Juventus, lo sputo di Douglas Costa: che cosa rischia il brasiliano?

Durante Juventus-Sassuolo, l’esterno brasiliano si è reso protagonista di un orribile gesto nei confronti del collega-avversario Di Francesco. Ma cosa rischia in termini di squalifica? Scopriamolo assieme.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Sulle prime pagine dei quotidiani un calciatore dovrebbe finirci esclusivamente per le prodezze atletiche compiute sul campo, ma purtroppo a volte accade che si accendano i riflettori per scorrettezze commesse ai danni di un avversario, che finiscono per macchiare indelebilmente quanto di buono fatto nella propria carriera da professionista.

È questo quanto successo a Douglas Costa che, al 91′ del match casalingo della Juventus contro il Sassuolo ha inspiegabilmente deciso di risolvere la bagarre nata con Federico Di Francesco con uno sputo che gli è costato il rosso diretto.

douglas-costa-di-francescoNulla può giustificare l’ignobile gesto compiuto dal brasiliano e, malgrado le celeri scuse rivolte ieri pomeriggio attraverso i propri canali social a ridosso del triplice fischio finale, la stangata a livello di squalifica non tarderà ad arrivare. Com’è giusto che sia.

In attesa della sentenza del Giudice sportivo dunque, resta da capire soltanto quante potranno essere le giornate di squalifica per Douglas Costa.

DOUGLAS COSTA: I POSSIBILI SCENARI DELLA SQUALIFICA

Lo sputo rientra nella condotta violenta sul terreno di gioco, per la quale da regolamento sono previste tre giornate di squalifica, le stesse rimediate da Rosi e Lavezzi nel lontano 2011.

Se poi la condotta violenta dovesse anche essere considerata particolarmente grave, ipotesi del tutto plausibile visto che la Procura FIGC ha richiesto anche la prova tv per il numero 11 bianconero per valutare tutte le scorrettezze commesse ai danni di Di Francesco, a partire dalla gomitata avvenuta durante lo scontro di gioco, la squalifica potrebbe salire a 4 giornate (come accaduto a Totti a Euro 2004, ndr) o addirittura a 5 o più giornate (basti pensare che nel 2003 Mihajlovic ne beccò 8 in Champions League, ndr).

In tal senso, Douglas Costa sicuramente non sarà a disposizione di Mister Allegri nei match contro Frosinone, Bologna e Napoli, ai quali potrebbero aggiungersi quindi Udinese e Genoa, per rientrare poi contro l’Empoli nella trasferta prevista per il 27 ottobre.

Oltre alla squalifica infine, non va dimenticata la multa che l’ala bianconera sarà costretto a pagare: il minimo previsto in questi casi equivale al 5% dello stipendio, vale a dire una cifra che si aggira attorno ai 20.000 euro, ma la Juventus ha già fatto sapere che arriverà a chiedergli 100.000 euro in caso di squalifica massima.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy