Casa Milan: doppia seduta e sabato primo test col Bordeaux

E’ ripresa ieri la preparazione di Montella con la consueta doppia seduta di allenamento nel centro sportivo di Milanello.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Prosegue la preparazione al centro sportivo di Milanello con la doppia seduta di allenamento. Montella continua a lavorare senza sosta, lavoro atletico al mattino, nel pomeriggio tattica e possesso palla. I moduli su cui lavora sono il collaudato 4-3-3 e il 4-3-2-1. Su quest’ultimo Montella vuole costruire il suo Milan, aspettando gli innesti dal mercato.

LA SESSIONE MATTUTINA

Appuntamento nello spogliatoio per la sessione del mattino fissato alle ore 9. Prima parte di lavoro dedicata ad esercizi di stretching, con annesso riscaldamento senza palla e risveglio muscolare. Nella seconda parte la squadra è stata divisa in due gruppi di lavoro, sviluppando le seguenti tematiche: possesso palla nello stretto e combinazioni offensive con movimenti guidati. Chiudono l’allenamento del mattino un possesso palla a spazi larghi sul campo ribassato e lo stretching finale che pone fine alla seduta.

LA SESSIONE POMERIDIANA

Ritrovo fissato alle 17 negli spogliatoi di Milanello: start alle 17.45. Inizio dedicato al riscaldamento e al risveglio muscolare con diversi esercizi di mobilità senza l’utilizzo del pallone. Pallone che subentra a metà allenamento: vengono prima effettuate delle situazioni di attacco contro difesa a squadre schierate e un intenso possesso palla. Finale dedicato ad una partitella a tema e una serie di allunghi.

PRIMO APPUNTAMENTO A BORDEAUX

Attraverso un post sul proprio profilo Twitter, il Milan ha ufficializzato quella che sarà la prima uscita stagione della squadra, ma anche la prima in assoluto di Vincenzo Montella da allenatore rossonero. Sabato sera, i rossoneri giocheranno in amichevole contro il Bordeaux. Sarà l’occasione per vedere in campo i nuovi acquisti Lapadula e Vangioni.


fonte: Ac Milan.com
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy