Juventus, Bernardeschi accende il derby e si rimette alle decisioni di Allegri

Juventus, Bernardeschi accende il derby e si rimette alle decisioni di Allegri

Il trequartista bianconero ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, infiammando il clima derby e soffermandosi sulla propria ritrovata condizione fisica, che gli permetterà di mettersi a completa disposizione di Mister Allegri.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby
bernardeschi-juventus

Un inizio a bomba, poi lo stop per infortunio e il successivo rientro nell’ultima serata di Champions dal sapore agrodolce. A Federico Bernardeschi la stagione 2018-2019 ha già riservato tante sorprese, tra cui la più piacevole per il mondo del Fantacalcio è sicuramente la sua Fantamedia, pari a 7,14, figlia delle prestazioni quasi sempre al di sopra della sufficienza e dei 2 goal messi a referto nelle 7 partite di Campionato in cui è andato a voto.

Per questo, quando al termine della decima giornata si diffuse la notizia del suo problema agli adduttori con conseguente affaticamento muscolare, in molti tra i suoi fantallenatori rimpiansero di non poterlo schierare per un po’ di tempo. Difatti, sono state ben cinque le giornate necessarie a Bernardeschi per recuperare dal suo infortunio, con la Juventus che ha potuto tornare a puntare su di lui lo scorso mercoledì nella gara contro lo Young Boys, terminata purtroppo con la sconfitta dei bianconeri per 2-1 malgrado il passaggio agli ottavi di Champions da primi nel girone.

Secondo Federico però, i suoi compagni si sono già lasciati alle spalle la serata storta di Berna e ora sono pronti a rituffarsi a capofitto nella lotta scudetto, già a partire da domani con il sentitissimo derby della Mole: contro il Torino, come raccontato sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, il numero 33 di Allegri promette una grande partita in qualsiasi ruolo il tecnico deciderà di mandarlo in campo.

LE DICHIARAZIONI DI BERNARDESCHI

Sul derby con il Torino: “Quello che è successo a Berna ci fa arrivare al derby ancora più carichi. La Juve non ha ancora mai perso in Campionato? Speriamo non succeda proprio nel derby… Vogliamo mantenere questo trend positivo. E’ sempre una partita speciale, la cosa più importante è che ci sia il rispetto delle regole. L’anno scorso, al ritorno, feci una buona partita, ma poi mi infortunai. Come sempre, ci sarà da battagliare: ciò che è accaduto in passato si resetta. Noi dobbiamo vincere anche per riscattarci dopo quello che è successo in Champions. Mi aspetto una grande partita e un successo”.

Sulla lotta scudetto: “Il Campionato è lungo, dobbiamo restare sul pezzo perché dietro ci sono squadre che non mollano. Da qui fino alla fine del 2018 ci aspettano partite impegnative: dopo il derby, avremo Roma e Atalanta e non sarà facile giocare durante le feste, perché ci vorrà uno sforzo in più per rimanere concentrati. Noi dobbiamo rimanere lassù e aggiungere punti”.

Sul suo recupero: “Dopo un mese sono felice di essere tornato in campo. A Berna non è andata come speravo, ma mi auguro di stare sempre meglio in futuro. E’ per questo che lavoro ogni giorno. Mi dispiace di essermi fatto male perché mi sentivo davvero molto bene e, quando ti fermi, non è semplice ritrovare i movimenti e recuperare la condizione fisica ottimale, ma sono sulla strada giusta”.

Sul suo nuovo impiego come mezzala: “L’ho già detto e lo ripeto, a me piace giocare: dove mister Allegri mi colloca, io sono felice”.

Su Cristiano Ronaldo: “Se CR7 sbaglia mai in allenamento? Macché: lui è infallibile, non molla mai”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy