Casa Bologna: “Destro deve credere in sé stesso. Dzemaili c’è, Krejci pure”.

Casa Bologna: “Destro deve credere in sé stesso. Dzemaili c’è, Krejci pure”.

Mister Donadoni aspetta risposte importanti da Mattia Destro, spronato a credere di più in sé stesso. A centrocampo c’è Dzemaili, convocati Verdi e Krejci.

di Matteo Di Sabatino

Al Dall’Ara, domenica, arrivano i granata di Mihajlović, privi del bomber Belotti. Donadoni chiede di mettere in campo lo stesso spirito propositivo visto in campo contro l’Inter e ribadisce la sua fiducia più totale nelle qualità di Mattia Destro.

COME ARRIVA IL TORINO

Dobbiamo presentarci a questa partita, che sarà una pattia di altisima intensità, con un atteggiamento mentale che sia positivo e costruttivo perchè sappiamo come può essere la situazione ambientale col Tornino. Nell’ ultima di campionato potevano andare in vanataggio 3-0.  Poi, sbagliando un calcio di rigore, hanno perso la chance di vincere la partita. Quindi dal punto di vista dell’aggresstività e della motivazione dovremo aspettarci una squadra tosta e noi dovermo rispondere a questo atteggiamento mettendo in campo la voglia, il desiderio, il gusto, mettendo in campo la stessa voglia che aabbiamo messo martedì contro l’Inter“.

MENTALITA’

Il gusto deve essere sempre quello di misurarsi con giocatori più forti perchè è quello che ti permette di crescere. E’ come guardare la classifica sempre a ritroso; se guardi sempre chi sta dierto di te hai dei riferimenti inferiori per così dire, ma i riferimenti devono essere quelli che stanno davanti a te perchè sono quelli che stanno dimostrando di essere più forti di te. Domani dobbiamo andare in campo con questo spitro“.

IL CONFRONTO DESTRO – BELOTTI

Il confronto è assolutamente impari perché uno ci sarà e l’altro no” afferma ridendo mister Donadoni, poi prosegue “Destro ha ben presente gli aspetti su cui deve migliorare e sono convinto che possa farlo passo dopo passo. Penso di credere più io in Mattia che lui in sé stesso. A livello strettamente tecnico credo che Destro sia un poco meglio di Belotti, ma questo deve far riflettere e servire a Mattia per crescere. Noi gli daremo tutto l’aiuto possibile”.

DZEMAILI, KREJCI, NAGY E DONSAH

Ho voglia di dare fiducia a Donsah così come a Nagy, Dzemaili può essere un maestro per tutti loro: fortunatamente lo abbiamo almeno fino a fine anno e se continuerà così magari ragioneremo a fine anno sul da farsi non dimenticandoci che io Saputo e tutta la dirigenza facciamo parte dello stesso progetto. Krejci svela – ieri non si è allenato per un pestone che gli ha procurato dolore ad un unghia del piede, ma il problema sembra essere risolto ed oggi dovrebbe già allenarsi al 100%. Anche Dzemaili ieri si è regolarmente allenato ed è a disposizione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy