Juventus: c’è il Barcellona ai quarti di Champions!

Le urne di Nyon hanno decretato il prossimo avversario della Juventus in Champions League: sarà il Barcellona di Luis Enrique.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

La sfida tra Massimiliano Allegri e il Barcellona continua. Dopo la finale di Berlino nel 2015 (e tutti i precedenti con il Milan, ndr), il tecnico livornese e la sua Juventus incontreranno nuovamente l’armata blaugrana nei quarti di finale di Champions League. Questo il verdetto delle urne di Nyon, dove il sorteggio relativo al prossimo turno della massima competizione europea si è concluso pochi minuti fa. L’andata del doppio confronto tra i ragazzi di Mister Max e la squadra di Luis Enqrique è prevista martedì 11 aprile allo Stadium di Torino, mentre il ritorno verrà giocato mercoledì 19 al Camp Nou di Barcellona.

Questi gli altri accoppiamenti nei quarti:
– Atlético Madrid-Leicester City;
– Borussia Dortmund-Monaco;
– Bayern Monaco-Real Madrid.

Nel frattempo, il primo commento a caldo sul sorteggio bianconero è arrivato come sempre da Pavel Nedved, presente a Nyon: “Siamo forti, possiamo affrontarli a viso aperto. Che vinca il migliore. Credo che rispetto alla finale persa siamo cresciuti. La squadra è apparsa in netta crescita e la sfida arriva al momento giusto. Noi dobbiamo rispettare il Barcellona come si deve, ma non troppo perché altrimenti si mette di mezzo la paura e non è il caso. Chi voleva il Barça? Non so, faccio fatica ad accontentare tutti. Bonucci e Dybala volevano incontrarli, Dani Alves da ex avrebbe voluto evitarli. Mi rende orgoglioso essere la squadra italiana a rappresentare il Paese in questa competizione. Va bene il ritorno al Camp Nou, perché mi ricordo che tempo fa facemmo bene in trasferta. Credo che siano difficili entrambe le sfide, che sia in casa o fuori bisogna affrontare le partite al meglio. Credo che gli anni passano per tutti. Loro hanno vinto negli anni precedenti tantissimo ed è anche comprensibile che al momento non sono quelli di qualche anno fa. Noi dovremo fare qualcosa in più di quello che si fa ogni domenica. Credo che siamo pronti, ma dovremo essere al top della condizione per riuscire a fargli male”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy