Casa Lazio: Felipe Anderson andata e ritorno

Pare finalmente rientrato il caso Felipe Anderson, con il giocatore che ha finalmente ottenuto il permesso per le Olimpiadi.

di Titty Cerquetti, @tittyna

Una settimana abbondante, questo il ritardo accumulato da Felipe Anderson rispetto alla convocazione ricevuta per il ritiro di Auronzo. Una settimana in cui è successo veramente di tutto ma che, probabilmente, ha agevolato la risoluzione del contenzioso tra la società ed il calciatore brasiliano. Se fosse arrivato Bielsa, infatti, probabilmente le cose non sarebbero andate come voleva Felipe, e come poi sono andate, ovvero con Simone Inzaghi che ha dato parere positivo e la società che ha voluto assecondare i desideri del calciatore, concedendo il permesso per raggiungere la nazionale olimpica brasiliana.

Stamattina Anderson si è presentato in Paideia per le visite mediche poi, dopo pranzo, è partito per Auronzo, dove l’arrivo è previsto in serata. Tre giorni, poi il giocatore farà ritorno in Brasile per partecipare alle Olimpiadi con la sua Nazionale. Per chiudere definitivamente la questione è stato lo stesso FA10 ad affidare un comunicato ai suoi profili social.

FELIPE ANDERSON: IL COMUNICATO SOCIAL

Ho letto le tantissime notizie di stampa, la gran parte tese a speculare su un conflitto tra me, la mia società e la mia federazione.

Voglio fare chiarezza.

Il sogno delle Olimpiadi, probabilmente assieme ai mondiali di calcio, rappresenta la tappa più alta per un calciatore professionista. Ancor di più se queste hanno luogo nella mia nazione che, tra l’altro, non ha mai conquistato la medaglia d’oro.

Questi giorni di riflessione e di chiacchierate con il Presidente mi sono stati utili per capire definitivamente le reciproche posizioni. Ho compreso le ragioni della Lazio e la società ha compreso le mie. Ringrazio il Presidente per la sensibilità e l’opportunità che mi sta concedendo. Non lo dimenticherò.

Questo ritardato mio arrivo a Roma è stato, come è giusto che sia, sanzionato dalla Società considerato l’inadempimento contrattuale a cui mi sono esposto. Raggiungerò a breve i miei compagni e l’allenatore in ritiro per chiarire all’interno dello spogliatoio ciò che lì deve restare.

Approfitto per salutare la tifoseria tutta, con la quale mi scuso, che sono certo comprenderà l’opportunità datami perché il mio desiderio si realizzi e prometto di ritornare più forte di prima e dare il massimo per questa maglia per raggiungere obiettivi importanti.

Forza Lazio!!”
Felipe Anderson

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy