Casa Fiorentina: Pioli: “Vecino più in zona gol, punto su Hector in difesa”

La Fiorentina ha iniziato da poco il ritiro stagionale di Moena: molti i giovani visti in campo contro una rappresentativa locale.

di Francesco Spada, @MoradinGE

E’ iniziata la stagione per la Fiorentina nel ritiro di Moena. Agli ordini di Pioli mancano ancora Bernardeschi, Chiesa, Dragowski e Milenkovic che si stanno godendo le vacanze dopo l’Europeo di categoria, ma sono presenti molti giovani provenienti dalla Primavera, alcuni dei quali si sono già messi in mostra nella prima partita stagionale contro una rappresentativa locale.

FIORENTINA – VAL DI FASSA, REPORT PARTITA

Fiorentina p.t.: Sportiello, Tomovic, Hugo, Illanes, Olivera, Vecino, Cristoforo, Sottil, Meli, Rebic, Gori

Fiorentina s.t.: Cerofolini, Tomovic (64′ Olivera), Illanes, Hugo (64′ Meli), Ranieri, Diakhate, Cristoforo (62′ Schetino), Maganjic, Hagi, Baez, Gori (64’Sottil)

Marcatori: Gori 2, Sottil, Maganjic 2, Schetino, Hagi
Buona prova per testare i meccanismi offensivi della squadra seppur senza quello che sarà l’attacco titolare. Molti i giovani utilizzati nel reparto avanzato tra cui hanno spiccato con una doppietta a testa Gori e Meganjic. La squadra schierata con un 4-2-3-1 punta molto sul recupero della palla con conseguente verticalizzazione rapida quando viene attaccata, mentre in fase di impostazione cerca molto la triangolazione tra trequartista e ala per andare al tiro in porta.
Assente Gaspar: dopo aver svolto allenamento personalizzato, ha proseguito il suo lavoro di scarico, anche se la Fiorentina smentisce problemi fisici per lui.

CONFERENZA PIOLI AL TERMINE DELLA PARTITA

Come riportato da Violanews.com, al termine della partita ha parlato Pioli. Ecco gli spunti più interessanti:

– Vecino: Nel 4-2-3-1 gioca tra i due mediani, per me è un giocatore completo. Già da oggi ha dimostrato aggressività e capacità di creare gioco, nonostante tutto non voglio fare a meno dei suoi inserimenti, perchè è molto bravo a concludere e pericoloso in zona gol”.

– Kalinic: Ho avuto delle ottime impressioni parlando con i miei giocatori, sono ragazzi molto seri e responsabili, insieme possiamo fare un ottimo lavoro. Da Nikola ho avuto la stessa disponibilità che ho avuto dagli altri, ma ancora la situazione deve definirsi”.

– Hagi: Oggi l’ho fatto giocare perché c’era necessità, ma è arrivato solo ieri. Sicuramente ha qualità, ma dobbiamo ancora vedere come andrà il suo futuro”.

– Hugo: Non credo che l’irruenza sarà un suo problema. Viene da un calcio diverso, ma lui deve calarsi in un reparto. Si sta inserendo, è curioso, chiede, sta già imparando la lingua. Credo che abbia i mezzi per diventare un ottimo difensore”.

– Sulla squadra: “L’ho detto, la squadra sarà competitiva. Poi prima avrò i giocatori e più sarò contento, però c’è tanto da fare. La società lo sa che prima avrò la squadra e più sarò contento. Io penso a lavorare e dare il massimo. Staremo attenti alla fase difensiva, perché quando la squadra non avrà il pallone dovremo essere bravi a interpretare bene ogni situazione ed ogni gara. Dobbiamo curare ogni transizione, so qual è il lavoro che voglio che la mia squadra faccia”.

– Sui giovani: “I giovani stanno lavorando molto bene, con grande entusiasmo come è giusto che sia. Hanno provato a fare quello che gli abbiamo chiesto, mi è piaciuto l’atteggiamento e la voglia di fare qualcosa di interessante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy