Casa Chievo: dopo la beffa di Firenze in Coppa Italia, testa all’Inter

Report del giovedì: tutte le ultime news dalla sede gialloblu.

di Stefano Civini

Dopo la pesante sconfitta casalinga contro l’Atalanta, il Chievo si è rimesso subito al lavoro per preparare l’incontro di Coppa Italia contro la Fiorentina. Maran non ha recuperato nessuno degli infortunati per Firenze, mentre per il prossimo impegno di Campionato contro l’Inter restano da valutare le condizioni di Hetemaj e Cacciatore.

CHIEVO: REPORT COPPA ITALIA

RISULTATO: Fiorentina-Chievo: 1-0

Maran per il match di Coppa Italia decide di utilizzare chi finora ha visto meno il campo, anche se per colpa dei tanti infortuni il turnover risulta essere minimo. Con Seculin ai box, in porta ci va Sorrentino. Classica difesa a quattro con Izco a destra, Gobbi a sinistra e la coppia Cesar-Spolli al centro. Bastien debutta dal primo minuto, giocando da mezzala e affiancando Castro e Radovanovic a centrocampo. De Guzman agisce da trequartista alle spalle del tandem offensivo composto da Inglese e Floro Flores. Nei minuti iniziali un’occasione per parte con Zarate e Floro Flores che non inquadrano la porta. Di nuovo pericolosi i gialloblu con Inglese, che non approfitta di una disattenzione della difesa viola e manda a lato da ottima posizione. La partita non decolla, e, dopo un’occasione mancata da Bernardeschi, sembra trascinarsi verso l’intervallo senza ulteriori emozioni. Ma nell’ultimo minuto di recupero del primo tempo Radovanovic, già ammonito, si fa espellere stendendo Tomovic da dietro. Sulla punizione seguente ci prova Bernardeschi, ma la sua conclusione viene fermata dall’incrocio dei pali. Nella ripresa Maran inserisce Gamberini al posto di Floro Flores. I viola partono bene, forti della superiorità numerica, e Sorrentino deve intervenire su Vecino, Bernardeschi e Chiesa. Più tardi tocca a Kalinic, che spara alto da buona posizione. Al 67′ si rivede il Chievo con Bastien, che prima manda a lato un buon tiro e poi si fa stendere da Zarate, con l’arbitro Celi che sventola il cartellino rosso all’ex laziale. Dopo una buona azione non sfruttata da Castro, il match si accende nei minuti finali. Al 91′ contatto tra Gobbi e Bernardeschi, l’arbitro concede il penalty ed è proprio l’esterno viola a realizzare il rigore che decreta la fine della corsa per il Chievo in Coppa Italia.

CHIEVO INTERVISTE: MARAN E BASTIEN

Rolando Maran è intervenuto in conferenza stampa dopo la partita contro la Fiorentina: “Brucia tantissimo perdere una gara così soprattutto perché le occasioni più importanti le abbiamo avute nella ripresa. Il rigore secondo me non c’era, c’è stato appena uno sfioramento tra Gobbi e Bernardeschi e poi un tuffo incredibile. Poco prima c’era stato un fallo simile su Spolli al quale si era rotto anche un parastinco. Dispiace uscire così: avevamo sofferto in inferiorità numerica ma rimanendo comunque compatti. Ho avuto la risposta che volevo dopo la brutta sconfitta contro l’Atalanta. Una colpa nostra? Non essere riusciti a fare gol: abbiamo avuto le occasioni giuste ma non le abbiamo sfruttate. Dovevamo essere più cinici”

Anche Bastien ha risposto alle domande dei giornalisti: “Io a Verona? I miei compagni mi aiutano sempre. Mi piacerebbe giocare di più in futuro, ma sono in una grande squadra con compagni molto forti. Abbiamo disputato una grande partita, nonostante l’inferiorità numerica la squadra ha mostrato compattezza. Stasera ho visto un grande Chievo. Il mio inserimento procede bene, i compagni di squadra mi aiutano e sono molto felice di aver giocato oggi. Sono giovane e devo sempre farmi trovare pronto: Maran? Vuole sempre che io giochi la palla senza paura”.

FANTAPILLS

fantapills– Bastien: al debutto dal primo minuto, è stato probabilmente il migliore dei suoi. Qualche buona giocata, non disdegnando la fase difensiva, ne fanno sicuramente un buon prospetto in chiave futura. Al momento però la sua rilevanza fantacalcistica è quasi nulla, difficilmente Maran gli concederà nuove occasioni di partire dal primo minuto anche in Campionato.

– Gobbi: seconda partita consecutiva in cui il terzino gialloblu ha sofferto oltre ogni attesa. Sta cercando di recuperare in fretta la forma dopo la frattura alla costola, nel frattempo chi ce l’ha in rosa eviti di schierarlo.

– Sorrentino: dopo le quattro reti subite in casa dall’Atalanta, domenica il portiere gialloblu si troverà di fronte Icardi, Candreva e Perisic. Lui avrà sicuramente modo di mettersi in mostra, ma è facile pensare che anche stavolta i malus in arrivo per Sorrentino possano essere più di uno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy