Casa Juventus: Higuain, Dybala e Pjanic all’assalto della Roma

Report del giovedì: tutte le ultime news dalla sede bianconera.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Il sorteggio degli ottavi di Champions League a Nyon, la cena di Natale organizzata dalla società e il rinnovo di Daniele Rugani hanno aperto la settimana post-vittoria del derby con il Torino, annichilito da un Gonzalo Higuain in gran rispolvero e da una Juventus che sembra aver ritrovato fiducia nei propri mezzi, grazie al fondamentale recupero di Paulo Dybala e soprattutto al lavoro di Massimiliano Allegri che, pur cambiando modulo e interpreti ad ogni partita, riesce quasi sempre a infondere alla squadra la giusta sicurezza e la necessaria determinazione per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Pertanto, per chiudere in bellezza il 2016 all’intera compagine bianconera non resta che consolidare il primato in Campionato facendo proprio lo scontro al vertice con la Roma, in programma sabato 17 dicembre alle 20:45, e conquistare il primo trofeo della stagione, quella Supercoppa Italiana che il 23 dicembre alle 17:30 (ora italiana, ndr.) le verrà contesa dal Milan di Vincenzo Montella.

JUVENTUS: REPORT ALLENAMENTO

Di conseguenza, vista l’assenza di impegni ufficiali infrasettimanali, il tecnico livornese ha concesso un meritatissimo lunedì di riposo ai suoi ragazzi che, dunque, hanno ripreso le fatiche dell’allenamento giornaliero solo martedì pomeriggio. Oltre che con il freddo e la fitta nebbia di Vinovo, i Campioni d’Italia in carica si sono ritrovati a fare i conti chi con esercizi in palestra, chi con un programma atletico sul campo che si è poi concluso con esercitazioni con il pallone. Nell’occasione, una buona notizia è giunta dall’infermeria: infatti, Marko Pjaça si è aggregato parzialmente al gruppo, sulla scia di Andrea Barzagli che invece ha ripreso a lavorare interamente con i compagni. Seduta decisamente più intensa mercoledì mattina, quando i bianconeri si sono dedicati dapprima a un necessario riscaldamento, in virtù delle gelide temperature dello Juventus Center, e poi a un lavoro di perfezionamento tattico volto a migliorare il possesso palla. Stamane è prevista una nuova seduta al fine di proseguire nella preparazione della sfida al vertice con la Roma. Da segnalare ancora il lavoro differenziato e personalizzato per Leonardo Bonucci.

JUVENTUS: REPORT INFORTUNATI

– Dani Alves: frattura composta del perone sinistro. Recupero indefinito, ma dovrebbe rimanere out almeno fino a marzo 2017.
– Leonardo Bonucci: lesione muscolare del bicipite femorale della coscia sinistra. Out almeno fino a febbraio 2017.
 Andrea Barzagli: lussazione della spalla sinistra. Contro ogni pronostico e prognosi medica, l’ultima delle quali lo dava per recuperato non prima di gennaio 2017, e dopo la ripresa parziale degli allenamenti della scorsa settimana, questa settimana ‘The Wall’ è rientrato a tutti gli effetti in gruppo. Si attende solo l’ok ufficiale dei medici, ma a questo punto è davvero plausibile che lo si riveda in campo per il big match con la Roma, in programma allo Stadium il 17 dicembre, o tutt’al più contro il Milan nella finale di Supercoppa Italiana, prevista per il 23 dicembre a Doha.
– Marko Pjaça: contusione ossea al perone. Martedì pomeriggio ha ripreso a lavorare parzialmente con la squadra e questo lascia ben sperare per un suo recupero definitivo per gennaio 2017.
– Rolando Mandragora: procede il recupero del centrocampista dopo la frattura al quinto metatarsale del piede destro. Indisponibile almeno fino a gennaio 2017.

JUVENTUS INTERVISTE: KHEDIRA & BUFFON

A fare il punto della situazione, stavolta, ci ha pensato Sami Khedira che ha espresso il proprio pensiero sull’ultima e sulla prossima sfida di Campionato, nonché sul sorteggio di Champions League: Juventus-Roma sarà una grande sfida, prima contro seconda. La giochiamo in casa, e per noi sarà un grande vantaggio. Non vediamo l’ora che sia il khedira-juventusgiorno della partita: sicuramente sarà un match difficile, abbiamo visto anche lo scorso anno che la Roma è un avversario complicato da affrontare. Il derby con il Torino? Una bella partita, intensa: siamo stati bravi a pareggiare prima della fine del primo tempo, anche perché abbiamo continuato a giocare bene anche dopo il gol del Toro. Una vittoria meritata, contro una squadra molto dura da affrontare: un successo molto importante per noi e per i tifosi. Gli ottavi di Champions? Il Porto è una squadra dalle buone caratteristiche tecniche, poi è nel gruppo delle 16 e, anche se non è un grande nome come Bayern o Manchester City, sarà una sfida molto impegnativa. Dovremo fare due grandi partite per superare il turno”.

Medesimi temi affrontati anche dal Capitano Gianluigi Buffon, che si è perfino dilungato parlando della Supercoppa Italiana (in programma a Doha il prossimo 23 dicembre, ndr.) e degli strani baffi che hanno fatto capolino sul suo volto la scorsa settimana: Juventus-Roma è una partita importante. Loro stanno bene e sono fiduciosi e non è certo una sorpresa vederli così in alto, anche perché la Roma ha giocatori di valore internazionale, un ottimo allenatore che stimo molto e ha identità ed esperienza. Non le manca nulla per provare a vincere il titolo. D’altra parte, Roma e Napoli, insieme alla Juve, in questi anni hanno dato vita a tanti duelli sportivi e questo significa che i progetti di queste due società stanno dando risultati importanti. In questo momento Dzeko è lo stoccatore più pericoloso e si è integrato perfettamente negli schemi di Spalletti: probabilmente aveva solo bisogno di un po’ di tempo, anche perché oltre a questo presente ha anche un passato importante che parla a suo favore. Non giocherà Totti? buffon-juventusQuando Francesco non mi gioca contro sono sempre felice, intanto perché nutro nei suoi confronti una stima illimitata, e poi perché ha la medesima classe di quando ha iniziato, anzi, forse in alcune giocate l’ha addirittura affinata: è un punto di riferimento per la squadra e per la città. Quanto a noi, siamo usciti dal derby rinfrancati e, inoltre, nelle ultime partite ci sono stati buoni segnali, che forse può percepire solo chi vive la quotidianità dello spogliatoio e che mi rendono molto felice perché, al di là degli aspetti tecnici, ho visto una squadra viva. Gli ottavi di Champions? È inutile negare che sarebbe potuta andare peggio, credo sia onesto ammetterlo. Siamo favoriti, ma poi dovremo dimostrarlo in campo, perché sulla carta molte squadre vincono, ma poi steccano al momento della verifica. Rispettiamo molto il Porto che, tra l’altro, ha eliminato la Roma ai preliminari e questo dimostra che ha valori, esperienza e singoli abituati a calcare certi palcoscenici da protagonisti. Certo, l’anno scorso con il Bayern Monaco agli ottavi era andata peggio. La Supercoppa con il Milan? Una finale dà sempre emozioni particolari. Inoltre, giocare gare del genere è importante, perché ci si abitua a scontri in cui non c’è appello e si deve essere subito in partita e quindi può essere utile anche in ottica futura. I miei nuovi baffi? Nessuna scaramanzia. Semplicemente mi stavo facendo la barba e il rasoio si è scaricato lasciandomi una specie di baffo. A quel punto li ho rimodellati e li ho tenuti, ma credo che tra poco se ne andranno”.

FANTAPILLS

fantapills– Gonzalo Higuain: “Ora non ti resta che far tuo anche il derby e l’intera città di Torino!”. Avevamo concluso con questo suggerimento la fantapill dedicata al Pipita nel report della scorsa settimana. E, stando al tabellino dei marcatori che hanno deciso da che parte far propendere il derby della Mole, pare proprio che il numero 9 bianconero ci abbia preso alla lettera. Naturalmente speriamo che, oltre a lui, lo abbiate fatto e lo continuiate a fare anche voi, cari fantallenatori di Higuain: perché fidatevi, dopo un mese di digiuno, Gonzalo ha in canna solo tanti +3!

Miralem Pjanic – Paulo Dybala: da subentrati hanno cambiato il volto al derby della Mole, con il primo che ha anche elargito un bel +3 ai suoi fantapossessori, mettendo il sigillo sulla vittoria bianconera. Con ogni probabilità, contro la Roma partiranno titolari e, se sul fronte bosniaco la zampata dell’ex è dietro l’angolo, su quello argentino c’è il desiderio di tornare a rendersi protagonista assieme al connazionale compagno di reparto.

Medhi Benatia: e se la legge dell’ex riguardasse proprio il marocchino, apparso un po’ sottotono nelle ultime uscite?!? Poi non dite che non vi avevamo avvisato!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy