Conferenza Milan – Gattuso: “Rodriguez può fare di più. L’infiammazione di Kalinic è stata presa in tempo”

Conferenza Milan – Gattuso: “Rodriguez può fare di più. L’infiammazione di Kalinic è stata presa in tempo”

Il tecnico rossonero Gennaro Gattuso ha parlato alla vigilia della trasferta di domani pomeriggio a Ferrara contro la Spal di Semplici.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Il mister rossonero Gennaro Gattuso ha parlato nella sala conferenze di Milanello in vista della sfida di domani a Ferrara contro la Spal di Semplici. Da Kalinic a Calhanoglu, da Bonaventura a Rodriguez da Biglia a Suso per finire a Bonucci: vediamo gli spunti più interessanti per il fantacalcio.

Su Kalinic e la pubalgia:Chiamiamola infiammazione, perchè abbiamo preferito non rischiarlo, facendolo riposare per 3-4 giorni ed evitando così di perderlo per tantissimo tempo. Ci convive già da 3 settimane. Ora si deve curare, non esce nemmeno ad allenarsi, perchè vogliamo che si sfiammi questo dolore al pube. Secondo me l’abbiamo preso in tempo e non rischiamo di perderlo per troppo tempo. Ci sono Cutrone, Andrè Silva e Borini, che secondo me può fare l’attaccante. Ci dispiace per la mancanza di un giocatore importante, ma non ci piangiamo addosso e guardiamo avanti“.

Su Calhanoglu, Bonaventura e la fascia sinistra:Prima di Cagliari mi contestavate che quella di sinistra non funzionava e quella di destra sì. E’ normale, ora stanno giocando con continuità, ma penso che sia questione di interpretazione e sincronismi tra di loro, occupare bene gli spazi e capire di andare a coprire linee diverse.

Su R. Rodriguez: “Secondo me Rodriguez può fare molto di più, mi aspetto qualcosa in più, perchè ce l’ha nelle gambe e nella testa“.

Su Biglia:Ma cosa vi aspettavate da Biglia? Da 4-5 settimane percorre 12 km e non sbaglia un pallone. E’ vero che potrebbe dare qualche pallone in più in avanti, ma è un giocatore che sta dando un equilibrio pazzesco. Non si ferma mai, dà ordine al centrocampo. E’ il giocatore dell’anno scorso alla Lazio, non è un giocatore alla Pirlo. Ci metterei la firma ad avere un giocatore così“.

Su Bonucci:E’ un campione, un giocatore che negli ultimi 7-8 anni è uno dei migliori nel suo ruolo. Sta giocando da leader e di reparto. Chiunque commette errori su un campo da calcio, ma me li tengo ben stretti“.

Su Andrè Silva:Vedremo chi giocherà tra lui e Cutrone. Andrè può fare molto di più. E dico così perchè lo alleno e vedo quello che è capace di fare. Lui, così come tutti i nostri attaccanti, ha bisogno di trovare il gol. Sta a me, al mio staff e alla società dimostrare fiducia ad Andrè e metterlo in condizione di farlo esprimere al massimo“.

Se Suso può riposare:Ci stiamo pensando, sappiamo che non può fare tutte le partite. Stiamo portando avanti qualche soluzione io e il mio staff, sicuramente, ma non spacchiamoci la testa prima di rompercela“.

Su Tiago Dias come alternativa a Suso:Son giocatori diversi, l’altro è tutta una finta, tante volte si dribbla da solo Tiago. Va via con la velocità, è un motorino. Non ha la qualità di Suso, è più veloce palla al piede. Fa ancora un po’ di casini tatticamente. Deve migliorare tanto, ma il fatto che tante volte si alleni con noi fa capire che ci crediamo. Ne deve ancora mangiare di pasta asciutta per arrivare al livello di Suso“.

Sul giocatore maggiormente migliorato:Tutta la squadra è migliorata, secondo me. Però diciamo che non mi aspettavo avesse una gamba così importante Hakan Calhanoglu. Ha 24 anni, mi piace molto e mi ha sorpreso. Non mi aspettavo un giocatore così completo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy