Genoa, Piątek fa gola a chiunque

Genoa, Piątek fa gola a chiunque

Il giovane attaccante polacco si è finora messo in mostra con 9 goal in 7 partite ufficiali ed è entrato nel mirino di tanti top club italiani ed europei.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Da Bayern Monaco e Borussia Dortmund a Barcellona, Valencia e Atlético Madrid, passando per Juventus, Napoli, Roma e Inter. C’è davvero la crème de la crème del calcio europeo ai piedi di Krzysztof Piątek, l’attaccante classe 1995 che sta facendo impazzire i tifosi del Genoa e tutti quei fantallenatori che durante l’asta estiva non si sono lasciati incantare dai nomi altisonanti della concorrenza e hanno deciso di puntare sulla scommessa polacca, capace di trasformarsi nel giro di sole sette giornate in certezza da schierare ad occhi chiusi.

Tale trasformazione è ovviamente avvenuta a suon di goal, ben 9 finora, un bottino questo che rende Piątek l’attuale capocannoniere della Serie A e che ha suscitato l’interesse dei migliori top club in circolazione in Italia e in Europa. A confermarlo è stato lo stesso dg rossoblù Giorgio Perinetti, che in un’intervista concessa a Tuttosport ha parlato del presente e del futuro del suo numero 9.

LE DICHIARAZIONI DI PERINETTI

“È un attaccante diverso da tutti quelli che ho avuto: come stile mi ricorda le grandi punte degli Anni ‘60-’70, tanti goal e poche parole. Di lui mi ha stupito la serenità. Soprattutto nell’ultimo periodo, dove più o meno tutti i giorni è al centro delle attenzioni mediatiche, mi ha colpito la maturità: sembra vivere all’interno di una campana di vetro, è un ragazzo sano che non si fa distrarre da nulla e che vive per il prossimo goal.

È un attaccante concreto che è partito alla grande, ma siamo solo all’inizio: dopo la sosta c’è la Juventus che sarà solo la prima tappa dura di un ciclo di ferro in cui Piatek si misurerà con ostacoli superiori.

Se potrà risentire del cambio in panchina? Non c’è alcun rischio in tal senso, perché parliamo di un ragazzo che ha il goal nel dna, anche se va lasciato tranquillo visto che ha solo 23 anni e ampi margini di crescita. La sua migliore qualità? Lo smarcamento: è una dote innata, in area scompare e poi riappare giusto in tempo per segnare.

Il suo futuro? Negli ultimi tempi a Marassi abbiamo accreditato tanti osservatori e dirigenti di club tedeschi e spagnoli. Anche tutte le big di Serie A hanno preso informazioni, ma come ha detto il Presidente Preziosi fino a giugno Piatek se lo godranno i tifosi del Genoa“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy