Casa Milan: Ricardo Rodriguez decisivo su calcio piazzato, bene Kessiè e Musacchio

Nell’andata dei preliminari di Europa League il Milan vince di misura in Romania contro il Craiova. Donnarumma salva sullo 0-0, Cutrone colpisce un palo. Male Montolivo, in ritardo di condizione Andrè Silva.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Il Milan riparte in Europa dopo 1234 giorni vincendo di misura con un gol su punizione di uno dei tanti acquisti di questa sessione di mercato: Ricardo Rodriguez. Vittoria che in vista del ritorno a San Siro mette quasi al sicuro i rossoneri per il passaggio ai play-off di Europa League.

REPORT CSU CRAIOVA – MILAN 0-1

CSU CRAIOVA (4-3-1-2): Calancea; Dimitrov (36′ st Roman), Spahija, Kelic, Briceag; Gustavo, Rossi (30′ st Mateiu), Zlatinski; Bancu; Baluta, Mitrita (22′ st Barbut). A disp. Mitrovic, Tiago Ferreira, Screciu, Barthe. All. Devis Mangia.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Abate (28′ st Conti), Musacchio, Zapata, Rodriguez; Kessie, Montolivo, Bonaventura; Borini (21′ st André Silva), Cutrone (36′ st Antonelli), Niang. A disp. Storari, Gomez, José Mauri, Locatelli. All. Vincenzo Montella.

Arbitro: Ozkahhya (Turchia)
Marcatori: 44′ Rodriguez (M)
Ammoniti: Kessie (M), Briceag (C)

Un Milan che ottiene il massimo col minimo sforzo. Ci sono quattro acquisti nuovi in campo dall’inizio, ossia Musacchio, Rodriguez, Kessiè e Borini, e nella ripresa entreranno anche  Andrè Silva e Conti.

La partita è stata più complicata del previsto, tanto che serve uno strepitoso Donnarumma per evitare di passare in svantaggio con una grande parata su Mitrita lanciato a rete da un goffo tocco all’indietro di Montolivo. Musacchio e Kessiè hanno dimostrato le buone impressioni di queste prime uscite stagionali, risultando i migliori in campo insieme all’eroe della giornata Ricardo Rodriguez che sblocca la gara a fine primo tempo su una punizione defilata. Buona anche la prova del giovane Cutrone, partito titolare al posto di Andrè Silva. Il portoghese è entrato nel corso della ripresa al posto di Borini, posizionandosi di fianco a Cutrone. Il pupillo di C.Ronaldo non ha brillato ed è parso ancora lontano dalla migliore condizione fisica, sciupando in malo modo anche due contropiedi.

Da segnalare il cambio di modulo a metà ripresa con l’ingresso di Andrè Silva: Montella è passato dal 4-3-3 al 3-4-1-2 con Bonaventura trequartista. 

LE PAROLE DI MONTELLA NEL DOPO GARA

Qui di seguito le parole di Vincenzo Montella,  ai microfoni di Sky Sport.

Sulla partita:Oggi non mi potevo aspettare di più. Il Craiova ci ha messo in difficoltà sul piano fisico, sono più avanti di noi nella preparazione. Abbiamo avuto la manovra un po’ lenta. Mi è piaciuto il modo in cui la squadra si è approcciata alla sofferenza. Risultato ottimo, ma non ci lascia tranquilli per la partita di ritorno. Saremo più avanti sul piano fisico, ma anche tecnico“.

Sulle tante assenze:Si sta inserendo qualche calciatore nuovo. Ci sarà tempo e modo per costruire. Il mio compito è quello di portare avanti più giocatori possibili“.

Sulla difesa a 3:Non so come giocheremo, ma Bonucci ha vinto campionati con la difesa a tre e arrivato in finale di Champions con la difesa a 4. Può giocare in entrambi i moduli. Ci siamo messi a tre, perchè volevo un palleggio migliore. Ma ce lo si poteva aspettare a questo punto della condizione“.

Sulla manovra scolastica:Siamo stati un po’ scolastici, però è anche vero che non avevamo calciatori per giocare tra le linee. Loro erano molto corti tra i reparti. Avevamo calciatori per fare male alle spalle dei difensori e non dei centrocampisti“.

Se ci saranno più moduli nel corso della stagione:Essendo tanti nuovi è difficile insegnarne uno di modulo in brevissimo tempo, figuriamoci farsi capire per più di uno. La mia idea in testa è avere un modulo in testa di riferimento e un altro alternativo. Ora stiamo portando avanti il 4-3-3 con delle varianti, ma talvolta possiamo costruire anche a tre. Alcuni calciatori non si sono ancora allenati con la squadra, anche se la società ha fatto dei miracoli per mettermi a disposizione così tanti calciatori a luglio“.

Sulla parata di Donnarumma:Una parata importantissima, l’abbiamo trovato come l’avevamo lasciato. Doppio merito a lui, perchè l’ha fatta in un momento decisivo della partita“.

Su Andrè Silva:E’ un ragazzo del 1995, è arrivato da pochissimo. Diamogli tempo, si intravedono spunti da campione, quale sicuramente diventerà“.

LE PAROLE DI RICARDO RODRIGUEZ, MATCH WINNER DELL’INCONTRO

Ricardo Rodriguez, difensore del Milan, ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Sono felice di aver segnato e aver aiutato la squadra. Continuiamo così. E’ difficile giocare contro questa squadra perchè anche loro vogliono vincere. Noi stiamo bene, ci alleniamo bene e con tanta intensità. Ci manca ancora qualcosa di sicuro, però a San Siro faremo sicuramente meglio. Se preferisco la difesa a 4 o la difesa a 3? Io in Germania giocavo già in entrambi i modi, per me è uguale. E’ stato importante oggi vincere la partita. Vogliamo giocare sempre il pallone, proviamo sempre a giocare. Noi faremo di tutto per arrivare in alto ed arrivare in Champions. Siamo una squadra davvero ottima e possiamo farcela“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy