Casa Inter: il dubbio è Banega

Report del venerdì: tutte le ultime news dalla sede nerazzurra.

di Marco Grano

Archiviato il derby, l’Inter di Pioli prosegue la sua rincorsa in Campionato. Mentre in Europa arriva l’eliminazione, in Serie A i nerazzurri si apprestano ad affrontare la Fiorentina nella partita del monday night.

Il dubbio maggiore per Pioli è a centrocampo. Medel sarà assente per oltre un mese, ma già nella scorsa partita contro il Milan il cileno era stato proposto in difesa, al fianco di Miranda. La vera incognita è l’impiego di Banega, giocatore dall’indiscusso talento, ma che tatticamente non si sposa con l’equilibrio a cui siamo abituati in Italia.

INTER: REPORT ALLENAMENTO

La prima seduta della settimana ha visto la squadra dividersi in due gruppi: seduta specifica per i giocatori impegnati nel derby, lavoro sul campo per tutti gli altri. Il giorno successivo c’è stata invece una seduta pomeridiana per tutto il gruppo. La squadra ha iniziato il lavoro di preparazione alla sfida europea contro l’Hapoel. L’allenamento è iniziato in palestra, ed è proseguito sul campo con esercizi atletici e di tecnica.

Nella giornata di mercoledì la squadra è partita per Be’er Sheva, dove nel pomeriggio ha svolto l’allenamento al “Turner Stadium”. Pioli, dopo un lungo discorso a metà campo, ha fatto svolgere degli esercizi tattici, poi messi in pratica con partitelle a tema.

Giovedì solo rifinitura per la squadra, prima della sfida delicata di Europa League.

INTER: REPORT INFORTUNATI

La settimana si è aperta con il responso dei test clinici sull’infortunio accorso a Medel durante il derby di domenica. Il centrocampista cileno ha riportato una lesione del menisco laterale, per il quale la società nerazzurra ha optato per la terapia chirurgica, scartando l’ipotesi di quella conservativa. L’intervento di artroscopia al ginocchio destro del cileno si è svolto a Barcellona nella mattinata di ieri ed è perfettamente riuscito, come riportato dal sito ufficiale dell’Inter. Lo stop dai campi di gioco, per Medel, sarà di circa 40 giorni.

Il resto dell’infermeria è occupata da Santon e Palacio. Entrambi potrebbero tornare disponibili per la prossima gara contro la Fiorentina, ma difficilmente scenderanno in campo dato che, ad oggi, non sono ancora rientrati in gruppo.

INTER: REPORT EUROPA LEAGUE

RISULTATO: H. Beer Sheva-Inter 3-2

L’Inter esce dall’Europa senza acuti, quella con l’Hapoel è la quarta sconfitta in cinque gare, due su due contro gli israeliani. Davvero troppo poco per una squadra che appena sei anni fa era in cima al mondo del calcio.

Nella partita di questa sera si è vista una squadra dai due volti. Un primo tempo quasi perfetto. Due gol in poco più di 25 minuti: il primo di Icardi, su suggerimento di Eder, il secondo di Brozovic, con un tiro a giro dal limite dell’aria. Poi, dopo il riposo, la squadra di Pioli è letteramente sparita dal campo, assente fisicamente e psicologicamente, con l’unico ed ultimo sussulto della traversa di Icardi, al minuto 52, 5 minuti prima dell’1-2 di Maranhao. L’Inter ha sofferto gli avversari per tutti i secondi 45 minuti, e solo per un caso non ha subito il pareggio prima del rigore, con espulsione di Handanovic, al minuto 68. Il gol del definitivo 3-2, è arrivato a tempo ormai scaduto, quando tutta la squadra era ormai rassegnata ad essere fuori dall’Europa, e se non ha fatto danni per la classifica europea, ha invece dato l’ennesima mazzata al morale di giocatori e tifosi. Per Pioli sarà dura risollevarlo: la sua avventura in nerazzurro è subito arrivata ad un punto critico.

Le parole di Pioli nel post-gara: “Dovremo lavorare molto. Nel primo tempo abbiamo dominato, era sufficiente mantenere lo stesso atteggiamento, ma nella ripresa siamo stati troppo individualisti. Siamo stati preuntuosi e non possiamo essere soddisfatti del nostro lavoro. È soprattutto un problema di testa, vedendo il primo tempo credo si possa dire che la squadra è composta da tanta qualità ma, mai come oggi, potete vedere come chi sa soffrire nei momenti difficili della partita riesce a venire fuori e a ottenere i tre punti”.

FANTAPILLS:

fantapillsBanega: nella gara europea, a tratti, si è visto il bel giocatore che ha fatto innamorare a Siviglia. Pioli sta studiando una soluzione per inserirlo sempre, anche perchè l’alternativa sarebbe Kondogbia.

Candreva: si conferma uno dei più in forma tra i nerazzurri, con cross, sgroppate, conclusioni. In questo momento può e deve trascinare la squadra, come già fatto con la Lazio di Pioli.

Brozovic: dopo Candreva, ecco un altro dei nerazzurri sbloccato dal nuovo mister. Pioli sembra puntarci molto e le sue caratteristiche potrebbero sposarsi alla perfezione con il tipo di movimenti che il mister vuole dalle mezzali. I suoi fantapossessori stavano aspettando da tempo questo momento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy