Conferenza Inter – Spalletti: “Icardi e Perisic eccezionali, fiducioso su Gagliardini”

In sala stampa il tecnico nerazzurro ha presentato la trasferta di Crotone.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Luciano Spalletti vuole la Champions nella prossima stagione. E per questo, nella consueta conferenza stampa pre-turno di Campionato, ha ricordato che di partita in partita punterà sugli uomini migliori a disposizione, a prescindere da quelle gerarchie di titolarità che non adotterà mai nella sua Inter.

SPALLETTI TRA TURNOVER E TITOLARI

“Io do considerazione a tutti. Sono passate troppe poche partite, bisogna avere la pazienza di aspettare altre due partite. Ci sono titolari che giocano di più e titolari che giocano di me. Dal mio punto di vista quello più bravo e a cui do più attenzione è quello che ha un ruolo marginale e poi porta lo stesso contributo alla squadra. Quello per me è un campione. Borja Valero sa stare da tutte le parti: se lo metti nel Barcellona gioca pure lì, se lo metti in un’altra squadra dove giocano la palla la gioca ancora meglio. Se giocherà di nuovo lui titolare? Tutti si allenano nella maniera corretta e mi rendono il lavoro difficile, in tutti i ruoli. Il lavoro di squadra è anche stimolare il compagno a fare sempre meglio. Ma è fondamentale il risultato, non quante partite si giocano. Chi entra e fa qualcosa di straordinario è quello che ci dà veramente una mano”.

SPALLETTI TRA ICARDI E PERISIC

Icardi e Perisic non sono due giocatori forti, sono due giocatori eccezionali: sono i migliori che ci sono nel loro ruolo. Poi abbiamo anche altre potenzialità. Basterà giocare qualche altra partita per vedere che segneranno anche altri. Noi siamo sicuri che il nostro collettivo è un collettivo che funziona e che cerca di dare il massimo in ogni partita. I gol non li fanno solo due calciatori, ma li fanno tutti. Due calciatori che segnano soltanto non ci possono portare in Champions e noi dobbiamo essere in lotta fino all’ultima partita per quei posti lì”.

SPALLETTI TRA DIFESA E CENTROCAMPO

“Abbiamo giocatori fortissimi che giocano titolari, Skriniar e Miranda. Un po’ come a centrocampo, ha giocato più uno e meno un altro, ma anche quando non ha giocato Gagliardini è sempre il camion con rimorchio di traverso quando te lo trovi davanti. Siamo fiduciosi per le sue qualità. Ci sono partite in cui preferisci usare uno e non un altro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy