Casa Genoa: un turno per Cofie, 18 mesi di squalifica per Izzo e il ritorno di Juric

Report del mercoledì: tutte le news dalla sede rossoblu. La Corte Federale ha deciso sul caso Izzo: 18 mesi di squalifica per il difensore. Mandorlini esonerato dopo la sconfitta con l’Udinese: torna alla guida del Grifone Ivan Juric.

di Riccardo Corsano, @riccardoc9

Si prevede un finale di stagione turbolento per la squadra di Preziosi. Dopo le contestazioni per il mercato invernale del patron rossoblu, la squadra è entrata in crisi tecnica e societaria, ma soprattutto è iniziata la contestazione dei tifosi. Per reagire, il presidente ha deciso di esonerare il tecnico croato dopo il 5-0 sul campo del Pescara, per far occupare il posto da Andrea Mandorlini. Il tecnico ex Hellas Verona ha cercato di stimolare la squadra a livello di morale, ma dall’atteggiamento in campo dei giocatori e dai risultati ottenuti (3-0 con l’Udinese e squadra completamente senza idee), si è arrivati a far ritornare in panchina Ivan Juric. Ora la squadra sta preparando la prossima partita in casa con la Lazio, ma il clima a Genova è incandescente.

CASA GENOA: REPORT ALLENAMENTO

Il Genoa ha ripreso ad allenarsi lunedì sotto la guida di Ivan Juric, il vice Corradi ed il suo staff. La gara da preparare è quella con la Lazio, prevista sabato pomeriggio alle ore 15:00. In questi giorni era assente Cataldi, convocato da Ventura per lo stage della Nazionale. Rientrerà tra i ranghi nella giornata di domani. Juric, dopo quattro sconfitte di fila, cercherà di dare una sterzata decisiva alla stagione che sta prendendo delle pieghe brusche. La sensazione è che il Grifone tornerà al 3-4-3 del girone di andata. Dopo la prestazione di domenica di Rubinho, probabilmente Lamanna tornerà titolare.

In difesa è emergenza. Stagione finita per Izzo. È arrivata la sentenza del Tribunale per “omessa denuncia”: 18 mesi di stop per il difensore campano. Le linea a tre dietro vedrà quindi un ballottaggio tra Gentiletti e Orban, mentre sono sicuri del posto Munoz e Burdisso. A centrocampo rientrerà finalmente Veloso, al suo fianco Hiljemark e uno tra Cofie e Cataldi. Sulle fasce Laxalt e Lazovic, mentre davanti ci saranno Simeone e in appoggio a due tra Rigoni, Morosini e Palladino. Da non escludere l’inserimento di Goran Pandev o di Ninkovic.

CASA GENOA: REPORT INDISPONIBILI E INFORTUNATI

Cofie: il giudice sportivo sospende per una partita il centrocampista genoano, diffidato e ammonito durante la gara contro l’Udinese.

Pinilla: altre 4 giornate di squalifica da scontare per lui.

Perin: sta già lavorando per recuperare l’operazione al crociato.

Izzo: già da sabato non potrà scendere in campo e dovrà stare fermo un anno e mezzo nella stagione del Mondiale. Per lui è però caduta l’accusa più grave, quella di illecito, che aveva spinto la Procura federale a chiedere 6 anni di squalifica più la radiazione (la richiesta più dura mai avanzata per casi simili). Antonio de Rensis, il legale di Izzo, si appellerà in secondo grado (tra circa un mese): la squalifica potrebbe scendere a un periodo compreso tra i sei e i dodici mesi.

GENOA INTERVISTE: IVAN JURIC

Questo in sintesi quanto ha affermato: “Sono tornato a casa. E’ un momento di difficoltà per noi ma io sono molto carico. Abbiamo disputato un ottimo girone di andata poi abbiamo rallentato commettendo tutti degli errori. In questo momento abbiamo il sostegno di tutti”. Sul Crotone che si avvicina dice: “C’è preoccupazione ma dobbiamo esser positivi”. Una rivincita per lui dopo l’esonero nel dopo Pescara? “Assolutamente no. Se siamo in questa situazione tutti abbiamo sbagliato”.

Ma quali problemi attanagliano questo Genoa? “Probabilmente problemi non solo di testa ma ripeto abbiamo fatto un grande girone di andata e quindi dobbiamo tornare a giocare come facevamo allora”. Sui tifosi dice: “Spero tornino a darci una mano”. Sul suo ritorno invece commenta: “Non c’era alcun bisogno di convincere uno per allenare il Genoa. Ho fatto tante riflessioni ma da oggi dobbiamo dimenticarci gli errori passati”. Sulla sfida con la Lazio: “Sette gare mancano alla fine. Non so se questa squadra sia più in difficoltà rispetto a quello che avevo lasciato. Ma ora pensiamo solo alla Lazio”

FANTAPILLS

– Difesa Genoa: con la sfantapillsqualifica di Armando Izzo, ora il Grifone dovrà affidarsi ad uno tra Orban e Gentiletti. Entrambi non hanno fatto vedere grandi cose quando hanno giocato nel trio dietro. Quello “meno disastroso” è stato l’ex Lazio: è lui il favorito nel ballottaggio.

– Veloso: fondamentale il suo rientro per il centrocampo rossoblu. Il portoghese era fuori dalla sfida con il Napoli, ora il Genoa avrà il suo metronomo di gioco e sarà più facilitato a giocare palla a terra e nella circolazione della sfera. Come abbiamo ribadito spesso, non ha molto appeal fantacalcistico: è titolare con una media voto leggermente sopra la sufficienza, sporcata da qualche giallo di troppo.

– Chi gioca davanti: Simeone, con Pinilla fuori ancora per quattro giornate, è sicuro del posto. C’è la possibilità che Rigoni torni nel suo ruolo da trequartista, in cui aveva fatto bene nel girone d’andata. A contendersi il posto ci saranno il giovane Morosini, che con l’Udinese ha mostrato buone cose, e i due veterani Palladino e Pandev.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy