Casa Inter: Vecchi sceglie Perisic e Candreva

Report del venerdì: tutte le ultime news dalla sede nerazzurra.

di Marco Grano

In attesa di conoscere chi sarà il futuro allenatore dell’Inter, i nerazzurri si allenano con l’ex tecnico della Primavera Stefano Vecchi. Per lui c’è stato subito un test importante in Europa: la trasferta contro il Southampton, una gara fondamentale per il prosieguo dei sogni europei ormai quasi infranti. Successivamente, l’Inter affronterà il Crotone nella 12a giornata di Serie A, l’ultima prima della sosta per le Nazionali, dopo la quale finalmente verrà svelato il nome del nuovo tecnico.

INTER: REPORT ALLENAMENTO

L’Inter è subita scesa in campo dopo la partita di Genova in quello che è stato l’ultimo allenamento di Frank De Boer. La squadra si è divisa in due gruppi: seduta di scarico per i giocatori impegnati nella partita di Campionato contro la Sampdoria, lavoro in campo per tutti gli altri.
Dopo il comunicato ufficiale della risoluzione del contratto tra De Boer e l’Inter, Stefano Vecchi ha diretto il suo primo allenamento: prima il consueto riscaldamento, poi lavoro incentrato sulla tattica. La sessione si è chiusa con una serie di partitelle a tema. Il giorno successivo la squadra è volata in Inghilterra per il match di Europa League contro il Southampton. Nel pomeriggio l’Inter ha svolto la seduta di allenamento allo stadio St. Mary. Dopo il riscaldamento, esercizi sul possesso palla, a seguire lavoro sulla rapidità ed i riflessi. L’allenamento si è concluso con esercitazioni tattiche e una partitella.

INTER: REPORT EUROPA LEAGUE

RISULTATO: Southampton-Inter 2-1

Sembra senza fine la sfortuna dell’Inter. L’ennesima partita decisa da un episodio, oggi particolarmente rocambolesco. Un goffo autogol di Nagatomo al 69′ minuto ha difatti regalato la vittoria al Southamton e ha quasi buttato fuori dall’Europa i nerazzurri.
Eppure era partita bene l’Inter, passata in vantaggio con Icardi su assist di Perisic alla mezz’ora del primo tempo e salvata dal solito Handanovic, che ha respinto il rigore di Tadic negli ultimi secondi prima dell’intervallo. Nella ripresa, però, il Southampton è sceso in campo con tutto altro piglio e ha cominciato a schiacciare l’Inter nella propria metà campo. In due minuti i padroni di casa hanno ribaltato il risultato, prima con il capitano Van Dijnk su azione e poi con un’autorete incredibile di Nagatomo dopo due deviazioni di altrettanti compagni di squadra.
Ora le possibilità di passare il turno per l’Inter sono legate sia ai suoi risultati che a quelli del Southampton: servono due vittorie nelle ultime due partite, confidando nel fatto che gli inglesi non ottengano il medesimo risultato.

E’ stato il capitano Icardi il primo a commentare la sconfitta ai microfoni di Sky Sport: “C’è poco da dire: siamo in un momento in cui tutto va male. Dobbiamo cambiare e basta, tutto qua. Nel primo tempo abbiamo giocato abbastanza bene, siamo andati in vantaggio e poi, come ogni volta, ci è venuto giù il mondo. Finché il campo ce lo consentirà, noi ci crederemo nel passaggio del turno. De Boer? Nel calcio purtroppo paga sempre l’allenatore, ma è anche un fallimento per noi: quando un allenatore va via è perché la squadra ha fatto male”.

Anche Vecchi è intervenuto su Sky Sport: “Oggi la squadra ha fatto una prestazione buona dal punto di vista dell’ordine e dello spirito, contro una squadra molto fisica e con buone doti di palleggio. Gli abbiamo dato del filo da torcere, ma mentre nel primo tempo siamo stati bravi a ripartire bene, nel secondo tempo abbiamo perso troppi palloni decisivi. Abbiamo dato tanto sotto l’aspetto fisico, dobbiamo metterci più qualità e volume di gioco.
Non ho avuto molto tempo per lavorare dal punto di vista tattico e mentale, ci sarà poco tempo anche per domenica. Dal punto di vista psicologico abbiamo cercato di darci coraggio già oggi, e abbiamo visto come i ragazzi sono scesi in campo. Purtroppo siamo calati un po’ nel secondo tempo, perdendo anche nella qualità di gioco.  Eppure questa squadra è piena di qualità, ora bisogna solo riuscire a trasmettere un po’ di fiducia sennò anche il minino errore ci condanna, come oggi. Probabilmente la qualificazione è compromessa, ma nel calcio tutto può succedere, così come in Campionato”.

FANTAPILLS

fantapillsIcardi: di riffa o di raffa la palla la butta sempre dentro. Ogni singola partita la speranza è che Icardi segni più gol degli avversari, l’unico modo di vincere.

Perisic: torna titolare e subito regala un assitst ad Icardi. Come tutta la squadra, non si dimostra in piena forma, ma le sue giocate possono essere sempre determinati. La sua esclusione dai titolari nelle ultime uscite è il più grande mistero che ci ha lasciato De Boer.

Handanovic: i 34 rigori parati in carriera dimostrare come il portiere nerazzurro sia lo specialista indiscusso nell’ipnotizzare i tiratori dagli undici metri. In Campionato però non ha ancora portato il +3: prima o poi arriverà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy