Lazio, Luis Alberto e Correa possono giocare insieme?

Lazio, Luis Alberto e Correa possono giocare insieme?

Dopo la fenomenale stagione passata, Luis Alberto sta vivendo un momento di forma non ottimale: 11 presenze per lui tra Campionato e Coppa con 3 gol all’attivo, ma di fatto surclassato per ora da Caicedo nelle gerarchie, con Correa a dar manforte dalla panchina.

di Giuseppe Ronco
Lazio, Luis Alberto e Correa possono giocare insieme?

Inizio di campionato non facile per i due gioiellini di casa Lotito: inutile negarlo, Milinkovic-Savic e Luis Alberto non stanno brillando, almeno per ora. E se per il primo spazio lo si riesce sempre a trovare, per lo spagnolo gli spiragli di partita si sono rimpiccioliti, complice anche l’arrivo di un Correa “alla Felipe Anderson”, spesso subentrante e capace di segnare anche con pochi minuti a disposizione, e un Caicedo che sembra essersi preso il posto di seconda punta a suon di gol.

DOPPIO TREQUARTISTA, POSSIBILE SOLUZIONE?

Viene allora da pensare se proprio Luis Alberto e Correa, la cui staffetta a gara in corso si sta imponendo come un must, possano giocare insieme in un 3-4-2-1. Modulo, questo, capace l’anno scorso di dare tante soddisfazioni ad Inzaghi, che sovente lo ha adottato come schema di gioco alzando il raggio di azione di Milinkovic. I due trequartisti erano complementari: uno estremamente tecnico (L.A.), l’altro fisico e di predominza e presenza decisive in area. Un assetto tattico, quindi, che Inzaghi ha mostrato di non disdegnare, sebbene la coppia Correa-Luis Alberto interpreterebbe il ruolo in modo differente.

DOPPIO TREQUARTISTA, CHI NE PAGHEREBBE IL PREZZO?

Con il confermatissimo 3-5-1-1 si libera chiaramente più spazio per gli inserimenti da dietro delle mezzali, in particolare Parolo e Milinkovic, supportando l’unica punta (l’inamovibile Immobile) ma senza perdere eccessivamente in copertura. Come supporto all’attaccante ex Torino si è imposto Caicedo, decisamente diverso per caratteristiche e interpretazione del ruolo rispetto alla coppia spagnoleggiante. E sarebbe proprio lui, insieme a Milinkovic (o Parolo, in ogni caso una delle mezzali) a pagare le conseguenze del doppio trequartista. Una scelta diversa, con diversi vantaggi e svantaggi da tenere in conto, ma a cui Inzaghi può senza dubbio pensare.

DOPPIO TREQUARTISTA, COSA CAMBIEREBBE?

Il primo grande vantaggio potrebbe raccoglierlo proprio Luis Alberto che, con un compagno dalle caratteristiche simili con cui dialogare, potrebbe trovare nuova linfa e riportare il livello delle sue prestazioni agli standard altissimi dello scorso anno. Ed è, questa, una cosa fondamentale, dato l’apporto decisivo dello spagnolo alla manovra laziale, principale faro e fonte del gioco offensivo. Milinkovic talvolta sacrificato, talvolta titolare con “El Tucu” Correa subentrante a gara in corso: compito che, viste le sue particolari caratteristiche di passo, dribbling e rapidità, gli riesce particolarmente bene.

Un esperimento sensato, insomma, per provare a ridare spolvero ed incisività alla manovra offensiva di una squadra che, ad ora, ha segnato ben 14 reti in meno dell’anno scorso e che, senza dubbio, potrebbe acquisire maggiore pericolosità proprio dalla compresenza della visione di gioco esemplare dello spagnolo e dall’attitudine al dribbling di Correa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy