Casa Chievo: 6-0 nella prima amichevole stagionale

Apre le marcature Pellissier su rigore, a segno anche Inglese.

di Stefano Civini

Il primo test stagionale giocato domenica si è concluso con una netta vittoria da parte degli uomini di Maran, come era prevedibile data la caratura dell’avversario, la rappresentativa juniores del Trentino, nella quale erano presenti figlio e fratello del mister gialloblu, rispettivamente come giocatore ed allenatore.

LE FORMAZIONI E LA GARA

CHIEVO 1° TEMPO (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Cesar, Sardo, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa; Inglese, Pellissier.

CHIEVO 2° TEMPO (4-4-2): Seculin; Cacciatore, Gamberini, Spolli, Costa; Izco (29′ Depaoli), Radovanovic, Bobb, Damian ; Jallow (29′ Miranda), Meggiorini.

Nel primo tempo Maran ha schierato i suoi col classico 4-3-1-2, mescolando le carte specialmente nel reparto arretrato. Il primo gol stagionale porta la firma di capitan Pellissier, su calcio di rigore ottenuto da Inglese. Proprio quest’ultimo sigla il raddoppio battendo di testa il portiere avversario su corner calciato da Birsa. Le due punte si rendono nuovamente pericolose, entrambe sempre di testa, ma si va all’intervallo sul 2-0.

Nel secondo tempo spazio per molti giovani, alcuni dei quali molto interessanti. Proprio uno di questi, Jallow, di ritorno dal prestito al Cittadella, ad inizio ripresa approfitta di un errore del portiere e insacca a porta vuota. I gialloblu sprecano molte occasioni per arrotondare il risultato, che diventa tennistico solo nel finale di partita. Cacciatore realizza il 4-0 da pochi passi dopo un ottimo cross di Meggiorini, seguito poco dopo da Miranda. Chiude le danze lo stesso Meggiorini, che supera il portiere con un pallonetto per poi concludere a porta sguarnita.

LE PAROLE DI MARAN

Rolando Maran ha parlato della partita e dei primi giorni di ritiro ai microfoni di ChievoTv:

Ho ritrovato una squadra che ha voglia di lavorare e di far fatica. Siamo ripartiti mettendo grande partecipazione in campo e per me questo è basilare. Cercheremo di completare quello che è stato il nostro percorso delle ultime stagioni apportando anche delle modifiche che speriamo si traducano in risultati soddisfacenti. Se c’è duttilità nei giocatori e nel complesso di squadra, c’è la possibilità di variare e di fare degli esperimenti che poi possono aiutare a migliorare.

I giovani si stanno impegnando, anche se hanno un percorso lungo da fare. Tanti arrivano dalla Primavera e alcuni sono reduci da un’esperienza in prestito ad un altro club. Il balzo è grande ma loro stanno lavorando, stanno cercando di mettersi in evidenza e hanno l’entusiasmo dalla loro parte.

Sarà il campionato di Inglese? Lo è già stata lo scorso anno. Ormai un giocatore di Serie A deve farsi trovare pronto sia se gioca sempre titolare sia se qualche volta entra a gara in corso, dato che avere tanti ricambi è un vantaggio. Inglese ha fatto bene l’anno scorso e mi auguro che possa continuare cosi’ anche nella prossima stagione.

Cercheremo di migliorare sul piano del gioco e dei risultati e di essere sempre più artefici delle nostre prestazioni, aspetto nel quale siamo migliorati molto negli ultimi due anni. Siamo andati a giocarci le partite su tutti i campi e, da questo punto di vista, vogliamo migliorare ancora. Questa partita è stata una festa e mi ha fatto piacere giocare contro mio figlio e mio fratello“.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Settimana ricca di amichevoli questa per il Chievo. La prossima si svolgerà mercoledì, sempre a Brentonico, sede del ritiro, contro la Top 22 Calcio Dilettante Veronese. Incontro ben più prestigioso invece quello che si terrà sabato in Belgio, dove i gialloblu voleranno per affrontare lo Standard Liegi, che ha chiuso la scorsa stagione al settimo posto in Jupiler League.


fonte tuttochievoverona.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy