Casa Juventus: inevitabili dubbi in difesa, ma scelte obbligate in attacco

Report del giovedì: tutte le ultime news dalla sede bianconera.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Ora si ricomincia a fare sul serio. Nell’attesa che facciano ritorno tutti i tesserati bianconeri ancora in giro per il mondo tra amichevoli e qualificazioni a Russia 2018, la Juventus si rituffa a capofitto prima nel Campionato, dove ad attenderla c’è il match casalingo contro il Pescara previsto per sabato 19 novembre alle 20:45, e poi in Champions League visto che martedì 22 novembre ci sarà lo scontro al vertice del girone H con il Siviglia. Una settimana intensa tutta da vivere dunque per la compagine di Massimiliano Allegri, che dovrà difendere il primato nelle due competizioni sopperendo alle poche ma allo stesso tempo fondamentali pedine infortunate.

JUVENTUS: REPORT ALLENAMENTO

Dopo la domenica di riposo, la preparazione dei Campioni d’Italia in carica in vista del Pescara è ripresa lunedì mattina, con i bianconeri che si sono dedicati principalmente al lavoro atletico ancora a corto di tutti i nazionali. Martedì pomeriggio si è proseguito con un programma ben più intenso, fatto di lavoro aerobico ed esercitazioni tecnico-tattiche. A questa sessione hanno partecipato anche i primi tre nazionali rientrati a Vinovo, vale a dire Stephan Lichtsteiner, Miralem Pjanic (la Svizzera e la Bosnia-Erzegovina non avevano altri impegni internazionali in programma, ndr.) e Sami Khedira (che non ha volutamente preso parte all’amichevole tra Italia e Germania, ndr.). Il mercoledì pomeriggio si è svolto all’insegna di esercizi incentrati sul lavoro fisico e sulla forza e il gruppo ha visto il rientro in sede di Gigi Buffon, Leonardo Bonucci, Daniele Rugani e Medhi Benatia. Ai tre giorni di allenamento non hanno preso parte gli infortunati: a tal proposito, è da segnalare l’inevitabile differenziato per Paulo Dybala e Marko Pjaça, nonché le terapie per Andrea Barzagli. L’appuntamento con la nuova seduta è per questo pomeriggio, quando si dovrebbe assistere anche all’arrivo degli ultimi nazionali, vale a dire Mandžukić, Lemina, Evra e i sudamericani Higuain, Cuadrado e Dani Alves.

JUVENTUS: REPORT DALLE NAZIONALI

GABON-COMOROS 1-1 (15/11 ore 15:00)
Nell’amichevole con le Isole Comoros il Gabon di Mario Lemina ha rischiato la figuraccia, dalla quale è stato salvato proprio dal centrocampista della Juventus: difatti, titolare e in campo per tutta la durata dell’incontro, il numero 18 bianconero ha regalato il pareggio alla sua Nazionale al 65′, rimontando così lo 0-1 subito al 23′ del primo tempo.

MAROCCO-TOGO 2-1 (15/11 ore 15:00)
Panchina invece per Medhi Benatia, che ha assistito inerme al trionfo del suo Marocco nel friendly match con il Togo.

IRLANDA DEL NORD-CROAZIA 0-3 (15/11 ore 20:45)
mandzukic-croaziaSublime e ineccepibile. Questi gli aggettivi più adeguati a descrivere l’amichevole disputata da Mario Mandžukić, inevitabilmente titolare e in campo fino al triplice fischio finale con la sua Croazia contro l’Irlanda del Nord. Appena nove minuti e il numero 17 bianconero ha sbloccato di testa il match, lanciando un chiaro segnale agli avversari della serata e a Massimiliano Allegri. E come se il goal non bastasse, il centravanti croato ha servito anche l’assist al compagno di squadra Kramaric per il definitivo 0-3.

ITALIA-GERMANIA 0-0 (15/11 ore 20:45)
Nell’amichevole di tutte le amichevoli, Italia e Germania hanno lasciato a bocca asciutta tifosi e spettatori. Con Sami Khedira già a Vinovo, niente “scontro in famiglia” per Gianluigi BuffonDaniele Rugani Leonardo Bonucci, bonucci-italiatutti e tre scelti titolari per l’occasione da Giampiero Ventura. Il Capitano bianconero e azzurro ha blindato la porta per quarantacinque minuti, per poi lasciare spazio all’erede Gigio Donnarumma, e si è reso protagonista non solo con due uscite tempestive su Goretzka e su cross di Kimmich, ma anche con la solita efficacia sui tiri dalla distanza. Ottima prova anche per Rugani, che si è messo in risalto soprattutto nella copertura su Gnabry e ha dimostrato di poter sostituire degnamente Barzagli e Chiellini. Quanto a Bonucci, il match contro i tedeschi è stato solo l’ennesima conferma di come lui sia il vero pilastro della retroguardia azzurra, mostrandosi sempre attento e preciso nei raddoppi e nelle chiusure.

FRANCIA-COSTA D’AVORIO 0-0 (15/11 ore 21:00)
L’altra panchina “bianconera” della serata è stata riservata a Patrice Evra, che non ha preso parte allo scialbo pareggio a reti inviolate della Francia nell’amichevole con la Costa d’Avorio, che la scorsa settimana aveva racimolato un altro 0-0 contro il Marocco di Benatia.

ARGENTINA-COLOMBIA 3-0 (16/11 ora italiana 00:30)
Dopo il Brasile del compagno Dani Alves, stavolta Gonzalo Higuain si è ritrovato avversario per una notte di Juan Guillermo Cuadrado nel secondo e ultimo match di questa tornata valido per le qualificazioni a Russia 2018. higuian-argentinaRitrovato si fa per dire perché, mentre l’ala bianconera ha ottenuto una maglia da titolare ed è rimasto in campo con la sua Colombia per novanta minuti, il centravanti argentino ha pagato con la panchina il tracollo subito la scorsa settimana con la Seleção e le ingiuste critiche di stampa locale e tifosi, visto che Bauza gli ha preferito l’ex genoano Pratto per ben settantanove minuti. Cuadrado è stato il migliore dei suoi, nonostante l’ammonizione rimediata al 77′, e ha cercato più volte di proporre giocate degne di nota e di lanciarsi efficacemente nella specialità della casa, vale a dire il dribbling e l’uno contro uno, ma nulla ha potuto contro un Albiceleste guidata da un ritrovato Lionel Messi che ha dimostrato di non voler rimanere fuori dai giochi mondali prima del tempo. Quanto a Higuain, per lui soltanto una quindicina di  minuti finali, nei quali si è reso protagonista passivo del terzo goal visto che all’84’, non agganciando l’assist della solita “Pulce”, ha favorito Di Maria che a sua volta ha depositato facilmente il pallone in rete.

PERÙ-BRASILE 0-2 (16/11 ora italiana 03:15)
Nella sua centesima presenza con la maglia verdeoro, Dani Alves ha assistito a un’ulteriore vittoria del suo Brasile, che a questo punto si conferma sempre più leader del girone sudamericano valido per le qualificazioni a Russia 2018. Buona partita quella del bianconero, che si è visto in campo per novanta minuti e si è applicato maggiormente in fase difensiva e di copertura sui potenziali inserimenti dei peruviani.

JUVENTUS: REPORT INFORTUNATI

Andrea Barzagli: lussazione della spalla sinistra. Il suo rientro in campo è stimato per gennaio 2017.
Paulo Dybala: lesione muscolare al bicipite femorale della coscia destra. Indisponibile almeno per le prossime tre settimane.
Marko Pjaça: contusione ossea al perone. Indisponibile almeno per un mese.
– Rolando Mandragora: procede il recupero del centrocampista dopo la frattura al quinto metatarsale del piede destro. Indisponibile almeno fino a gennaio 2017.

FANTAPILLS

fantapills– Nonostante il recupero di Giorgio Chiellini, è probabile che Allegri voglia preservarlo per l’importante sfida di Champions con il Siviglia, considerando che già più volte in questa stagione il difensore ha dato forfait a causa di diverse noie muscolari. Di conseguenza, nel ruolo di terzino sinistro si potrebbe rivedere Patrice Evra, tra l’altro lasciato a riposo nell’ultima gara con la Francia.

– L’impiego di Evra a sinistra potrebbe dare spazio a una difesa a 4 e a Stephan Lichtsteiner terzino destro. La presenza dello svizzero contro il Pescara appare sempre più reale, anche perché si è allenato a Vinovo già da martedì, a differenza di Dani Alves che si rivedrà soltanto oggi tra le mura dello Juventus Center.

Gonzalo Higuain: qualcosa ci dice che alla maggior parte dei tifosi bianconeri e soprattutto dei suoi fantallenatori interessino ben poco le sue disavventure con l’Argentina. Anzi, c’è chi fra essi spera che le critiche ingiuste e spietate dei suoi connazionali lo spingano con il Pescara a distribuire +3 a volontà. Così, a sfregio.

Mario Mandžukić: che si dia una mossa anche in maglia bianconera, perché vederlo timbrare sempre il cartellino con la Croazia fa rabbia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy