Casa Juventus: probabile turnover con il Pescara, mentre si blinda il fenomeno Dybala

Report del giovedì: tutte le ultime news dalla sede bianconera, dove c’è entusiasmo per il trionfo sul Barcellona in Champions e il rinnovo del gioiellino Dybala.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Una settimana da incorniciare per la Juventus che in soli sette giorni ha conquistato la finale di Coppa Italia per la terza volta consecutiva, ha mantenuto a debita distanza la Roma in Campionato e si è aggiudicata la prima manche di Champions League contro il Barcellona. Ormai consapevole delle potenzialità della sua squadra, Massimiliano Allegri non vuole assolutamente fermarsi qui perché, come più volte dichiarato, sa di avere tutte le carte in regola per arrivare in fondo a tutte e tre le competizioni. In virtù di ciò, i prossimi impegni contro Pescara (sabato 15 aprile alle 15:00, ndr) e lo stesso Barça saranno fondamentali, come fondamentale sarà il contributo dei due uomini chiave Gonzalo Higuain e Paulo Dybala, la coppia che a suon di goal sta facendo sognare tifosi e fantallenatori.

JUVENTUS: REPORT ALLENAMENTO

Archiviata dunque la 31° giornata di Serie A contro il Chievo, i Campioni d’Italia in carica hanno dato il via alla preparazione del primo confronto europeo con il Barcellona. Pertanto, domenica mattina allo Juventus Training Center i bianconeri si sono divisi in due gruppi: i protagonisti della partita contro i clivensi hanno effettuato consueto lavoro defaticante, mentre il resto del gruppo a cui si è riaggregato anche Mario Mandžukić ripresosi dall’infiammazione al ginocchio ha svolto una normale seduta atletica e tecnica. Lunedì è stato tempo di rifinitura e di conferenza stampa della vigilia, mentre martedì sera lo Stadium ha vestito i panni del palcoscenico europeo, dove l’armata di Allegri ha battuto per 3-0 i temibili blaugrana. Neanche il tempo di metabolizzare il successo che mercoledì mattina ci si è ritrovati di nuovo tutti in quel di Vinovo per riprendere il cammino verso il tricolore e l’imminente trasferta a Pescara: nello specifico, seduta di scarico per i titolari in Champions e seduta di riscaldamento e tiri in porta per tutti gli altri. Stamane era in programma una nuova sessione in cui ci si è concentrati sulla tattica.

JUVENTUS: REPORT CHAMPIONS LEAGUE

RISULTATO: Juventus-Barcellona 3-0

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic (88’ Barzagli), Khedira; Cuadrado (73’ Lemina), Dybala (81’ Rincón), Mandžukić; Higuain.
BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Mathieu (46’ st André Gomes); Rakitic, Mascherano, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar.

MARCATORI: 7’ Dybala (J), 22’ Dybala (J), 55’ Chiellini (J)

La serata perfetta. E alla vigilia in pochi, tra cui chi scrive, ci avrebbero scommesso. “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta” e nel primo atto del doppio confronto con il Barcellona, valido per l’accesso alle semifinali di Champions League, la Juventus di Massimiliano Allegri lo ha ampiamente dimostrato. Che i bianconeri fossero determinati a trovare la vittoria senza subire goal, lo si era capito già dall’atteggiamento con cui erano scesi in campo, per niente intimoriti dalla storia europea dell’avversaria e desiderosi di imporsi a suon di talento personale e corale. A testimonianza di ciò, già al 7’ erano passati in vantaggio con Higuain che dalla trequarti sinistra aveva operato un cambio di gioco pescando Cuadrado che, con una serie di dribbling vincenti, era riuscito a servire Dybala per il goal dell’1-0, con la Joya che ricevuta palla spalle alla porta si era girato e aveva piazzato un sinistro micidiale sul palo opposto. Fiduciosi del vantaggio, i ragazzi di Allegri hanno continuato a spingere in avanti e un quarto d’ora più tardi hanno trovato la rete del raddoppio, grazie alla percursione sulla fascia sinistra di Mandžukić: con un cross arretrato il croato ha permesso al pallone di giungere dalle parti di Dybala che di prima ha esploso nuovamente il suo sinistro firmando la doppietta personale.

Nella ripresa poi la squadra blaugrana ha cercato di accorciare le distanze, ma gli interventi prodigiosi di Buffon e le chiusure di tutta la linea difensiva gliel’hanno impedito. Ed è proprio dalla retroguardia che al 55′ è arrivato il goal del definitivo 3-0: dalla bandierina Pjanic ha disegnato una traiettoria perfetta sul secondo palo dov’era appostato Chiellini che, sovrastando la marcatura, ha impattato il pallone di testa spedendolo sul palo opposto che lo ha poi spinto alle spalle di Ter Stegen. Il resto della gara è stata pura gestione del risultato da parte dei bianconeri, con Mister Max che ha buttato nella mischia Barzagli e Rincón per una maggiore copertura e giungere così al Camp Nou (mercoledì 19 aprile alle 20:45) con la propria porta inviolata.

JUVENTUS INTERVISTE: ALLEGRI E DYBALA NEL POST-BARCELLONA

Nell’immediato post-gara Massimiliano Allegri, pur rimanendo ancora alla realtà di un ritorno fuori casa ancora tutto da giocare, ha invitato i giornalisti a riservare un lungo e meritato plauso ai suoi ragazzi: “Non faccio percentuali sul passaggio del turno: dico solo che dobbiamo segnare al Camp Nou. Questa sera noi abbiamo fatto davvero molto bene, soprattutto dal punto di vista tecnico, sia in fase difensiva che offensiva. Siamo una squadra che unisce caratteristiche tecniche e fisiche: i ragazzi hanno fatto e stanno facendo un percorso di crescita e si meritano tutto quello che stanno raggiungendo. Abbiamo fatto passi importanti, grazie anche alla società ovviamente, e adesso il risultato più grande è che siamo rispettati in Europa. Nel primo tempo abbiamo letto bene la partita e se proprio devo individuare un aspetto su cui lavorare, penso al fatto che ci siamo lasciati ingolosire un po’ troppo dalle verticalizzazioni, quando invece potevamo fare uno scarico in più: in vista del ritorno lo terremo presente. Detto questo, i ragazzi sono stati attenti sulle traiettorie, sugli inserimenti e anche in fase offensiva. Abbiamo avuto buone linee di passaggio e siamo stati lucidi. Dybala? Paulo è un giocatore importante, ha fatto una partita straordinaria. Sono contento per tutti i ragazzi che sono stati davvero bravi. Abbiamo una rosa importante e specialmente adesso con impegni ravvicinati saranno determinanti tutti. Questa serata è stata importante anche perché abbiamo ricevuto le conferme che cercavamo, in particolare sull’essere all’altezza di partite del genere”.

E non potevano mancare le dichiarazioni del man of the match, quel Paulo Dybala che stamane ha finalmente rinnovato fino al 2022: “Abbiamo fatto una partita grandissima e ottenuto un ottimo risultato in vista del ritorno. Sognavo momenti così fin da bambino. Siamo in un momento di grande fiducia e questo è molto importante per raggiungere i nostri obiettivi. Certamente non possiamo stare tranquilli: al Camp Nou sarà dura, ma noi siamo una grande squadra e tutti dimostrano una grande voglia”.

JUVENTUS: REPORT INFORTUNATI, SQUALIFICATI E DIFFIDATI

Marko Pjaça: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Out dai sei agli otto mesi. Probabile rientro novembre-dicembre 2017.

Moise Kean: distorsione alla caviglia. Da valutare.

Leonardo Bonucci: squalifica di un turno per il giallo rimediato nella gara contro il Chievo (era diffidato, ndr).

Restano in diffida invece Chiellini, Rugani, Pjanic e Rincón.

FANTAPILLS

fantapillsGonzalo Higuain – Paulo Dybala: in sette giorni l’uno ha segnato quattro goal, di cui due nella sua vecchia dimora, e ha propiziato il goal del vantaggio in Champions, l’altro ha fornito un assist al connazionale e ha messo a segno la doppietta europea. La qualità di questo ‘HD’ non ha eguali: ad oggi, se loro sono in campo, i vostri occhi e soprattutto le vostre fantarose ne beneficiano, ragion per cui voi fantapossessori dei due argentini fareste bene a continuare a prediligere il “bianco&nero”, piuttosto che i “colori”.

Dani Alves/Stephan Lichtsteiner: medesimo ballottaggio della scorsa settimana sulla fascia destra. Stavolta però si ha una grossa certezza in merito: il brasiliano ha giocato contro la sua ex squadra in Champions, come avevamo ipotizzato, e ha anche fatto un figurone. E allora, nulla vieta a Mister Allegri di bissare le scelte che lo hanno premiato contro Chievo e Barcellona, e nulla vieta a noi di indicarvi lo svizzero nuovamente titolare in Campionato contro il Pescara.

Centrali di difesa: come già accennato nelle Fantapills post-Chievo, abbiamo più di un motivo per credere che la coppia Barzagli-Rugani, che tanto bene ha fatto contro i clivensi, sia la prescelta per la gara con il Pescara. Difatti, data l’assenza forzata di Bonucci per via della squalifica, è molto probabile che il tecnico bianconero decida di lasciare a riposo anche Chiellini per garantirgli un pieno recupero in vista del ritorno col Barça, a cui ha rifilato il goal del definitivo 3-0 dell’andata. Rimane solo l’incognita Benatia, che però sembra essere davvero destinato a scendere in campo dal primo minuto solo in Coppa Italia.

Asamoah/Alex Sandro: schierati l’uno in Campionato contro il Chievo e l’altro in Champions contro il Barcellona, entrambi i padroni della fascia sinistra hanno disputato una buona gara. Non abbiamo motivo di non credere dunque alla nuova titolarità del ghanese contro il Pescara e a quella del brasiliano al Camp Nou.

Centrocampo: probabile turno di riposo per Khedira, che dopo le splendide prove al San Paolo è apparso un po’ in affanno contro i catalani. In dubbio anche Pjanic e, nel caso di panchina pure per il bosniaco, la coppia più quotata sembra al momento quella formata da Marchisio e Rincón.

Attacco: a Higuain e Dybala titolari inamovibili dovrebbero aggiungersi Lemina a destra e Sturaro sinistra, proprio perché non è escluso che Allegri risparmi le fatiche di Pescara a Cuadrado, che ha davvero speso tanto in Champions, e Mandžukić ancora non del tutto recuperato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy