Casa Chievo: Dainelli e Castro in dubbio per l’Udinese

Report del venerdì: tutte le ultime news da Veronello, con Meggiorini e Cesar che rientrano dalla squalifica e Pellissier che torna ad allenarsi in gruppo.

di Stefano Civini

La vittoria ottenuta all’Olimpico contro la Lazio ha ridato morale agli uomini di Maran che hanno così raccolto i primi punti del 2017. In vista del prossimo impegno casalingo contro l’Udinese i gialloblu recuperano Meggiorini e Cesar, di ritorno dalla squalifica, ma rischiano di non avere a disposizione Dainelli e Castro, oltre a Cacciatore fermato dal giudice sportivo.

CHIEVO: REPORT ALLENAMENTO

Nella giornata di martedì sono ripresi gli allenamenti a Veronello dopo i due giorni di riposo concessi da Maran. La squadra ha svolto esercizi di resistenza specifica, lavori sulla tecnica a squadre, una partita a possesso e una partitella a metà campo. Mercoledì si è tenuta una doppia seduta: mattinata in palestra e pomeriggio in campo con esercitazioni di squadra a reparto sulla linea difensiva e partita finale da area ad area a tema. Giovedì, dopo un’iniziale attivazione tecnica, i gialloblu hanno lavorato sulla fase offensiva terminando con una partita a tutto campo.

CHIEVO: REPORT INFORTUNATI

– Dainelli e Spolli sono in dubbio per dei problemi fisici, hanno lavorato a parte tutta la settimana e le loro condizioni verranno valutate costantemente dallo staff medico. Maran difficilmente sceglierà di rischiarli, affidandosi dunque a Gamberini e Cesar.

– Frey è tornato ad allenarsi in gruppo: ha smaltito l’infortunio al tallone del piede sinistro che l’ha tormentato nelle ultime settimane e sarà in campo dal primo minuto, complice l’assenza di Cacciatore per squalifica.

– Castro sembrava sulla via del pieno recupero, ma sente ancora dolore alla caviglia e in settimana ha lavorato a parte. E’ un giocatore chiave del Chievo e lo staff farà tutto il possibile per renderlo disponibile per domenica, ma al momento l’argentino è in forte dubbio.

– Pellissier si è lasciato alle spalle il lieve problema muscolare al flessore della coscia destra, accusato nel secondo tempo della partita con la Fiorentina, ed è tornato ad allenarsi regolarmente col resto del gruppo. Con Meggiorini di ritorno dalla squalifica e un Inglese reduce dal gol vittoria dell’Olimpico, Maran potrebbe decidere di non rischiare il capitano dal primo minuto, ma di buttarlo nella mischia nella ripresa.

CHIEVO: REPORT CALCIOMERCATO

Si è chiuso senza botti il calciomercato del Chievo, con le uscite di Floro Flores, Jallow e Costa, tutti in prestito, e l’arrivo di Gakpé dal Genoa. Il togolese, giunto in prestito con diritto di riscatto, difficilmente troverà spazio e dovrà accontentarsi di qualche spezzone di partita, anche per una difficile collocazione tattica all’interno del 4-3-1-2 di Maran, nel quale può giocare solo da seconda punta, lui che rende meglio come esterno destro. L’ex genoano è stato raggiunto da ChievoTv: “Sono arrivato all’ultimo: la società mi ha cercato e sono molto contento di essere qua. Che giocatore sono? Mi piace andare negli spazi, puntare l’avversario, fare assist e più gol possibile. Con la maglia del Genoa mi ricordo che segnai al Chievo: ma adesso spero di fare tanti gol con la maglia del Chievo. La Coppa d’Africa col Togo è stata una bella esperienza, ma purtroppo siamo usciti presto. La finale? Per me sarà Ghana-Burkina Faso. Ho chiamato Dramè per sapere come era la società Chievo e lui mi ha consigliato di venire qui a Verona. Indosserò il 7, perché è il mio numero fortunato”.

CHIEVO INTERVISTE: HETEMAJ

Perparim Hetemaj in settimana si è presentato alla consueta conferenza stampa infrasettimanale: “Son contento di aver ripreso gli allenamenti e di giocare. Il mio infortunio mi ha tenuto fuori per un po’ di tempo, ma ora posso dire di stare bene. Si tratta solo di recuperare la migliore condizione. Purtroppo il polpaccio mi ha fatto penare più del dovuto. E’ stato difficile riprendere e non sono ancora al top. Sto lavorando proprio per tornare come prima. E’ stato bello ritornare in campo con la Lazio. Ciò che mi mancava molto però non era solo la partita, anche le sedute coi compagni si facevano sentire. Prima dei 3 punti dell’Olimpico, anche se si attraversava un periodo delicato, non ho visto preoccupazioni nello spogliatoio. Abbiamo perso 5 partite di fila e volevamo tornare a vincere, ma non c’erano tensioni particolari. Siamo andati là per raccogliere punti. Loro ovviamente sono una grande squadra e ce l’hanno messa tutta per batterci. Conoscevamo le difficoltà, ma ci abbiamo creduto fino alla fine. La sfida con Thereau? Mi sto già caricando. La vittoria con la Lazio mi ha aiutato anche in questo. Lui è prontissimo. Ci siamo sentiti attraverso dei messaggi. Ha segnato col Milan e vorrà fare qualche scherzetto anche a noi. E’ un giocatore fortissimo e poteva giocare in un club molto più blasonato. Ci vediamo poco, ma la nostra amicizia è sempre salda. Qui sto benissimo, ma nel futuro non si sa mai ciò che potrà succedere. Adesso voglio solo terminare questa stagione senza altri problemi fisici. Obiettivo stagionale? Scendiamo sempre in campo per vincere e vogliamo conquistare più punti possibili. La salvezza non è ancora matematica, ma è vicina. Ci piacerebbe molto superare i 50 punti dell’anno scorso”.

FANTAPILLS

fantapills– Sorrentino: il portiere gialloblu sta giocando una gran stagione, e l’ultima partita ne è l’esempio, se il Chievo è tornato dall’Olimpico con i tre punti in tasca è soprattutto merito suo. In casa contro l’Udinese potrebbe mantenere per la seconda volta consecutiva la porta inviolata, difficile lasciarlo fuori per chi l’ha in rosa.

– Birsa: da lui partiranno tutte le azioni offensive della squadra. Batterà tutti i piazzati e, con Pellissier non al meglio della forma, occhio ai rigori perché li batterà lui, motivo in più per schierarlo.

– Dainelli e Hetemaj: entrambi sono da evitare per questa giornata. Il primo non è in perfette condizioni e ultimamente ha offerto prestazioni sotto il suo standard. Il secondo non è ancora in forma, su sua stessa ammissione, e basando il suo gioco sulla corsa e sull’intensità la condizione è fondamentale. Meglio guardare altrove.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy