Centrocampo Juventus: i meno utilizzati, due certezze e una scommessa da fare

Facciamo chiarezza sulle rotazioni del centrocampo di Allegri e tentiamo di capire l’utilizzo di alcuni singoli in questo girone di ritorno.

di Riccardo Corsano, @riccardoc9

A più di un anno dal passaggio della Juventus al modulo penta-stellato, Massimiliano Allegri sta varando con il lavoro fatto a Vinovo una nuova versione della Vecchia Signora. Negli ultimi mesi, complici infortuni e cali di forma evidenti di alcuni singoli, i bianconeri sono passati ad una versione “liquida”: in questa parte di stagione, il modulo utilizzato varia in base agli avversarsi, alternando così gli interpreti a centrocampo e in fase offensiva in base alle caratteristiche delle squadre che si affrontano.

In questo momento il campionato giunge al giro di boa, gli equilibri ipotizzati ad inizio stagione si sono spostati e, visto che alcuni interpreti a disposizione nello scacchiere di Allegri non hanno reso quanto ci si aspettava, è possibile provare a dare giudizi sulla continua e frenetica rotazione del centrocampo della Juventus e la loro appetibilità al Fantacalcio.

CENTROCAMPO JUVENTUS: I MENO UTILIZZATI

  • Marchisio: nella complicatissima gestione dei centrocampisti juventini di questa annata, quello che sembra patire maggiormente la concorrenza è lui. Al Fantacalcio è diventato pressoché un ottavo slot in leghe numerose, da inserire solamente quando si ha la sicurezza che parta titolare.
  • Bentancur: il giovane centrocampista uruguaiano sta trovando spazio come vice-Pjanic. Il suo ruolo, viste le caratteristiche, sembra quello di regista davanti alla difesa, anche se rimane un giocatore molto dinamico. Il numero di presenze aumenterà, ma rimane anche lui un ottavo slot, per chi gioca con le riconferme può essere interessante in particolare in ottica futura.
  • Douglas Costa: arrivato a Torino con i galloni da primo slot di centrocampo, in questa Juventus durante il campionato trova poco spazio, mentre gioca praticamente sempre in Europa. 13 presenze su 20, di cui 8 da titolare,  Douglas Costa non dà moltissime garanzie di voto quando non parte dall’inizio, e non è nemmeno avvezzo al goal. Se cercate bonus nella Juventus, meglio guardare altrove.

CENTROCAMPO JUVENTUS: DUE CERTEZZE E UNA SCOMMESSA DA FARE

  • Cuadrado: il colombiano si avvicina ad un top di ruolo tanto ammirato negli anni precedenti. Sta trovando continuità nelle prestazioni, lo dimostrano i 3 goal e i 4 assist in 14 presenze. In più, in stagione è sceso solamente due volte sotto la sufficienza e difficilmente i suoi voti si attestano sotto il 6,5. La Juventus in questo girone di ritorno inserirà le marce alte per raggiungere il Napoli, e lui sarà tra i protagonisti.
  • Matuidi: la sua titolarità ormai si attesta circa sul 90%, è diventato un insostituibile per Allegri a discapito anche del più quotato Khedira. Considerata anche la propensione all’inserimento, Blaise probabilmente aggiungerà altri 2-3 bonus pesanti nel girone di ritorno e tante altre prestazioni di qualità.
  • Bernardeschi: la grande scommessa in casa Juventus è l’ex Fiorentina. Ormai ambientato a pieno nell’universo bianconero, Bernardeschi è stato elogiato più e più volte da Allegri. Nel progetto tecnico della Vecchia Signora è uno dei giocatori più futuribili e il suo graduale inserimento sta risultando più che positivo, lo dimostrano i due goal e due assist in 366 minuti, un bonus a partita in pratica. Al Fantacalcio è una sorta di wild-card da schierare sempre titolare, con un giocatore in panchina pronto a coprire nel caso in cui non vada a voto.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy