Casa Milan: E’ un Milan da fantacalcio a Bordeaux, Suso sugli scudi

Casa Milan: E’ un Milan da fantacalcio a Bordeaux, Suso sugli scudi

E’ un Milan ancora imballato, ma si vede già la mano del tecnico Montella: Suso convince, con Niang falso nueve e Bertolacci playmaker.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Possesso palla e gioco manovrato, ecco il primo Milan di Montella. Sabato sera, nell’uscita in Francia contro il Bordeaux, vittoria per 2-1 della squadra rossonera con la doppietta di Suso.

LA TATTICA DI MONTELLA CON BERTOLACCI PLAYMAKER

Come prima uscita, Montella e i tifosi rossoneri possono essere soddisfatti. I ritmi non sono stati altissimi, le gambe non giravano a mille, ma il 4-3-3 del mister campano ha già dimostrato una sua impronta. I rossoneri nonostante la stanchezza hanno provato a giocare. Possesso palla, niente lanci lunghi e fraseggi a terra: Bertolacci playmaker pronto ad abbassarsi per far partire l’azione, con Paletta e Romagnoli che si allargavano per fargli spazio. Che sia una nuova vita per il numero 91 rossonero? Sicuramente, peggio dell’annata disastrosa della passata stagione, non potrà fare: è chiaro come Montella punti su di lui e gli abbia già dato in mano le chiavi del centrocampo. Cosa fare, dunque, se si è un suo fantapossessore? Aspettare la sua evoluzione, monitorare le amichevoli e memorizzare le dichiarazioni del Mister. E se alla fine dovesse ritornare quello di Genova, vorrà dire che sarà stata una bella scommessa a prezzo scontato!

È SUSO L’ARMA IN PIÙ: FANTACALCISTI, DRIZZATE LE ANTENNE

Tuttavia, il “man of the match” della gara contro il Bordeuax è stato Suso. L’uomo che non ti aspetti ha segnato due reti in 45 minuti, una di destro e uno di sinistro con tiri all’angolino (la sua specialità). L’ex Genoa sta già bene e ha trascinato i suoi compagni di squadra. Difficile però capire se Suso potrà rimanere al Milan: le pretendenti non mancano, ma ora Montella sa che sarà difficile privarsi del giocatore nel suo 4-3-3. I fantallenatori hanno già alzato le antenne: sia al Milan che altrove su Suso si può puntare.

UN NUOVO RUOLO PER NIANG

Nell’amichevole di Bordeaux da segnalare anche la posizione di Niang nell’undici iniziale: punta centrale, un falso nueve sostenuto ai lati da Menez e Suso. Un nuovo Niang quindi, su cui l’areoplanino Montella vuole puntare. Appena arrivato a Milanello, nella sua conferenza stampa di presentazione, il Mister rossonero ha speso parole al miele per il francese, sottolineando le enormi potenzialità del giocatore non ancora sfruttate al massimo dai suoi predecessori. Da parte sua, Niang si è mosso bene in attacco sabato sera: corsa e spirito di sacrificio, qualche duetto soprattutto con Suso ed eterno amore verso i colori rossoneri, come sottolineato nelle dichiarazioni rilasciate a Sky Sport nel dopo gara: “Sono molto contento: dal primo giorno in cui sono arrivato in ritiro ho parlato col Mister e ho capito cosa devo fare per diventare campione. Sono determinato ad ascoltarlo: devo essere bravo in campo e fuori, perché ho capito gli errori che ho fatto e non devo ripeterli. Futuro? Non ho mai parlato di mercato: ho la testa al Milan, sono felice qui e resterò al Milan“. E allora, che sia un Niang 3.0 tutto per Montella. Il fantacalcio chiama: ad un budget adeguato può essere un buon colpo.

BONAVENTURA ALLA BORJA VALERO

Montella ha anche approfittato dell’amichevole per studiare tutte le soluzioni e far girare al meglio la squadra. Nel dopo partita si è espresso così su Jack Bonaventura, top player del centrocampo rossonero: “Bonaventura come Borja Valero? E’ più un trequartista che un interno di centrocampo: deve ancora assimilare il ruolo, ha sempre giocato da esterno anche in passato e quando non era al Milan. Vediamo che ruolo farà, ma ha le caratteristiche per poter giocare sia interno che esterno”. Quel che è certo è che alle aste del fantacalcio Bonaventura sarà tra i centrocampisti più gettonati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy