Casa Empoli: indisponibili Bellusci e Laurini, soliti dubbi in attacco

Report del giovedì: tutte le ultime news dalla sede degli azzurri.

di Giulio Maria Garofalo

Dopo il pareggio ottenuto nella difficile sfida contro la Roma, l’Empoli si è radunato agli ordini di Mister Martusciello per preparare la prossima sfida fuori casa contro il Pescara, rivale diretta per la salvezza, prevista domenica 6 novembre nell’anticipo delle ore 12:30.

EMPOLI: REPORT ALLENAMENTO

Gli azzurri hanno effettuato una doppia seduta nella giornata di mercoledì e proseguiranno il loro programma di allenamenti giornalieri fino a sabato, giorno della consueta rifinitura. Unici indisponibili i difensori Giuseppe Bellusci e Vincent Laurini, il primo per squalifica ed il secondo per l’infortunio muscolare patito alla coscia sinistra durante la sfida contro il Chievo. Daniele Croce, ex della partita, ha lavorato a parte così come Cosic, ma scenderanno entrambi probabilmente in campo nell’undici titolare contro il Pescara. Veseli e, in seconda battuta, Zambelli sono pronti a sostituire il terzino francese, mentre è aperto il ballottaggio proprio tra Cosic Federico Barba per rimpiazzare Bellusci. Il resto della squadra è a disposizione: in attesa di indicazioni più puntuali nei prossimi giorni, i maggiori dubbi riguardano la coppia di attacco che partirà dall’inizio: GilardinoMaccarone e Pucciarelli si giocano due maglie da titolare.

EMPOLI INTERVISTE: CARLI E CROCE

Nei giorni successivi all’ultima sfida vinta contro il Crotone, hanno parlato sia il D.G. Marcello Carli che Daniele Croce.  Il primo ha dichiarato alle pagine del “Tirreno”: “Il fatto che il gol non arriva dipende da diverse componenti, fra queste c’è anche un po’ di sfortuna, abbiamo preso tre pali e con la Roma il tiro di Maccarone è uscito di pochissimo. Ma non dobbiamo certo trovare questo alibi. Non sono gli attaccanti che devono migliorare ma tutta la squadra perché quando non si segna è colpa di tutti. Dobbiamo fare meglio nella fase offensiva anche se un aspetto positivo c’è. Con due soli gol segnati abbiamo 7 punti e questo ci fa ben sperare per quando i gol arriveranno”. Quella di Pescara sarà una gara decisiva? “Non scherziamo, siamo solo alla dodicesima giornata. Sarà una partita difficile, contro una squadra che ha idee e che gioca un buon calcio. Dovremo fare del nostro meglio per cercare di confermare quanto di buono fatto con la Roma. Ma non parliamo di partita chiave, alle ultime spiagge io non ci ho mai creduto. Sicuramente affrontiamo una nostra diretta concorrente. Al momento ci sono quattro squadre in lotta per la salvezza e credo che se la giocheranno fino in fondo, ma attenzione alle sorprese. Qualcuno che è partito forte secondo me potrebbe anche scivolare nuovamente verso il basso“.

Il centrocampista abruzzese, di fronte alla sfida che lo vedrà opposto alla sua ex squadra, ha invece dichiarato: “Ha un sapore particolare, mi fa piacere affrontare in serie A una squadra che ha rappresentato una fetta del mio passato. I ricordi sono tantissimi, ho iniziato a 14 anni e ho esordito lì tra i professionisti. E’ passato un po’ di tempo da quando sono andato via, adesso penso solo all’Empoli”. Sull’ambiente. “Sarà difficile anche da quel punto di vista. Sto seguendo poco i commenti e non leggo i giornali, ma immagino che la stiano caricando tantissimo. Ai giocatori arriverà di sicuro. Dovremo essere ancora più bravi”. Sul Pescara. “Non preoccupa niente, ma è una squadra forte ed è anche molto simile a noi. Mi ricorda il nostro primo anno di serie A: ha vinto in B giocando un calcio tecnico e stanno provando a fare lo stesso anche in questa categoria. E’ quello che abbiamo fatto anche noi. Non vengono da un momento positivo, ma sul campo si sanno muovere”. Sull’atteggiamento. “Ci arriviamo con qualcosa in più a livello emotivo perchè veniamo da una bella prestazione e da un buon risultato contro una squadra forte. Dobbiamo partire da qui e cercare al tempo stesso di migliorare su alcuni aspetti. Non dovremo abbassare la concentrazione“. Sulla gara. “Non è decisiva, ma è importante per il momento in cui siamo. Dobbiamo dare continuità al risultato ottenuto con la Roma, è importante ritrovare un filotto di punti”. Sul pari con la Roma. “Mentalmente ci ha dato qualcosa in più. Abbiamo ripreso autostima e consapevolezza nei nostri mezzi. Dovremo riprendere l’entusiasmo che abbiamo avuto e fare la nostra partita a Pescara“. Sugli amici. “Avrò un settore dello stadio quasi per me. Da casa mia verranno in tanti, gli amici e i familiari sono vicini a Pescara e ne approfitteranno. Mi fa piacere, anche se poi penserò alla partita come faccio sempre“. Cosa manca. “La consapevolezza che ce la possiamo giocare con tutti solo se rispettiamo certi presupposti. Se partiamo da lì possiamo venirne fuori. Il gol? Purtroppo è tanto che non segniamo, dobbiamo ritrovarlo: è la scintilla che ti dà forza in campo”. Sul gol. “Già l’ho fatto e non ho esultato a Pescara, ma ora non so se riuscirei a trattenermi. Il rispetto per i tifosi si dimostra dando tutto per quella maglia quando la indossi e io questo, all’Adriatico, credo di averlo fatto“.

Fonte: empolichannel.it

FANTAPILLS

fantapills– Skorupski: ad oggi è probabilmente il portiere più in forma della Serie A. Nella sfida salvezza contro il Pescara, l’Empoli non può prescindere dall’apporto del polacco, chiamato a tenere ancora una volta imbattuta la porta degli azzurri.

– Pasqual: dopo la discreta prestazione contro la Roma, pur contro un “velocista” quale Salah, i fantallenatori si aspettano che possa portare qualche bonus, soprattutto da calcio piazzato, considerando che la difesa del Pescara non è stata sempre perfetta in questo fondamentale .

– Saponara: l’Empoli offensivamente non può prescindere da lui. Se la squadra di coach Martusciello riuscirà finalmente a segnare – circostanza non scontata, lo sappiamo – siamo certi che ci sarà lo zampino di Ricky.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy