Conferenza Genoa – Mandorlini: “Cataldi e Veloso sono out, metto Izzo regista”

Il tecnico rossoblu davanti ai microfoni alla vigilia del match di domani con l’Atalanta. Emergenza a centrocampo per Mandorlini che pensa a mettere Izzo a centrocampo vista la contemporanea assenza di Cataldi e Veloso. In attacco si punta sulla voglia di riscatto della coppia Simeone-Pinilla.

di Alessandro Mura

Il Genoa sta vivendo un 2017 molto difficile: troppo pochi i 6 punti raccolti in 11 partite derivati da una sola vittoria (contro l’Empoli), tre pareggi e ben sette sconfitte. La tensione che si è creata tra il presidente Preziosi e i tifosi del Grifone sembra ormai insanabile, è soprattutto per questo motivo che gli allenamenti dei rossoblu avvengono da due settimane a porte chiuse. Domani a Marassi (ore 15:00) andrà in scena lo scontro tra Genoa e Atalanta con il grande e amato ex Gasperini che farà ritorno a Genova, i rossoblu non possono permettersi una sconfitta, non tanto per la situazione in classifica quanto per i propri tifosi che aspettano una vittoria in casa da troppo tempo. Proponiamo ora gli spunti più importanti offerti da mister Mandorlini in conferenza.

MANDORLINI SULLA SQUADRA

Come sta il gruppo?I giocatori si preparano e un allenatore prepara le situazioni. Affrontiamo questa partita in maniera positiva. Incontriamo una squadra che sta bene. Dobbiamo cercare di fare punti e tornare alla vittoria in casa“.  Impauriti in campo?Sono tanti i risultati negativi e vengono a mancare le certezze. Il risultato è fondamentale perchè ti alleni meglio“.

MANDORLINI SULL’ATALANTA

Come si può affrontare questa Atalanta?Bisogna esser bravi a contenere e a fare la fase difensiva. Ultimamente abbiamo proposto un po’ meno per tanti motivi. Domani c’è l’esame e vediamo che se tutto quello provato in questi giorni porterà i suoi frutti“. Chi teme di più dell’Atalanta?E’ una squadra in fiducia, sono tanti gli aspetti che fanno sì che questa gara sia difficile. Il Genoa deve aver rispetto di tutti ma paura mai“.

MANDORLINI SULL’ATTRITO TRA SOCIETA’ E TIFOSI

Noi siamo un po’, fra virgolette, figli del risultato. La gente spingerà la squadra per fare risultato, torna il presidente e più siamo meglio è. Quello che conta è ritrovare il risultato che è fondamentale per tanti aspetti“.

MANDORLINI SULLA FORMAZIONE

Cambierà qualcosa in campo? Qualcosa cambierò. Veloso non ha recuperato, quel ruolo può farlo Izzo. Abbiamo avuto due settimane per lavorare meglio. Sono contento di queste due settimane e non vedo l’ora arrivi questa partita“. Cataldi?Danilo non si è allenato oggi. Il dubbio poteva essere solo quello, ovvero del dubbio del ragazzo“. Veloso andrà in panchina?No. Abbiamo provato ma ci prendiamo ancora una settimana. Poi in vista dell’Udinese vedremo“. Se Izzo giocherà in mediana le chiederà più copertura oppure anche di fare il Mandorlini?Io vengo da questa esperienza. A me piacciono i giocatori universali e Armando è un giocatore che può ricoprire quel ruolo“.

MANDORLINI SULLA COPPIA SIMEONE-PINILLA

Punterà sulla voglia di riscatto di Pinilla?Le rivincite sono importanti nel calcio. Mauricio gioca perchè è un giocatore fisico. Queste sono situazioni sue e che dovete chiedere a lui. Io penso all’aspetto tecnico“. Simeone non trova la via del gol da tanto tempo.Succede anche ai più grandi attaccanti. Ci sono questi momenti, lui è giovane e lavorare per trovare più tranquillità è importante. Non è un problema e sarà un’esperienza che si porterà dietro con sè. Deve giocare tranquillo“.

GENOA: PROBABILE FORMAZIONE

Dopo due settimane di allenamento a porte chiuse non è facile ipotizzare la squadra che scenderà in campo domani contro l’Atalanta. Mandorlini potrebbe ritornare al 3-5-2 dopo aver schierato il 4-3-3 a San Siro con il Milan. In difesa di sicuro c’è il rientro di capitan Burdisso che ha scontato la giornata di squalifica.  Sulle fasce dopo la partenza di Edenilson non è in discussione la titolarità di Lazovic, più dubbia quella di Laxalt tornato tardi dalla convocazione con il suo Uruguay, dovrebbe comunque essere lui il laterale sinistro. A centrocampo abbastanza sicuro del posto Hiljemark, mentre ballottaggio tra Ntcham e Rigoni, il centrocampo dovrebbe essere completato da Izzo, proposto regista da Mandorlini viste le assenze di Cataldi e Veloso. In attacco la coppia sudamericana Simeone-Pinilla: i due non sembrano avere ancora trovato l’affiatamento giusto ed è da gennaio che sono a secco, servono i loro gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy