Casa Fiorentina: Kalinic con la testa altrove, Chiesa la certezza

Prosegue la preparazione della Fiorentina: l’amichevole contro l’Eintracht Braunschweig ha evidenziato i problemi di Kalinic e le certezze su Chiesa.

di Francesco Spada, @MoradinGE

Prosegue senza innesti di rosa la preparazione della Fiorentina: il Campionato si avvicina e le carenze di organico si fanno sentire già nelle amichevoli, da una parte Kalinic ha mostrato assenza di mordente sotto porta, mentre Chiesa si sta confermando come uomo cardine delle manovre offensive viola. Arrivano ottime notizie da Milenkovic: aldilà del gol ha mostrato una buona intesa con Astori, se Hugo non dovesse affermarsi potrebbe essere una gradita sorpresa stagionale. Da rivedere invece Olivera: prestazione insufficiente sia a livello difensivo che offensivo e probabilmente arriverà un titolare nel suo ruolo.

REPORT EINTRACHT BRAUNSHWEIG-FIORENTINA 

Fiorentina: Dragoswki, Tomovic (68′ Ranieri), Astori (cap.) (45′ Hugo), Milenkovic, Maxi Olivera (45′ Gaspar), Cristoforo, Rebic (45′ Zekhnini), Veretout (68′ Sanchez), Kalinic (45′ Babacar), Mati Fernandez (45′ Hagi), Chiesa (68′ Sottil).

Eintracht Braunschweig: Engelhardt, Biada (cap.), Samson, Becker, Nkansah, Hernandez, Sauer, Kijewski, Tietz, Dacaj, Blyszko.

Marcatori: Chiesa 2, Hernandez 2, Milenkovic

L’inizio scoppiettante della Fiorentina porta in poco più di 10 minuti al doppio vantaggio con Chiesa, che prima trafigge il portiere avversario dalla distanza con un tiro sotto l’incrocio e poi sfrutta un suo movimento smarcante per segnare da dentro l’area. La Fiorentina è in pieno controllo quando  Hernandez sul filo del fuorigioco buca la difesa viola e trafigge Dragowski. La ripresa è sulla falsa riga del primo, con la Fiorentina che attacca ma un rinvio errato di Dragowski spiana la strada ad Hernandez che non sbaglia. In questa occasione da rivedere anche la linea difensiva viola troppo allungata. Reazione di orgoglio viola che sfocia nel gol di Milenkovic da calcio d’angolo perfettamente battuto da Hagi.

PIOLI, L’INTERVISTA A FINE GARA

Ecco le parole di Pioli al termine della gara come riportato da Violanews.com:

– Impressioni sulla gara: Abbiamo approcciato bene la gara, poi nel secondo tempo abbiamo perso le posizioni, abbiamo giocato troppo individualmente. È importante avere un’identità di squadra che si comincia a vedere. Ci stiamo preparando per quando avremo nuovi giocatori. Abbiamo creato tanto, potevamo segnare più di tre gol. Per segnare servono qualità e cattiveria e ci sono mancate, peccato perché nel primo tempo abbiamo creato belle trame di gioco. Sul primo gol subìto la squadra poteva lavorare meglio, ma meglio sbagliare ora, anche se il tempo comincia a stringere”.

– Su Babacar: “Ha avuto una bella palla gol, ma non è un’occasione che determina la mia valutazione. Stiamo lavorando con un buon atteggiamento. E’ bene avere delle difficoltà adesso, avremo tempo per migliorarci. Dovremo sviluppare alcuni situazioni perché il 20 agosto arriva presto. Mi aspetto presto dei miglioramenti”.

– Su Chiesa: “Mi piacciono i giocatori duttili, gioca bene su entrambe le fasce. Si muove in ampiezze e stringe bene verso il centro. Dobbiamo essere più ordinati sul possesso palla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy