Conferenza Chievo – Maran: “Gioca Seculin, out Gamberini, Rigoni, Sardo e Bastien”

Il tecnico clivense parla alla vigilia del match di domani sera allo Juventus Stadium contro la capolista del campionato. Da Sorrentino a Seculin, da Gamberini a Rigoni. Vediamo gli spunti per il vostro Fantacalcio.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Il tecnico del Chievo Verona Rolando Maran parla alla vigilia dell’incontro di domani sera contro la Juventus. Vediamo nella conferenza   gli spunti fantacalcistici più interessanti per la partita della 31a giornata della Serie A TIM.

MARAN SUI SINGOLI

Chi non sarà della partita:Bastien, Rigoni, Gamberini e Sardo sono indisponibili“.

Sorrentino o Seculin?: “Sorrentino ha fatto un campionato straordinario, ci ha dato sicurezza. Però mi sembra giusto, in una fase in cui il campionato è ancora aperto, dare un po’ di spazio anche a Seculin. Non perché Sorrentino meriti di star fuori ma perché Seculin, in questo momento, meritava quest’occasione”.

MARAN SULLA JUVENTUS

I risultati lo dimostrano, la partite con la Juve sono sempre ad alto rischio. In casa vince quasi sempre, questo aumenta le difficoltà. Abbiamo l’ambizione di tornare a far bene, veniamo da due passi falsi che vogliamo cancellare anche se sappiamo di dover fare tutto alla perfezione. Il Barcellona? Di partita in partita si vede che non sono distratti da niente, sono micidiali in ogni gara. Per questo mi aspetto la solita Juve. Avremo degli accorgimenti, ma continueremo a percorrere la nostra filosofia di gioco. Per fare l’impresa dovremo essere bravi a mettere in campo i nostri principi base. Il pari dello scorso anno? Siamo andati vicini a vincere, ci è rimasto l’amaro in bocca. Ora vogliamo andare lì e fare una grande prestazione, servirà coraggio e spirito di sacrificio”.

MARAN SULLE POSSIBILI MOSSE

Il cambio di modulo per l’andata?Noi proviamo sempre altre soluzioni che ci possono servire. E’ una squadra che non va mai in difficoltà, detto questo servirà grande compattezza, non dovremo allungarci altrimenti loro diventano devastanti“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy