Casa Juventus: esordio per Douglas Costa con il Chievo?

Rientrati tutti i nazionali, a Vinovo è tempo di sedute di allenamento intensive in vista del match casalingo contro il Chievo. Tanti i dubbi di formazione per il tecnico Allegri, che potrebbe lanciare l’ex Bayern Monaco dal primo minuto.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Archiviata la sosta per le qualificazioni a Russia 2018, la Juventus ha ripreso ad allenarsi al Training Center di Vinovo in vista dell’impegnativo tour de force che l’attende da qui a fine mese. Il primo appuntamento è fissato alle 18:00 di sabato 9 settembre all’Allianz Stadium di Torino, dove i bianconeri incontreranno il Chievo per consolidare il primato in classifica, prima di dedicarsi testa e corpo alla delicata trasferta di Barcellona in Champions League. A cominciare da lunedì dunque, Massimiliano Allegri ha dato il via alla graduale preparazione atletica della sua squadra, alla quale giorno dopo giorno si sono aggregati i vari nazionali. A Miralem Pjanic, da subito in gruppo per via della squalifica rimediata con la Bosnia, si sono aggiunti dapprima Szczesny, Lichtsteiner e Matuidi e poi Buffon, Barzagli, Benatia, Rugani, Bernardeschi, Khedira e Mandžukić, fino all’arrivo dei sudamericani Cuadrado, Alex Sandro e Dybala.

JUVENTUS: REPORT INFORTUNATI

Chiellini: trauma distrattivo al polpaccio destro. Rientro previsto per fine settembre.
Marchisio: risentimento al ginocchio sinistro. Rientro previsto per fine settembre.
Pjaça: rottura del legamento crociato del ginocchio destro. Rientro previsto per metà ottobre.

JUVENTUS: REPORT FORMAZIONE E BALLOTTAGGI

Nell’anticipo della terza giornata di Campionato, Mister Max dovrebbe riproporre ancora una volta il modulo che ha fatto le fortune bianconere nella scorsa stagione, seppur con alcuni cambiamenti dettati dalle condizioni fisiche dei suoi calciatori.

In difesa i principali dubbi del tecnico toscano, a partire già dalla scelta tra Buffon e Szczesny: è probabile infatti che per la sfida casalinga contro i clivensi Allegri opti per il polacco tra i pali, in modo da garantire a Gigi il pieno recupero delle forze in vista della sfida con il Barça. Il ruolo di esterno destro basso dovrebbe essere ricoperto da Lichtsteiner, che ancora una volta potrebbe avere la meglio su De Sciglio. Nella zona centrale della retroguardia, a causa del forfait di Chiellini, è lotta a tre per due maglie: a Rugani dovrebbe affiancarsi uno tra Barzagli e Benatia, con il marocchino al momento più quotato per il posto da titolare. A completare il reparto poi uno tra Alex Sandro e Asamoah, con il primo in leggero vantaggio nonostante i pochi giorni di preparazione a disposizione.

A centrocampo non dovrebbero esserci particolari novità, con Miralem Pjanic e Sami Khedira a presidio dell’intera area.

Per quanto riguarda il reparto avanzato, sulla fascia destra è aperto il ballottaggio tra Cuadrado e Douglas Costa, con quest’ultimo in leggero vantaggio viste le fatiche nazionali e il conseguente jet lag per il colombiano. Discorso diverso per Paulo Dybala che, malgrado gli impegni oltreoceano con la sua Argentina, dovrebbe essere regolarmente in campo dal primo minuto date le ottime prestazioni centrate alle prime due uscite in Serie A. La fascia sinistra dovrebbe essere presidiata come al solito da Mario Mandžukić, mentre l’unica punta sarà l’inamovibile Gonzalo Higuain.

Probabile formazioneJuventus (4-2-3-1): Szczesny; Lichtsteiner, Rugani, Benatia, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Douglas Costa, Dybala, Mandžukić; Higuain.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy