglia e Kalinic. Qualcosa abbiamo pagato con gli infortuni… ora mi piacerebbe lavorare con l’intera rosa“.

Su Kessiè che ha perso smalto: “Sì, ci manca un po’. Franck nelle corde ha qualcosa in più e qualche gol in più, ma sono convinto che anche lui farà bene“.

Su Bonucci: “Contro l’Austria Vienna Bonucci ha fatto un’ottima partita a livello difensivo e anche a livello di guida della linea. Ha commesso solo quell’errore sul gol loro, nel quale è pure scivolato, ma per il resto ha fatto molto bene. Poi è cambiato il vento perché se facciamo un errore, e vinciamo 5-1, significa che qualcosa è cambiato“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy