Casa Atalanta: vittoria di misura con il Lille, in rete Cristante e Gollini para un rigore

Buona prova dei nerazzurri nel test contro i francesi del Lille. Alla squadra allenata da Gasperini basta una rete di Cristante per portare a casa il Trofeo Bortolotti. Conferme positive da tutti i calciatori, ottima prestazione per Gollini che para un rigore.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

L’Atalanta vince e convince. Dal primo importante test contro il Lille arrivano diverse conferme rispetto a ciò che si era visto nel ritiro estivo.

Il tecnico Gasperini ha potuto avere a disposizione tutta la rosa, ad eccezione di Caldara, reduce dall’Europeo U21, e parzialmente di Petagna, anch’esso reduce dell’esperienza in maglia azzurra. Emergono pochissimi stravolgimenti della formazione tipo capace di raggiungere l’Europa League nella scorsa stagione.

Nell’amichevole, Berisha parte titolare e viene protetto dal terzetto dei centrali composto da Toloi, Palomino e Masiello. Le fasce vengono presidiate da Hateboer e Spinazzola, mentre i due centrocampisti titolari sono Cristante e Freuler. In attacco, Papu Gomez e Kurtic supportano Cornelius.

REPORT ATALANTA-LILLE 1-0  

Marcatori: Cristante 14′ p.t.

ATALANTA: Berisha(Gollini 46′ s.t.); Toloi (Mancini 41′ s.t.), Palomino, Masiello; Hateboer (Castagne 34′ s.t.), Cristante (Melegoni 39′ s.t.), Freuler (Gosens 33′ s.t.), Spinazzola(Haas 33′ s.t.); Kurtic (Pessina 39′ p.t.), Cornelius (Petagna 16′ s.t.), Gomez (Ilicic 16′ s.t.) A disposizione: Rossi, Radunovic, Orsolini, Vido, Bastoni, Del Prato. Allenatore: Gian Piero Gasperini

SPUNTI FANTACALCIO

Da questa amichevole di lusso sono emersi alcuni elementi rilevanti in chiave fantacalcistica.

Tra i pali emerge la conferma da titolare per Berisha. Attenzione però a Gollini, che si mette in mostra parando un rigore.

Situazione abbastanza chiara per quanto riguarda il reparto difensivo. Palomino, calciatore acquistato dal Ludogorets, sarà la prima riserva dei tre centrali.

A centrocampo si afferma il consolidato duetto Freuler-Cristante, con quest’ultimo che si mostra interessante in zona bonus, confermando quanto di buono visto nella seconda parte della stagione passata. Pronto Haas a subentrare, ma occhio a Mancini capace di ricoprire sia il ruolo di difensore che di centrocampista davanti alla difesa.

Sulla fascia destra, Hateboer sembra avere una percentuale di titolarità più elevata rispetto a Castagne. Nessun dubbio invece sul fronte sinistro con l’imprescindibile Spinazzola, il cui sostituto dovrebbe essere Gosens.

Interessante il fatto che i due sloveni della Dea, Kurtic e Ilicic, potrebbero lottare per una maglia nello stesso ruolo sull’esterno d’attacco. Ciò potrebbe significare un allontanamento dalla cabina di regia per Kurtic. In attacco, pochi dubbi sulla titolarità di Petagna, inizialmente sostituito da Cornelius che si è dimostrato capace di garantire ancora una bella prestazione. Il solito Gomez garantisce spettacolo e si inventa uno dei suoi assist per il gol del vantaggio.

Da sottolineare l’assenza di Orsolini. Pur avendo dato fiducia a diversi giovani, Gasperini ha preferito tenere in panchina il talentino italiano che potrebbe non essere pronto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy