Conferenza Fiorentina – Sousa: “Kalinic sta bene, ma non so se rischiarlo”

Il tecnico viola ha presentato il match contro l’Empoli.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Derby di Toscana in programma domani ore 15:00 allo Stadio Castellani. Il tecnico viola Paulo Sousa è intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-match toccando più argomenti, dal presente della squadra al proprio futuro, ponendo l’accento sull’unica cosa che conta domenica: tornare alla vittoria dopo la battuta d’arresto contro la Sampdoria.

SOUSA E LA FORMA DELLA SQUADRA

Abbiamo continuità di risultati ora vogliamo continuità di vittorie: per crescere e competere ad un livello più alto in classifica. Poi però ci sono anche le altre squadre, non dipende sempre solo da noi. Avremo tante gare da qui a Natale, sarà un periodo importante e mi auguro di trovare concretezza nel finalizzare il nostro gioco. Aumentando la percentuale di realizzazione in base a quanto creiamo. Abbiamo perso dei punti che avremmo meritato in questo inizio di stagione“.

SOUSA E LA PARTITA CHE SI ASPETTA DALLA FIORENTINA

Voglio vedere lo stesso approccio alla gara delle ultime partite, come con la Sampdoria, e la mentalità giusta nel sapere di poter rimontare eventuali svantaggi come è successo a Cagliari. Io ho sempre voluto, fin da bambino, trasformare la paura in coraggio. E cerco di passare ai miei calciatori lo stesso concetto. Il calcio è una straordinaria scuola di vita ed il coraggio poi ti rimane”.

SOUSA SUL RAPPORTO CRITICO CON PASQUAL

“Se ci saluteremo? Certo, io saluto sempre tutti. Con Manuel ho già parlato lo scorso anno, oggi non è un nostro calciatore quindi non ne parlo. Ma ripeto che chi prende le decisioni su chi rimane e va via non sono io”.

SOUSA SUI NAZIONALI IN ROSA

I giocatori stanno tutti bene, anche i sudamericani che sono rientrati più tardi. Kalinic? Vediamo, sta bene, è al 100% e domani comunque ci può aiutare. Prima dovremo però vedere se ci sono dei rischi”.

SOUSA SULL’EMPOLI

“L’ultima partita con il Pescara ha dato loro maggiore convinzione e sappiamo che l’idea di battere la Fiorentina dà motivazioni extra. Magari ci sono anche giocatori che provano a fare qualcosa in più con la speranza un giorno di giocare nella Fiorentina. Hanno cambiato allenatore e giocatori, ma hanno lo stesso principio di gioco. Sappiamo quanto conti per loro questa gara e noi dovremo avere il loro stesso atteggiamento se vogliamo vincere”.

SOUSA SUL SUO FUTURO LONTANO DA FIRENZE

“Io parlo quotidianamente con il direttore Corvino e vogliamo entrambi il meglio per la Fiorentina, sapendo che il futuro dipende sempre dai risultati: tutti noi dipendiamo sempre e solo dai risultati“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy