Conferenza Juventus – Allegri: “Giocano Barzagli e uno tra Rugani e Bonucci”

Il tecnico bianconero è intervenuto alla vigilia della trasferta di Genova contro la Sampdoria.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Un passo alla volta. Come di consueto, nella tradizionale conferenza stampa alla vigilia del turno di Campionato, Massimiliano Allegri ha invitato tutti alla calma, soprattutto la sua Juventus, che prima di concentrarsi sul doppio confronto europeo con il Barcellona dovrà necessariamente consolidare il primato in Serie A e cercare di assicurarsi il titolo di leggenda con la vittoria del sesto scudetto consecutivo. Vediamo assieme allora le principali dichiarazioni del tecnico livornese.

ALLEGRI TRA CHAMPIONS, BARCELLONA E CAMPIONATO

“La normalità è che la Juventus giochi un quarto di finale o una semifinale col Barcellona, non deve essere un evento straordinario. La Juventus negli ultimi tre anni ha fatto una finale, un ottavo col Bayern e quest’anno giochiamo col Barcellona. Per me non è un evento straordinario, forse perché ci ho giocato già nove volte e anche per la Juventus giocare un quarto di finale con il Barcellona, col Bayern Monaco e col Real Madrid deve essere la normalità. L’obiettivo della Juventus era quello di entrare nelle prime otto, in pianta stabile. L’anno scorso purtroppo nel sorteggio abbiamo beccato il Bayern Monaco, ma negli ultimi tre anni, per ben due volte la Juventus è stata ed è dentro le prime otto. Quando sei dentro le prime otto, una volta puoi arrivare in finale, una volta in semifinale, una volta esci ai quarti, però l’obiettivo rimane quello. Dani Alves e il suo passato blaugrana? Prima del Barcellona ci sono da giocare tutte le altre partite: magari se sarà più calmo gli faremo giocare le altre partite. Cosa penso del sorteggio? Sarà una grande sfida, ma mancano ancora quindici giorni e quindi parlare ora non ha senso: prima abbiamo quattro sfide. Con il Barcellona ce la possiamo giocare e avremo tanti stimoli. Sarà molto più difficile contro la Sampdoria con cui dobbiamo fare una partita seria perché ci giochiamo una buona % del Campionato. Ci mancano ancora tante vittorie da fare, dobbiamo avere molta calma. Ripeto che l’obiettivo numero uno è quello di vincere il Campionato perché vincerlo per la sesta volta consecutiva è quasi impossibile, soprattutto in Italia”.

ALLEGRI TRA INFORTUNATI E TITOLARI

Marchisio? E’ uscito bene dopo la partita contro il Porto: sta crescendo dal punto di vista fisico, al più presto tornerà il vero Marchisio. Higuain? Sta bene: non sono preoccupato perché non segna da due partite, non è un problema. Chiellini? Non sarà titolare, non sta ancora bene e non va neanche in Nazionale. Se riposa qualcuno? Devo scegliere tra Bonucci e Rugani. Barzagli gioca“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy