Casa Bologna: Mirante ancora fuori, ballottaggio Maietta-Oikonomou. Torna Taider?

Casa Bologna: Mirante ancora fuori, ballottaggio Maietta-Oikonomou. Torna Taider?

Report del venerdì: Mirante non ha ancora smaltito la lesione al gluteo; in difesa rischia il posto Maietta dope le ultime deludenti prestazioni. Anche a centrocampo serrato ballottaggio Pulgar-Viviani con Taider, al rientro dall’infortunio, pronto a fare da terzo incomodo.

di Matteo Di Sabatino

Mare forza nove nello spogliatoio bolognese; il momento è davvero difficile, tanto che nella giornata di ieri il presidente Saputo ha rilasciato una nota sul sito del club in cui esprime tutto il suo rammarico scusandosi al contempo con i tifosi che sono comprensibilmente arrabbiati per le ultime prestazioni offerte al Dall’Ara. Si parte per la prima delle due trasferte a Genova, ad accogliere i rossoblu ci sarà una Samp pimpante e reduce da due vittorie ai danni di Milan e Roma.

BOLOGNA: LA NOTA DEL PRESIDENTE SAPUTO

Queste le parole del presidente: Sono deluso e molto arrabbiato come ogni tifoso del Bologna. Mi occupo di calcio da quasi trent’anni e so che la sconfitta fa parte del gioco. Però c’è modo e modo: prendere sette gol dal Napoli al Dall’Ara e tre giorni dopo perdere contro un Milan ridotto in nove non è accettabile. Dispiace ancora di più pensando alla passione e all’attaccamento ai colori che i nostri tifosi hanno sempre dimostrato. Oggi ho parlato a lungo con i miei uomini a Bologna: abbiamo analizzato la situazione e ho riscontrato la volontà da parte della squadra di reagire con orgoglio. Domenica ci aspetta la Sampdoria, poi l’Inter: non saranno partite facili e bisognerà ritrovare i valori che i ragazzi, fino a una settimana fa, hanno dimostrato di avere. E’ da questa consapevolezza che bisogna ripartire, sapendo bene che dai momenti difficili si esce solo con il lavoro e con la coesione di tutti. Ora più che mai, forza Bologna!”

BOLOGNA: REPORT ALLENAMENTO

Aria pesante ieri al centro tecnico di Casteldebole. Donadoni ha tenuto a rapporto i suoi per circa mezzora negli spogliatoi prima di un’intesa seduta di video-studio durata quasi un’ora. In seguito, allenamento in campo sotto lo sguardo accigliato della parte italiana della dirigenza, primo fra tutti l’amministratore delegato Fenucci che in mattinata aveva avuto anche un colloquio telefonico col presidente Saputo, sfociato poi nel comunicato stampa di cui al punto precedente. Oggi solita esercitazione a porte chiuse con riscaldamento in palestra e lavoro atletico sul campo. Significativo lo spazio concesso all’esercitazione sul possesso palla e sui calci piazzati; partitella finale a campi ridotti.

BOLOGNA: DUBBI IN DIFESA ED A CENTROCAMPO

Essendo stata la seduta esclusa all’occhio attento degli studiosi, quanto segue è da prendere con le pinze ed esclusivamente basato su una valutazione oggettiva delle prestazioni fornite dalla squadra di mister Donadoni: la difesa a quattro è la base di questo Bologna; diversi sono stati gli interpreti nel corso di questa stagione e tutti hanno avuto prestazioni altalenanti. L’unico che pare sicuro del posto è capitan Gastaldello, discorso diverso per il suo vicino di reparto Maietta; diversi gli errori commessi negli ultimi due match, non scusabili ad uno dei veterani della squadra, per questo motivo si accende il ballottaggio con Oikonomou, che comunque non ha offerto certamente prestazioni entusiasmanti. Sulle fasce, Krafth è apparso spaesato contro il Milan, forse Torosidis potrebbe portare qualche certezza in più, anche in caso di calcio d’angolo o punizione a favore; dall’altra parte, Masina ieri ha accusato un piccolo fastidio che lo ha costretto ad abbandonare in anticipo il campo, oggi era comunque regolarmente presente in gruppo e la fascia sinistra sarà sua.

A centrocampo l’unico intoccabile è Dzemaili; anche Nagy pare essere certo del posto. Si profila quindi un ballottaggio a tre per l’ultimo posto disponibile; si giocano il posto Pulgar (prova senza lode contro il Milan con l’aggravante della polemica al momento della sostituzione), Viviani che contro i rossoneri è subentrato proprio a Pulgar ed il rientrante Taider, ristabilito ormai dalla lesione al menisco subita in Coppa d’Africa.

BOLOGNA: REPORT SQUALIFICATI ED INFORTUNATI

Almeno da questo punto di vista il Bologna può tirare un sospiro di sollievo: tutti a disposizione per la traserta di Genova, con l’eccezione di Mirante ancora alle prese con l’infortunio al gluteo che l’ha bloccato nella gara contro il Napoli. Al suo posto Da Costa che ha ben figurato quando chiamato in causa.

Nessuno assente per squalifica, mentre sono ben quattro i diffidati: Masina, Pulgar, Maietta e Nagy.

FANTAPILLS

fantapills_02, napoli, sampdoria,

– Da Costa: bravissimo nell’ultima partita contro il Milan, se la sconfitta è stata contenuta è soprattutto merito suo. Secondo portiere sulla carta, quest’anno sono state numerose le volte in cui ha dovuto sostituire il suo compagno di reparto, ma lui ha risposto sempre presente. In una partita come quella contro la Samp, in cui immaginiamo che il Bologna riduca all’essenziale le sue giocate badando soprattutto a non rischiare nulla, crediamo che il brasiliano possa ottenere un buon voto.

– Dzemaili: la rinascita passa anche dai suoi piedi e dalla sua esperienza, Donadoni ha sempre speso parole di elogio per lo svizzero considerandolo un po’ il suo portavoce in campo. Sarà chiamato ad una partita di contenimento più che di costruzione, ma i suoi inserimenti possono fare male da un momento all’altro.

– Krejci: senza dubbio il più pericoloso del tridente d’attacco. Come assist-man ha fornito finora un contributo prezioso: spesso si ritrova anche ad essere il terminale delle giocate offensive del Bologna, peccato che non sia più incisivo sotto porta. In ogni caso è il giocatore che meglio degli altri si sta destreggiando in questo periodo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy