Casa Bologna: Verdi c’è! Mirante recuperato, a centrocampo spazio a Viviani, Taider e Donsah

Casa Bologna: Verdi c’è! Mirante recuperato, a centrocampo spazio a Viviani, Taider e Donsah

Report del giovedì: tutte le ultime news da Casteldebole.

di Matteo Di Sabatino

Continua a piovere sul bagnato in casa Bologna. Oltre ai risultati che latitano, è incredibile la serie di infortuni che hanno flagellato i felsinei durante tutta la stagione, con alcuni giocatori costretti a fermarsi più di una volta (Gastaldello e Verdi tra i più importanti). A cinque giornate dalla fine del Campionato e senza avere più nulla da chiedere alla propria stagione, l’augurio più grande che società e tifosi si fanno è quello di non vedere più nessun giocatore listato alla voce “infermeria”.
Certo, rimane quel punto in più da fare per poter battere il risultato della scorsa stagione, risultato tutto sommato effimero vista la grande partenza ad inizio Campionato, e quei 10 gol che Dzemaili vorrebbe tanto regalare ai suoi sostenitori, che anche in questa giornata hanno fatto registrare il tutto esaurito in curva Bulgarelli, per chiudere alla grande una stagione in cui è stato una delle poche luci di questo Bologna. Per questo, però, bisognerà aspettare il rientro dalla squalifica dello svizzero.
Intanto, domenica arriva al Dall’Ara l’Udinese e la squadra vuole ripartire dall’incoraggiante prestazione vista contro l’Atalanta. Vediamo come si sono preparati i ragazzi di mister Donadoni.

BOLOGNA: REPORT ALLENAMENTO, INFORTUNATI E SQUALIFICATI

Giovedì dedicato alla preparazione tecnico-tattica dell’incontro, con partitella finale diretta da Donadoni. Nota di merito per il mister che in serata riceverà il premio “Non è un pallone per vecchi”, assegnato dall’Associazione Ravenna FC per le sue capacità di saper valorizzare i giovani e di farli crescere, non solo come calciatori ma anche come uomini.

Capitolo infortunati. Come detto, con tutti i paragrafi raccolti sotto questa voce, si potrebbe scrivere un libro in questa stagione. Per questo turno saranno sei gli assenti, pesante soprattutto l’assenza di Di Francesco che stava dimostrando di meritare spazio date le sue convincenti prestazioni; oltre a lui, mancheranno Rizzo, Helander, Sarr, Nagy e Valencia. Dai campi d’allenamento giungono però anche buone notizie; si sono riaggregati al gruppo già da ieri Mirante e Verdi che saranno quindi regolarmente a disposizione.

Tanto per aggiungere un tocco di ineluttabile destino avverso alla fortuna, saranno squalificati Pulgar e Dzemaili.

BOLOGNA: FOCUS TATTICO

Scelte praticamente obbligate per questa giornata; il reparto con la scelta più ampia è la difesa, ma non ci dovrebbero essere stravolgimenti rispetto alla gara contro l’Atalanta, gli unici ballottaggi aperti sono quelli in porta, con Mirante che non è stato rischiato nella partitella di ieri ma dovrebbe essere regolarmente presente a difesa dei pali, e sulla destra tra Torosidis e Mbaye, con il secondo leggermente favorito dopo la discreta prova di domenica scorsa.
Si parlava di merito nella gestione delle giovani leve; in questa giornata, Donadoni dovrà superarsi per far si che l’inedito centrocampo Viviani-Donsah-Taider, età media 23 anni, riesca ad offrire una prova di qualità mettendo in mostra le potenzialità di questi ragazzi che, per ragioni diverse, hanno visto poco il campo durante questo campionato.
Attenzione in attacco; Verdi è recuperato, ma le sue frequenti ricadute potrebbero indurre Donadoni a gestirlo con molta cautela. Come riportato da Stadio, nonostante la moria di esterni, ne resta uno in panchina che non vede l’ora di mettersi in mostra: si tratta del giovanissimo Okwonkwo, già ammirato nella primavera dei rossoblu e vincitore del Mondiale under-17 nel 2015 con la sua Nigeria, dotato di talento e notevole forza fisica. Per ora resta solo un’ipotesi, ma assolutamente da tenere in considerazione.

FANTAPILLS

fantapills_02, napoli, sampdoria,

– DESTRO: la difficoltà nel predire che tipo di prestazione offrirà questo ragazzo ad ogni giornata sfiderebbero anche l’oracolo di Delfi. Certamente la gara disputata contro l’Atalanta incoraggia all’ottimismo. L’Udinese non ha certo una difesa irresistibile ed il debito con i fantallenatori d’Italia è lungi dall’essere saldato…

– VIVIANI: ci vorranno le sue geometrie per mettere in difficoltà il solido centrocampo bianconero. Seconda occasione di fila per l’ex Verona di mettersi in mostra dopo la convincente gara di domenica scorsa. Se poi capitasse una punizione dal limite dell’area, allora le cose si farebbero interessanti.

– KREJCI: male nell’ultima di campionato, ma non lo si è mai visto sbagliare due gare di fila in questa stagione. Lo preferiamo a Verdi perché integro fisicamente e più fresco del compagno di reparto. Sarebbe gentile da parte sua ricambiare la nostra e la vostra fiducia con un +1!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy