Conferenza Juventus – Allegri: “Higuain gioca, Cuadrado ha preso una botta al piede”

Il tecnico bianconero è intervenuto alla vigilia del posticipo domenicale contro l’Atalanta.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

La consueta conferenza stampa pre-Atalanta ha offerto a Massimiliano Allegri lo spunto per parlare della situazione di tanti suoi giocatori. Su tutti Gonzalo Higuain che, sbloccatosi nel match di Champions contro l’Olympiacos, domani partirà titolare per cercare di confermarsi tra i pilastri di questa Juventus.

ALLEGRI SU HIGUAIN

“Higuain per noi è un giocatore importante. Lo è sempre stato, anche se nelle ultime due partite è partito dalla panchina. Ogni anno è diverso dall’altro. Ogni volta occorre rimettersi in discussione e in questa squadra ci sono giocatori importanti che fanno questo fin dal primo scudetto, come Buffon, Barzagli, Chiellini e Marchisio. Sono esempi importanti. Gonzalo non si deve accontentare di quello che ha fatto. Deve avere l’ambizione di confrontarsi con i migliori del mondo. E’ solo questione di ambizione e di volere le cose. E’ un giocatore importante e lo deve fare. La squadra ha bisogno dei suoi gol e lui sa farli e deve essere determinante. Domani gioca. In Champions è entrato con un piglio diverso e deve giocare così per tutta la stagione”.

ALLEGRI SULLA FORMAZIONE

“Domani cambierò qualcosa, perché abbiamo giocato tante partite. Qualcuno ha bisogno di riposare. Chiellini dovrebbe giocare comunque. Preoccupazioni di formazione non ne abbiamo. In mezzo al campo abbiamo alternative. Chi si sta riposando o sta recuperando, sarà utile più avanti. Difesa a tre? Sicuramente no contro l’Atalanta. In porta? Domani gioca Buffon, ma sono comunque molto contento di Szczesny e di quello che sta facendo”.

ALLEGRI SUGLI INFORTUNATI

“Per fortuna dopo la gara di domani c’è la sosta. Così potremo recuperare alcuni giocatori come Khedira. Marchisio sta lavorando e speriamo di averlo al prima possibile. Pjanic speriamo di recuperarlo per la Lazio e Höwedes dovrebbe essere pronto dopo la sosta. Pjaça va visto giorno dopo giorno: il suo recupero non è vicinissimo, ma nemmeno lontanissimo, dopo la sosta vedremo. Domani abbiamo Bentancur, Sturaro o Asamoah a disposizione in mezzo al campo. Poi davanti devo valutare Cuadrado perché ha preso una botta al piede: devo decidere se fare giocare lui, Douglas Costa o Bernardeschi”.

ALLEGRI SU BENTANCUR

“Bentancur è del ’97 e sta crescendo. Deve migliorare nelle giocate con gli attaccanti e imparare a effettuare un tempo di gioco in meno”.

ALLEGRI SU BERNARDESCHI

“Deve diventare un giocatore importante anche all’inizio del match. Si è inserito bene e sta crescendo sia tatticamente che tecnicamente. Presto potrebbe partire titolare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy