Casa Milan: Deulofeu scalpita, Romagnoli e Locatelli tornano titolari

Casa Milan: Deulofeu scalpita, Romagnoli e Locatelli tornano titolari

Report del giovedì: in vista di Udine sono da verificare le condizioni di De Sciglio e Calabria. Davanti Suso potrebbe rifiatare, a centrocampo Pasalic in vantaggio su Bertolacci.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Il Milan riparte dopo aver dato addio alla Coppa Italia con l’eliminazione nei quarti di finale contro la Juventus di Massimiliano Allegri. Ancora una bruttissima partenza per la squadra di Montella, che regala per l’ennesima volta il primo tempo agli avversari come era già successo contro il Torino e il Napoli. Sotto di due gol e con un uomo in meno per l’espulsione di Locatelli nella ripresa, il Milan accorcia con Bacca ma non riesce a trovare il pareggio. Buono l’esordio dell’ultimo acquisto Deulofeu, che entrato nei minuti finali della partita al posto di Bacca ha anche sfiorato una rete. Ora testa a domenica: il Milan vola in Friuli per affrontare l’Udinese di Delneri. Campo ostico per i rossoneri  vittoriosi in Friuli in due occasioni nelle ultime cinque stagioni. L’ultima, l’anno scorso per 3-2 con le reti di Balotelli, Bonaventura e Zapata. Il Milan deve portare a casa i tre punti per non allontanarsi dalla zona Europa: il tempo dei regali è finito, la parola d’ordine è non ripetere le amnesie viste nell’ultimo mese.

MILAN: DISAMINA TATTICA IN VISTA DI UDINE

Il Milan ha bisogno disperato di punti per l’Europa, dopo le ultime giornate di Campionato che hanno prodotto a tratti bel gioco, ma raccolto una sola vittoria in extremis contro il Cagliari. In porta ci sarà come sempre Donnarumma. In difesa sono da valutare le condizioni di De Sciglio e Calabria: se non recuperano, a sinistra spazio ad Antonelli, mentre a destra ci sarà il capitano Ignazio Abate. In mezzo Paletta ritroverà Romagnoli dopo il turno di squalifica. Zapata e G.Gomez in panchina. In cabina di regia ci sarà Locatelli, mezzali a destra Kucka e a sinistra Pasalic in vantaggio su Bertolacci, panchina per Josè Sosa.  Nel tridente ci potrebbe essere la novità Deulofeu a destra al posto di un Suso apparso stanco nelle ultime due partite, con Bacca in vantaggio su Lapadula e Bonaventura a sinistra.

MILAN: REPORT INFORTUNATI E SQUALIFICATI

Ancora probelma sugli esterni di difesa: difficile il recupero di De Sciglio per la sfida di domenica contro l’Udinese, da valutare anche Calabria. Rientrano dalla squalifica Romagnoli e Locatelli.

Ma vediamo nel dettaggio la situazione:

– De Sciglio: problema al tallone (in dubbio 22a giornata)

– Calabria: da valutare (in dubbio 22a giornata)

– M.Fernandez: fastidio al tendine del ginocchio (in dubbio 22a giornata)

– Montolivo: lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.

MILAN INTERVISTE: MONTELLA E LOCATELLI POST JUVENTUS-MILAN

Montella3Qui di seguito le dichiarazioni di Vincenzo Montella dopo l’eliminazione della squadra rossonera dalla Coppa Italia: “Dobbiamo capire le motivazioni della sconfitta, oggi è stato merito della Juve. Nel primo tempo sono stati abili nello stare corti, compatti e chiudere tutta la zona centrale per obbligarci a giocare esternamente e raddoppiare. Noi siamo stati poco veloci, perché non c’era spazio. Avevamo l’iniziativa, per quanto sterile. Ci hanno punito due volte in contropiede e potevano fare anche un terzo gol. Ma nel secondo tempo, nonostante le difficoltà, la squadra è riuscita a portare avanti le proprie idee calcistiche, ad avvicinarsi alla Juve giocando alla pari e potendo anche pareggiare. Non si è mai disunita, quindi grande merito ai ragazzi per aver creduto nella rimonta ed esserci andati vicini anche in 10 uomini. Peccato per l’espulsione, poteva esserci un finale più elettrizzante”. Su Niang: “Non conosco le novità di oggi su Niang. Nei giorni scorsi siamo stati abbastanza chiari, rispetto a quello che pensiamo del ragazzo e sulle sue potenzialità. Vediamo quello che succede nei prossimi giorni”. Sugli obiettivi: “Noi dobbiamo pensare partita per partita. Vogliamo preparare al meglio la prossima partita, attraverso gli allenamenti, perché abbiamo voglia di vincerla. Il nostro obiettivo finale è l’Europa”. Su Deulofeu: “Eravamo in 10, la Juve ci teneva bassi, con poche possibilità di fraseggio e quindi l’alternativa era di sfruttare la velocità dei giocatori. Ho messo Deulofeu e non Lapadula per questo motivo, per arrivare in area in velocità. In una circostanza c’è andato vicino. Non volevo perdere l’equilibrio e in più sfruttare la sua velocità. È un calciatore abituato a giocare esterno, sia a destra che a sinistra”. Sulla continuità: “Quando riusciremo ad essere superiori rispetto ai nostri avversari per 95 minuti, comprese la Juventus e il Napoli saremo più forti e vinceremo, è semplice. Vorrebbe dire che avremmo raggiunto il nostro ideale e credo ci voglia molto più di sei mesi o un anno. Le basi ci sono, sono sempre più solide. Abbiamo affrontato squadre di alto livello, protagoniste da anni in Italia. Dispiace per il risultato, ma bisogna anche essere realisti. Stiamo avendo una crescita importante, ci stiamo avvicinando alle grandi ma ci vuole ancora del tempo”. Sui singoli: “L’espulsione di Locatelli è stata una piccola ingenuità che gli servirà molto per il suo futuro. Deve stare sereno, aveva fatto una grande partita, e capire che sono queste esperienze a migliorarti. Zapata? Ha fatto una grande partita, ha tenuto i 90 minuti, è un calciatore da partita più che da allenamento”.  Su Calabria: “Calabria ieri ha avuto un contrattempo fisico, valuteremo nei prossimi giorni”.

Qui di seguito le parole di Manuel Locatelli in merito alla sua espulsione che ha precluso la rimonta della squadra: “Mi scuso con tutti: tifosi, allenatori e società. Ho fatto un errore ingenuo, che abbiamo pagato in campo. L’essere giovane non è un alibi. Però la squadra ha avuto una grande reazione”. Il centrocampista rossonero ha parlato della partita: “Dobbiamo migliorare nell’approccio, perché contro squadre come Juve e Napoli poi è difficile recuperare. Anche oggi abbiamo fatto bene, ora dobbiamo pensare a Udine”. Un commento anche sul nuovo arrivato, Deulofeu: “È un giocatore che ha fatto vedere cose importanti, spero ci possa dare una mano”.

MILAN MERCATO: TRATTATIVE E VOCI

Niang al Watford è ufficiale. Qui di seguito il comunicato sul sito rossonero: “AC Milan comunica di aver ceduto al Watford FC a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2017 con diritto di riscatto le prestazioni sportive di M’Baye Niang.”

Il francese partito ad inizio stagione come punto fermo dell’attacco rossonero si è quindi trasferito in Premier League al Watford allenato da Mazzarri del patron Pozzo. Una sconfitta per società, Montella e lo stesso giocatore, che si è eclissato negli ultimi due mesi. Al suo posto Galliani ha confermato che sta aspettando la risposta da parte del presidente Preziosi del Genoa  per l’argentino Ocampos. Più dietro si fanno i nomi di Giaccherini e Lazovic.

FANTAPILLS

fantapills_03

Bacca: a segno allo Juventus Stadium, tallonato da Lapadula, ha ritrovato l’istinto del gol. Se lo schierate, sappiate che se non segna prende il classico 5 in pagella.

Deulofeu: in 13′ minuti in Coppa Italia ha fatto intravedere le sue qualità. Può essere la sorpresa nel mazzo di carte di Montella.

–  Suso: e se tirasse il fiato? Con Napoli e Juventus l’abbiamo visto molto stanco, Montella potrebbe farlo rifiatare. 

Kucka: il carrarmato è in formissima. Autentico pilastro del centrocampo rossonero: sostanza e qualità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy