Casa Chievo: per il Napoli tutti a disposizione eccetto Pellissier

Casa Chievo: per il Napoli tutti a disposizione eccetto Pellissier

Report del venerdì: tutte le ultime news da Veronello, con Maran che ha potuto lavorare tutta la settimana con la rosa al completo, ad eccezione del solo Pellissier.

di Stefano Civini

Dopo la bella vittoria di Reggio Emilia contro il Sassuolo, i gialloblu si sono rimessi al lavoro per preparare la partita di domenica, quando al Bentegodi arriverà un Napoli desideroso di tornare alla vittoria dopo la sconfitta del Bernabeu. Maran ha potuto finalmente lavorare con tutta la rosa a disposizione, ad eccezione di Pellissier, ai box per un risentimento al flessore della coscia destra.

CHIEVO: REPORT ALLENAMENTO

Dopo il lunedì di riposo, i gialloblu si sono ritrovati nel pomeriggio di martedì per riprendere la preparazione in vista del complicato impegno di domenica contro i partenopei di Sarri. La seduta si è focalizzata su esercitazioni tecniche a possesso e sul possesso palla, per concludere con una partitella finale. Mercoledì la squadra ha svolto una doppia seduta. Mattinata al Centro Atlante per dei piani di lavori individuali di forza, pomeriggio a Veronello per concentrarsi sulla fase offensiva e sulle tattiche difensive. Giovedì, nella seduta a porte chiuse, gli uomini di Maran hanno svolto lavori di tecnica a coppie, approfondimenti sulle tattiche offensive con sagome ed esercitazioni su entrate offensive, terminando con una partita a tutto campo.

CHIEVO INTERVISTE: MEGGIORINI E CASTRO

Riccardo Meggiorini ha parlato alla stampa durante la consueta conferenza di metà settimana: “Sono contento per la tripletta di Inglese: è un ragazzo umile che merita tante soddisfazioni perché si impegna tanto. Sono l’unico attaccante che fa fatica a segnare? In questo campionato siamo stati tutti decisivi anche senza fare necessariamente gol: ma io dovrei essere più presente sotto porta, stiamo lavorando con il mister sotto questo punto di vista. Le mie caratteristiche personali mi portano ad essere molto lontano dalla porta: poi chiaro se corri tanto e ti sacrifichi per la squadra sei meno lucido negli ultimi metri”. L’attaccante gialloblu ha proseguito parlando della tranquilla situazione di classifica: “Le motivazioni non devono mai mancare anche se in questo periodo abbiamo 18 punti di distacco sulla terzultima. Dobbiamo essere sempre concentrati anche se il discorso salvezza è praticamente chiuso: certo le squadre dietro fanno molta fatica ma noi stiamo facendo tantissimi punti. Stiamo facendo sempre ottimi campionati: l’arrivo di Maran ci ha dato tanto, ora dobbiamo migliorare la gestione della partita in alcuni momenti del match ed essere più cattivi”. Sulla prossima partita contro il Napoli:  La squadra di Sarri se è in forma è una squadra quasi perfetta: noi dobbiamo sfruttare le eventuali energie che perderanno a Madrid, potrebbero anche concederci qualcosina. Stasera guarderò Real Madrid-Napoli? Certo, mi piace tanto Cristiano Ronaldo…”.

Lucas Castro è invece stato raggiunto dalla Gazzetta dello Sport per parlare della sua nuova posizione da trequartista, nella quale ha giocato contro il Sassuolo: Mi piace molto ma non è una novità. A Catania, col Papu Gomez e con Barrientos là davanti non avevo tanto spazio ed allora mister Maran, trovò la soluzione inserendomi fra i trequartisti nel 4-2-3-1. In questo ruolo mi diverto di più: ho meno obblighi di ripiegamento rispetto a quando gioco da mediano nel 4-3-1-2. Contro il Sassuolo, nel 4-3-2-1 invece, penso d’essermi mosso lo stesso bene. Non ho fatto fatica a tornare ad essere un sostegno per la punta. Siamo in un buon periodo, 7 punti nelle ultime 3 gare sono tanti. Abbiamo dimostrato coi fatti di essere usciti da quel tunnel  in cui eravamo incappati. È da 2 anni ormai che ci attestiamo su buoni livelli, stando davanti a molte squadre anche più blasonate della nostra. La ricetta è sempre la stessa: prima la salvezza matematica, poi si passa ad ottenere qualcosa in più”.

FANTAPILLS

fantapills_02, napoli, sampdoria,– INGLESE: il mattatore della trasferta di Reggio Emilia stavolta si troverà di fronte Koulibaly e Albiol, due ossi duri. E’ in un buono stato di forma e potrebbe rendersi molto pericoloso nonostante l’avversario, che potrebbe pagare le fatiche, fisiche e mentali, della battaglia del Bernabeu.

– SORRENTINO: per chi usa il modificatore della difesa, schierare il portiere gialloblu potrebbe essere la mossa vincente. I partenopei cercheranno di attaccare il più possibile, costringendo Sorrentino agli straordinari. Difficilmente porterà a casa il bonus imbattibilità, ma il probabile buon voto potrebbe regalarvi qualche gioia.

– LA DIFESA: i piccoletti di Sarri renderanno la vita complicata alla difesa gialloblu, più a suo agio contro attaccanti fisici. Chi ha in rosa difensori del Chievo ci pensi bene prima di schierarli nell’undici titolare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy