Conferenza Juventus – Allegri: “Domani giocano Higuain e Khedira. Dani Alves è in vacanza”

Conferenza Juventus – Allegri: “Domani giocano Higuain e Khedira. Dani Alves è in vacanza”

Il tecnico bianconero ha presentato alla stampa il match casalingo con il Pescara.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Davvero tanti spunti e riflessioni quelli offerti da Massimiliano Allegri nella consueta conferenza stampa pre-Campionato. Difatti, l’allenatore bianconero si è soffermato non solo sui due prossimi avversari della sua Juventus, vale a dire Pescara e Siviglia, ma ha anche analizzato ampiamente le condizioni dei suoi calciatori e ha espresso la sua opinione circa il futuro della Nazionale italiana.

ALLEGRI E GLI OBIETTIVI FINO A NATALE

“La partita dopo una sosta è sempre quella più pericolosa perché bisogna calarsi subito nel Campionato e negli obiettivi da raggiungere con la squadra. In questo mese noi dobbiamo raggiungere tre obiettivi: innanzitutto, dobbiamo qualificarci in Champions; poi dobbiamo mantenere il primo posto in Campionato, anche vincendo lo scontro diretto con la Roma; e infine, abbiamo la Supercoppa. Dobbiamo però pensare partita dopo partita, è inutile fare conti adesso perché poi ‘vengono fuori i contadini’, come si suol dire. Da qui a Natale noi e la Roma abbiamo più o meno le stesse partite tra scontro diretto e derby, intanto noi pensiamo a prendere 3 punti domani, che di quello che farà la Roma poco ce ne importa: noi pensiamo solo a dare continuità ai nostri risultati”. 

ALLEGRI E IL PESCARA

“Il Pescara, nonostante le difficoltà in classifica, è una squadra che spesso ha creato molto e spesso non ha meritato di perdere. Siamo consapevoli della loro organizzazione, ma noi abbiamo davanti solo la strada della vittoria perché è attraverso partite come quella di domani che si vincono gli scudetti, non mi stancherò mai di ripeterlo. Oddo ha dimostrato di essere un buon allenatore, tant’è che ha già vinto un Campionato, e ha tutte le qualità per diventare un allenatore eccellente: sta dimostrando di avere delle buone idee visto che la sua squadra gioca bene, poi è normale che i risultati si maturino con l’esperienza come qualsiasi cosa nella vita”.

ALLEGRI E IL SIVIGLIA

La partita di martedì contro il Siviglia è più importante per il Siviglia che per noi, visto che noi dobbiamo vincere solo una partita delle due restanti per qualificarci e abbiamo due risultati su tre con loro per prenderci il primo posto. Le mie decisioni circa la formazione di domani, quindi, non verranno prese in virtù di preservare qualcuno piuttosto che un altro per martedì: domani giocano quelli che stanno bene e poi martedì si vedrà”.

ALLEGRI TRA INFORTUNATI E FORMAZIONE

Higuain domani gioca, non vedo perché non dovrebbe visto che ieri ha fatto lavoro di recupero e oggi e domani ha la possibilità di allenarsi tranquillamente: quindi, salvo imprevisti durante la rifinitura, domani sarà in campo. Quanto al suo umore per le critiche ricevute in Argentina, nel calcio si sa, ci sono momenti in cui le cose vanno bene e altri in cui le cose vanno male, ma Gonzalo ieri era comunque sorridente visto che con noi sta facendo una buona stagione e l’Argentina si è rimessa in corsa per i Mondiali. Non ha motivi per essere scontento. Marchisio? Sta bene e si è allenato con noi: domattina deciderò la formazione, ma lo ripeto, non farò valutazioni in base alla partita di martedì. Chiellini? Oggi valuto se è a disposizione. Pjaça? Siamo ancora lontani dal suo recupero. Dybala? Si è fatto male il 22 ottobre, non è ancora passato un mese e sappiamo tutti che per una lesione muscolare tra il primo e il secondo grado ci vogliono i tempi necessari per guarire, ma non ci sono state ricadute. A Barzagli hanno ‘tagliato una spalla’ e quindi non c’è per un bel po’. Benatia invece è rientrato dal ritiro con la Nazionale con un dolore al ginocchio e oggi valuterò se sarà a disposizione o meno. Quanto alla formazione di domani, difensori non ne ho tanti, davanti ne ho due più il ragazzino, mentre a metà campo gioca Khedira e poi devo scegliere tra Marchisio e Hernanes. Il ruolo di mezzala sinistra può essere ricoperto da Asamoah che sta bene, da Sturaro e da Pjanic, che ha giocato molto e devo valutare se schierarlo o meno. Dani Alves? E’ in vacanza fino a domani perché aveva bisogno di recuperare e riprendere fiato: tra le due soste per le Nazionali ho dovuto per forza gestire i miei calciatori e concedere loro giorni di riposo in maniera alternata, per averli tutti freschi nelle partite successive. Lichtsteiner? Fa bene ad allenarsi per essere inserito nella prossima lista Champions: la mia decisione di escluderlo dalla prima lista è stata dettata dal fatto che il numero è quello e va rispettato, ma questo non cambia il mio pensiero su Stephan, che considero un grande professionista, cosa che dimostra ogni volta che viene chiamato in causa. Kean? Appena arrivato ha fatto benissimo con noi, poi ha avuto un normale momento down dovuto al fatto che il lavoro e la pressione psicologica richiesti da una Prima Squadra sono diversi da quelli della Primavera. L’essenziale è che stia bene e che sia pronto a giocare, qualora domani o un altro giorno ce ne fosse bisogno. Rugani? Domani ha buone possibilità di giocare, per non dire ottime: ha fatto una buona partita con la Nazionale, è cresciuto molto dal punto di vista della personalità e della tecnica e ha ancora ampi margini di miglioramento”.

ALLEGRI E I GIOVANI DELLA NAZIONALE

“Credo che Rugani e Romagnoli siano il futuro della difesa della nostra Nazionale, a dimostrazione che quanto detto soltanto qualche mese fa sulla scarsità dei giovani italiani non corrispondesse a verità. Io credo che i giovani in Italia vengano sottovalutati, c’è da farli crescere e, più giocano, più prendono l’abitudine ad affrontare scenari internazionali. Sono loro che garantiscono un futuro importante al calcio italiano e alla nostra Nazionale“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy