Casa Bologna: assenti Gastaldello, Rizzo, Mbaye e… i tifosi

Report del giovedì: Donadoni molto probabilmente dovrà rinunciare ancora al suo capitano. Saranno assenti certamente Mbaye e Rizzo. Intanto, i tifosi annunciano lo sciopero del tifo nella trasferta di Sassuolo.

di Matteo Di Sabatino

Domenica, ore 12.30. Orario migliore non poteva esserci per quello che si preannuncia un mezzogiorno di fuoco. Donadoni e la squadra non avranno altra possibilità che dare il 110% al Mapei Stadium per provare a ricomporre la frattura con i tifosi, logorati da un mese in cui hanno dovuto subire prestazioni scadenti, record negativi e torti arbitrali. Ma andiamo con ordine.

BOLOGNA: REPORT ALLENAMENTO ED INFORTUNATI

Nella giornata di ieri un volto nuovo ha preso ad allenarsi con la squadra: si tratta di Juan Manuel Valencia, arrivato all’ombra delle due torri il 31 gennaio; per lui riscaldamento e torello assieme ai compagni prima di svolgere un lavoro su misura utile al fine di integrare al meglio il ragazzo che arriva dalla Colombia.

Oggi, invece, a delle esercitazioni tecniche sono seguite una serie di partitelle a campo ridotto: tutti presenti e concentrati dopo che il mister, nella scorsa settimana, si era lamentato di qualche distrazione di troppo durante l’allenamento. Il 3-5-2 pare non aver convinto, quindi si prospetta un ritorno al classico 4-3-3, il modulo più utilizzato in questa stagione. Purtroppo, ancora una volta bisogna aggiornare il conto degli infortuni; difatti, gli esami a cui è stato sottoposto nella giornata di ieri Ibrahima Mbaye hanno evidenziato uno stiramento del semitendinoso della coscia destra. Tempi di recupero previsti: due settimane. Anche Rizzo si sta sottoponendo a sedute di fisioterapia per il recupero da una lesione muscolare. Infine Gastaldello prosegue nel lavoro differenziato, potrebbe toranre disponibile a partire dalla prossima giornata.

BOLOGNA: LA CONTESTAZIONE DEI TIFOSI

Ai recenti record negativi inanellati dalla società rossoblu, se ne aggiunge un altro molto più serio: infatti, si fa fatica a ricordare, nella centenaria storia calcistica della società, una trasferta disertata dai tifosi in aperta contestazione con la squadra. Questo il comunicato della curva Andrea Costa: “BASTA COSÌ. Vi abbiamo sempre sostenuti, accompagnati in giro per l’Italia, ma questa volta con la morte nel cuore diciamo basta così… I gruppi della Curva Andrea Costa disertano la trasferta di Reggio Emilia… Invitiamo anche i tifosi non collegati a nessun gruppo a fare altrettanto… Sperando che questo sia un segnale forte, come lo è per noi stare a casa. La Nostra Maglia va onorata sempre». Alla contestazione si uniscono anche i supporters del Centro Bologna Clubs, come si legge sulla pagina internet dell’associazione: “A Seguito dell’invito dei gruppi della Curva Andrea Costa di disertare la trasferta di Reggio Emilia, anche il Centro Bologna Clubs, presente in tutte le trasferte, ha deciso di aderire all’iniziativa ritenendola un forte segnale per scuotere squadra, staff tecnico e dirigenza societaria. Il ritardo nel prendere una posizione è dovuto solamente a problemi di natura organizzativa (annullare 4 pulman con piu’ di 200 persone non è fattibile in poco tempo…) IL CALCIO SENZA IL SOSTEGNO DEI TIFOSI, MUORE!…..MEDITATE”. 

Giorni difficile dunque per la società che di certo non si aspettava di dover fronteggiare una stagione così mediocre mentre era intenta a concentrarsi su tutt’altro tipo di progetti, fra cui il nuovo stadio. Lo stesso Donadoni, che fino a due settimane fa era assolutamente intoccabile, ora pare non più così certo di fare parte del progetto tecnico nelle stagioni a venire.

FANTAPILLS

fantapills– VERDI: Simone, se ci sei batti un… assist! Da quando è tornato dall’infortunio fatica a ritrovare la sua incisività in zona gol. Certo, la squadra che ha attorno è notevolmente calata da inizio stagione, ma ora più che mai ci affidiamo ad una sua invenzione per svoltare a Sassuolo.

– MAIETTA: sì, può sembrare una follia consigliare uno degli artefici della sconfitta contro la Lazio, ma abbiamo le nostre buone ragioni per farlo. Starà a lui infatti guidare la difesa con ordine e sicurezza, e di certo vorrà riscattarsi dalla brutta prestazione di domenica scorsa. Con tutta la sua esperienza pensiamo possa destreggiarsi bene contro gli attaccanti neroverdi.

– DZEMAILI: un po’ per assenza di alternative, un po’ perché el segna semper lu, lo mettiamo ancora una volta tra i consigliati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy