Casa Lazio: Contro il Padova Inzaghi ripropone il 4-3-3 con Keita migliore in campo

Nella terza amichevole stagionale la Lazio vince 2-1 grazie alle reti di Cataldi e Djordjevic e all’ottima prestazione di un Keita ritrovato.

di Francesco Saverio Petito

Prosegue il ritiro della Lazio ad Auronzo di Cadore. Dopo dieci giorni di allenamenti e due amichevoli già alle spalle disputate contro i dilettanti dell’Auronzo e del Brasil Team, la squadra di Simone Inzaghi si è confrontata ieri con una compagine di Lega Pro: il Padova. Confermato lo stesso schema di gioco: il 4-3-3 con il trio Kishna-Keita-Djordjevic in attacco. Da segnalare il ritorno in difesa di Stefan de Vrij, che ha giocato al centro insieme al suo connazionale Hoedt.

IL TABELLINO DELL’AMICHEVOLE

LAZIO (4-3-3): Berisha (46′ Vargic); Basta (33′ Patric), de Vrij (46′ Mauricio), Hoedt (61′ Prce), Radu (61′ Germoni); Onazi (88′ Javorcic), Cataldi (52′ Lombardi), Lulic (61′ Murgia); Kishna (52′ Morrison), Djordjevic (61′ Palombi), Keita (71′ Oikonomidis). A disp. Borrelli, Strakosha, Milinkovic. All. Simone Inzaghi.

PADOVA (3-5-2): Bindi (63′ Favaro); Sbraga (87′ Cisco), Ramos Borges (61′ Tentardini), Russo (80′ Scevola); Madonna (56′ Ilari), De Risio (81′ Marcandella), Gomes Ribeiro (61′ Giandonato), Dettori (63′ Dionisi), Favalli (61′ Mazzocco); Altinier (61′ Bottalico), Neto Pereira (46′ Petrilli). All. Oscar Brevi.

MARCATORI: 4′ Cataldi (L, rig.), Altinier (P), 30′ Djordjevic (L)

MATCH REPORT

Rispetto alle precedenti amichevoli, stavolta l’asticella della difficoltà è salita. Contro il Padova la Lazio ha vinto solo 2-1 grazie alle reti siglate da Cataldi, su rigore, e da Djordjevic; il gol per i biancoscudati è stato di Altinier.

I biancocelesti partono forti: al 3’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo il pallone arriva sui piedi di Lulic che si coordina per calciare, ma i difensori del Padova lo fermano irregolarmente. L’arbitro non ha dubbi e concede il calcio di rigore per la Lazio. Dal dischetto si presenta Cataldi, che non sbaglia e porta la sua squadra in vantaggio. Nonostante il gol, la Lazio continua ad attaccare e al 10’ ancora Cataldi, da calcio di punizione, impegna il portiere avversario Bindi che è costretto a deviare il pallone in angolo. Nel momento migliore dei capitolini, è il Padova però a trovare il gol del pareggio. Al 28’ Altinier sorprende de Vrij e Hoedt e segna la rete dell’1-1. Dopo tre minuti Djordjevic riporta i biancocelesti in vantaggio: grande azione di Keita che in velocità supera Emerson e poi serve  il numero nove della Lazio che non sbaglia e realizza il gol del 2-1. Al 33’ Basta è costretto ad uscire per un problema agli adduttori, al suo posto entra Patric. Nel finale del primo tempo Keita, servito da Lulic, sfiora il 3-1.

Nel secondo tempo le due squadre non riescono a mantenere gli stessi ritmi della prima frazione di gioco: sostituzioni, falli e passaggi sbagliati fanno da cornice ad una ripresa che regala poche emozioni, con le due squadre che non riescono a creare azioni da gol. La gara termina quindi con il risultato finale di 2-1.

KEITA E LE VOCI DI MERCATO

Dopo un confronto con la società Keita Baldé, che non era partito con il resto della squadra per il ritiro, ha deciso di raggiungere i compagni ad Auronzo con qualche giorno di ritardo. Tuttavia, non è del tutto chiara la posizione del senegalese: il suo procuratore è alla ricerca di qualche club che possa acquistarlo, ma trattare con Lotito non è mai roba facile. Non a caso, per l’attaccante classe 1994 il patron biancoceleste chiede almeno 20 milioni. Quasi certi invece gli arrivi di Jordan Lukaku in difesa, fratello del più famoso Romelu attaccante dell’Everton, e di Ciro Immobile che dovrà raccogliere la pesante eredità di una leggenda come Miro Klose.

FANTAPILLS

fantapills1 Keita ha dimostrato di essere già pronto per l’inizio di stagione. Il senegalese, nonostante le insistenti voci di mercato, contro il Padova ha giocato un’ottima gara: dai suoi piedi sono nate le azioni più pericolose della Lazio, come il gol di Djordjevic, arrivato proprio grazie ad una sua imbucata in area di rigore avversaria.

Cataldi in questa prima parte di ritiro è stato provato come vice-Biglia. Il centrocampista romano anche ieri ha giocato una buona gara assieme ai suoi compagni di reparto, Onazi e Lulic. Inoltre, con le assenze di Candreva e Biglia, è stato proprio lui il tiratore scelto dal dischetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy