Casa Inter: 2-0 al Bayern Monaco, sorprende Eder e brilla Joao Mario

Continua il percorso di crescita della nuova Inter targata Luciano Spalletti. Nell’International Champions Cup, i nerazzurri battono il Bayern Monaco con una doppietta dello scatenato Eder. Tra i migliori anche Joao Mario e Skriniar.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

Dopo la prestazione positiva contro il Lione, l’Inter vince ancora, questa volta contro il Bayern Monaco allenato da Ancelotti. Gli uomini di Spalletti hanno dimostrato compattezza tra i reparti e molta attenzione difensiva, nonché interessanti movimenti offensivi.

Non emergono particolari stravolgimenti nelle tattiche e nella formazione adottate ultimamente dai nerazzurri. Spalletti decide di riproporre il 4-2-3-1: Handanovic tra i pali, a sua protezione troviamo Miranda e Skriniar centrali con D’Ambrosio e Nagatomo terzini. A centrocampo Borja Valero e Kondogbia. Joao Mario in versione trequartista, viene coadiuvato dagli esterni Candreva e Perisic per supportare l’unica punta Eder.

REPORT BAYERN MONACO-INTER 0-2  

Bayern Monaco (4-2-3-1) Ulreich (Hoffmann dal 23′ st); Rafinha (Friedl dal 1′ st), F. Gotze, Hummels (Javier Martinez dal 1′ st), Alaba; Tolisso (Renato Sanches dal 1′ st), Dorsch; Coman, James Rodriguez (Muller dal 1′ st), Ribery (Pantovic dal 34′ pt); Lewandwski (Wintzheimer dal 24′ st). Allenatore: Ancellotti.

Inter (4-2-3-1) Handanovic; D’Ambrosio (dal 37′ s.t. Ansaldi), Skriniar (dal 45′ s.t. Ranocchia), Miranda (dal 37′ s.t. Murillo), Nagatomo(dal 45′ s.t. Valietti); Borja Valero (Gagliardini dal 20′ st), Kondogbia; Candreva (Biabiany dal 20′ st), Joao Mario (Brozovic dal 20′ st), Perisic (dal 37′ s.t. Pinamonti ); Eder (Gabigol dal 5′ st). Allenatore: Spalletti.

MARCATORI:  Eder al 9′ e al 30′ pt

Le due compagini si affrontano sin da subito a viso aperto. Pur lasciando la gestione della partita agli avversari, l’Inter diventa concreta e cinica già dalle primissime occasioni: passa subito in vantaggio al 9′ del primo tempo, quando Candreva pennella un cross dalla destra consentendo ad Eder di insaccare in rete con un preciso colpo di testa. L’oriundo della Nazionale non si accontenta e lo dimostra al 30′ del primo tempo, quando si avventa sul cross di Perisic, anticipando Hummels, per impattare nuovamente di testa e garantire alla sua squadra il doppio vantaggio.

Spalletti effettua il primo cambio al 50′, quando uno straripante Eder esce per far spazio a Gabigol, quest’ultimo tenta di mettersi subito in mostra con diverse giocate e qualche conclusione in porta dall’esito non positivo. Nel resto della partita, la squadra nerazzurra si limita a controllare la partita senza particolari rischi, decidendo di puntare sulle ripartenze. Brividi nel finale, quando Handanovic effettua un intervento su una potenziale autorete di Miranda, evitando al compagno di macchiare la sua buona prestazione.

Il prossimo appuntamento dell’Inter nella competizione estiva è previsto sabato 29 luglio, ore 13:35, al National Stadium di Singapore, dove la formazione allenata da Spalletti affronterà i campioni di Inghilterra del Chelsea, allenati da Antonio Conte.

SPUNTI FANTACALCIO

La doppietta di Eder e la sua fame di gol in generale, sono degli elementi molto interessanti ma che potrebbero essere fini a sé stessi. L’attaccante della Nazionale italiana sembra trovarsi a meraviglia tra gli schemi e le tattiche del suo nuovo allenatore, tuttavia sembra destinato ad avere un ruolo di secondo piano o quantomeno di riserva di primo livello, accertato che l’Inter punterà esclusivamente sul bomber e capitano Icardi. Nessuna novità positiva da Gabigol che continua a non incidere e potrebbe essere ceduto in prestito nei prossimi giorni.

Attenzione alla batteria dei trequartisti/esterni d’attacco. Partita straripante quella del portoghese Joao Mario, indicato da alcuni addetti ai lavori come il calciatore che usufruirà maggiormente della cura Spalletti, questo pensiero sta trovando le sue prime conferme osservando le ultime uscite della squadra nerazzurra. Gli esterni, Perisic e Candreva, hanno dimostrato di essere già in buona condizione, sfornando un assist a testa in direzione di Eder.

Dopo le incertezze della scorsa stagione, la difesa interista sembra aver trovato la quadratura del cerchio, pur essendo ancora un reparto in rodaggio. In particolare, molto positiva è stata la prova del nuovo acquisto Skriniar che ha potuto usufruire dell’esperienza del compagno di reparto Miranda, dimostrando sicurezza e concentrazione contro il temibile reparto offensivo del Bayern Monaco. Solita prova attenta di Miranda ma con qualche sbavatura di troppo nel finale, tuttavia la porta inviolata è senza dubbio un grande risultato contro i bavaresi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy