Conferenza Milan – Gattuso: “Conti può essere convocato, Calabria è out”. E su Andrè Silva…

Il tecnico rossonero Gennaro Gattuso ha parlato alla vigilia della gara di domani a San Siro contro il Chievo Verona di Maran.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Il mister rossonero Gennaro Gattuso ha parlato nella sala conferenze di Milanello in vista della sfida di domani a San Siro contro il Chievo Verona allenato dal tecnico Maran. Da Andrè Silva a Calhanoglu, da Conti a Calabria, vediamo gli spunti più interessanti per il Fantacalcio.

LE PAROLE DI GATTUSO

Su Conti:Si sta allenando, oggi decidiamo se portarlo in panchina o no. Gli unici indisponibili sono Abate e Calabria“.

Su André Silva dal primo minuto:Vediamo. Siamo contenti di lui, giovedì ha fatto una buona gara e ora per farlo crescere necessita minutaggio e confidenza con il campo. Tutti qui lo apprezziamo“.

Su Çalhanoglu:Calcia spesso, calcia molto, ma deve centrare di più la porta. Ma oggi non ci serve così, noi dobbiamo sfruttare la sua balistica sugli angoli, sui piazzati, sui calci da fermo. Ma poi ci serve tutta la sua qualità nelle gambe, Hakan ora sa fare tutto. Ha forza fisica, qualità di gioco, visione. È importante“.

Su Suso:Ha fatto 15 o 16 gare consecutive, normale non possa farle tutte al top fisico. Ma a livello tecnico sta bene. Non ha bisogno di chissà quale lavoro, necessita solo un po’ di riposo e migliorare negli esercizi di qualità“.

Sulle scelte di formazione di domani:Noi siamo un collettivo, specialmente domani serve partire fortissimo dal primo minuto. Scenderanno in campo i migliori, non faccio ragionamenti di energie o possibili cambi. Serve entrare in campo e attaccare subito il Chievo“.

Sul modulo: “In fase di non possesso eravamo 4-4-2, ma poi abbiamo sviluppato il gioco come nel 4-3-3. I numeri bisogna leggerli: è la partita in cui abbiamo subito più tiri in porta da quando ci sono io. Questa è una squadra, e lo ripeto, che deve giocare con equilibrio. Appena lo perdiamo, sembriamo una banda musicale. Giocare a due si può fare, ma la fluidità non è come con il 4-3-3. Priorità all’equilibrio, altrimenti andiamo in difficoltà“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy