Casa Inter: tornado Bayern, si salva solo Icardi

L’Inter viene travolta dal Bayern Monaco che in 45 minuti fa quattro gol, ma c’è anche una buona notizia: il ritorno in campo di Mauro Icardi che in poco più di un quarto d’ora segna la sua prima rete stagionale.

di Marco Grano

Finisce con un sonoro 4 a 1 la tournèe americana dei neroazzurri, surclassati per 90 minuti dal Bayern Monaco, a cui basta solo il primo tempo per congelare il risultato: un gol per Frank Ribery e tripletta del giovane Julian Green, attaccante statunitense classe ’95. L’unica nota lieta per l’Inter arriva dal capitano Mauro Icardi, che dopo aver saltato le ultime due amichevoli per un fastidio alla spalla, riassapora il campo nei 20 minuti finali siglando a tempo scaduto il gol della bandiera.

INTER-BAYERN MONACO 1-4: IL TABELLINO

INTER: Handanovic (79′ Carrizo); D’Ambrosio, Miranda, Ranocchia, Ansaldi (71′ Miangue); Nagatomo, Melo, Kondogbia, Erkin (46′ Bessa); Palacio, Jovetic (71′ Icardi).

BAYERN MONACO: Starke; Rafinha, Javi Martinez, Feldhanh Alaba; Thiago, Vidal, Benko; Ribery, Green, Pantovic.

MARCATORI: 7′ Green, 13′ Ribery, 29′ e 35′ Green, 90′ Icardi

INTER-BAYERN MONACO 1-4: MATCH REPORT

Parte forte la squadra di Carlo Ancelotti che in poco più di 7 minuti è già in vantaggio: traversone dalla sinistra di Alaba, Green anticipa Ranocchia e al volo mette alle spalle di Handanovic. Dopo appena altri 5 minuti è già 2 a 0: questa volta è Ribery a farsi trovare in mezzo all’area dopo la penetrazione di Benko, altro errore per Ranocchia che preferisce raddoppiare su Green lasciando solo il francese. Per il Bayern è tutto troppo facile e al minuto 29′ arriva il terzo gol: Ranocchia “buca” un colpo di testa lasciando campo a Ribery, il nr. 7 porta avanti l’azione e serve Julian Green che la completa con un diagonale secco sul secondo palo, troppo lento Handanovic in discesa. Al minuto 35′ arriva il poker e per Julian Green è hattrick: questa volta il classe ’95 appoggia da pochi passi dopo un lungo giro palla dei tedeschi. Dal replay, però, si nota che l’attaccante era in posizione irregolare al momento del traversone basso di Rafinha. Poco importa, perchè il Bayern domina il campo e l’impressione è che il margine potrebbe essere molto più ampio.

Nel secondo tempo gli uomini di Ancelotti sembrano non voler infierire e si limitano ad un lungo possesso senza affondare troppo. L’Inter difende provando a ripartire con lanci lunghi in avanti dove Palacio, l’ultimo dei neroazzurri a mollare, prova a far salire la squadra ma con scarsi risultati. Al minuto 71′, dopo il time out tecnico imposto per il grande caldo, ecco scendere in campo il capitano neroazzurro. A fargli posto è uno spento Jovetic. Allo scoccare del 90esimo Icardi approfitta di un passaggio errato di Alaba intercettando il pallone: il nr. 9 si invola verso la porta avversaria e insacca con freddezza in rete rendendo la sconfitta meno amara. Il match si chiude così con il risultato di 1 a 4.

FANTAPILS

fantapillsIcardi: sono bastati 20 minuti per rendere il passivo meno pesante e per scacciare ogni dubbio su presunti malumori che potrebbero minare la sua efficacia sotto porta. Mercato o meno, questo ragazzo è nato per gonfiare le reti, con qualunque maglia e in qualunque asta resterà sempre un 1° slot.

Ranocchia: anche lui un uomo mercato ma anche lui probabilmente resterà. Se per Icardi è una speranza, per Ranocchia è un incubo. Il miglior slot dove piazzarlo è quello del vostro avversario più odiato: state alla larga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy