Casa Juventus: certezza Higuain e sorpresa Marchisio nel 3-2 rifilato al PSG

Casa Juventus: certezza Higuain e sorpresa Marchisio nel 3-2 rifilato al PSG

Nel secondo appuntamento in terra americana, la Vecchia Signora s’impone sul PSG grazie alla rete di Higuain e alla doppietta di Marchisio. In mostra Dybala e Alex Sandro, male la fascia destra su cui si sono alternati Lichtsteiner e De Sciglio.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

La tournée americana ha portato la prima vittoria per la Juventus che, dopo il 2-1 incassato dal Barcellona, ha battuto il Paris Saint Germain per 3-2. Buona prova per la compagine bianconera, che stavolta non si risparmia e inizia a ingranare la marcia giusta e a far vedere belle giocate.

REPORT JUVENTUS-PSG 3-2

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon (65’ Pinsoglio); Lichtsteiner (46’ De Sciglio), Benatia (46’ Barzagli), Chiellini (46’ Mandragora), Alex Sandro (46’ Asamoah); Khedira (46’ Rincón), Bentancur (46’ Pjanic); Cuadrado (46’ Sturaro), Dybala (46’ Marchisio), Mandžukić (46’ Caligara); Higuain (46’ Kean). Allenatore: Massimiliano Allegri.

PSG (4-3-3): Areola (61’ Descamps); Meunier (46’ Dani Alves), Kimpembé, Thiago Silva (46’ Marquinhos), Berchiche (46’ Kurzawa); Matuidi (46’ Callegari), Thiago Motta (46’ ‘Nkunku), Verratti (46’ Lo Celso); Lucas Moura (46’ Guedes), Cavani (46’ Jesé), Di Maria (61’ Pastore). Allenatore: Emery.

MARCATORI: 45’ Higuain (J), 54’ Guedes (P), 61’ Marchisio (J), 80’ Pastore (P), 89’ Marchisio (J, rig.).

Con gli 8/11 dei titolarissimi della passata stagione in campo, la Juventus parte subito forte e costruisce diverse occasioni con Dybala e Alex Sandro, entrambi i quali danno l’impressione di aver ricominciato da dove avevano lasciato. Al 33’ però Di Maria approfitta di un erroraccio di Benatia e serve Cavani che insacca alle spalle di Buffon, ma la rete viene annullata per fuorigioco millimetrico dell’uruguaiano. Ancora sul risultato di 0-0, la Juventus continua a spingere e a dare il tormento alla retroguardia parigina, che soccombe alle furie argentine bianconere sullo scadere del primo tempo: al 45’ infatti, Higuain e Dybala danno vita ad uno splendido uno-due chiuso dal delizioso cucchiaio del Pipita trovatosi tutto solo davanti ad Areola.

Nella ripresa poi, i ritmi non si abbassano malgrado la girandola di cambi attuata da entrambi juventusgli allenatori. Al 52’ è Sturaro, schierato ala destra, a colpire il palo, mentre un minuto più tardi a porta vuota Guedes non sbaglia dopo aver ricevuto palla da Di Maria che aveva abilmente saltato Mandragora, per l’occasione provato centrale difensivo. Una decina di minuti dopo sale in cattedra l’asse Kean-Marchisio, che riporta in vantaggio la squadra di Allegri: il classe 2000 recupera palla in zona offensiva e appoggia per il Principino che scaraventa di sinistro sotto la traversa. Nel finale, dopo il momentaneo pareggio firmato Pastore, è ancora l’insolita coppia Kean-Marchisio a far divertire il pubblico e a regalare di fatto ai bianconeri il primo successo di questa stagione, con il primo che si procura il rigore trasformato poi dall’italiano.

Il prossimo appuntamento è fissato ora per il 30 luglio, quando si avrà modo di assistere a un anticipo del prossimo Campionato visto che i bianconeri divideranno il campo con la Roma del neo-allenatore Di Francesco.

SPUNTI FANTACALCIO

La coppia delle meraviglie bianconere formata da Higuain e Dybala ha finalmente scaldato i motori e, nel corso del primo tempo, ha dato spettacolo in diverse occasioni, mostrandosi già pronta a buttarsi a capofitto nella nuova stagione e a fare le gioie di tifosi e fantallenatori.

Ottima prova per Marchisio che, dopo un anno trascorso tra alti e bassi a causa del progressivo recupero dalla rottura del crociato, si candida seriamente a un posto da titolare nella prossima stagione, vista anche la sua duttilità che lo rende capace di giocare sia nel centrocampo a due che nel ruolo di trequartista. Senza Dybala in campo, inoltre, è proprio Claudio l’indiziato numero uno a calciare dagli undici metri.

Come ci ha abituato in tutti i suoi ritiri, anche quest’anno Allegri sta approfittando delle amichevoli estive per attuare una serie di esperimenti tattici in modo da comprendere la sua futura formazione tipo. Ciononostante, già da queste prime uscite sembra evidente che, a prescindere dagli interpreti, il 4-2-3-1 non verrà accantonato.

Nota dolente della serata è sicuramente la fascia destra, con Lichtsteiner e De Sciglio incapaci di arrestare le avanzate parigine. L’impressione generale è che lo svizzero debba ancora macinare chilometri per ritrovare la forma e che l’ex rossonero debba ancora inserirsi negli ingranaggi bianconeri, anche se non è esclusa da parte della dirigenza l’ipotesi dell’acquisto di un ulteriore terzino destro che possa rimediare alle attuali lacune in quella zona di campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy