Spal, la rinascita di Floccari

Spal, la rinascita di Floccari

Un sorprendente girone di ritorno per il bomber 37enne.

di Carlo Cecino

Chissà cosa avrà pensato Sergio Floccari quando la scorsa estate in casa Spal è arrivato Andrea Petagna, centravanti che tra poco compirà 24 anni e che è stato acquistato dalla società di Ferrara per trascinare la Spal alla salvezza.

Petagna infatti avrebbe occupato lo slot di uno dei due posti da titolare degli attaccanti del 3-5-2 di mister Semplici, lasciando Floccari in panchina, visto che l’altro attaccante a partire negli undici titolari, ai nastri di partenza del campionato, era sicuramente il capitano Mirco Antenucci, che la stagione precedente fu decisivo nella salvezza della Spal.

DALLA PANCHINA ALLA FASCIA

Ma dopo un girone d’andata che l’ha visto quasi sempre cominciare tra le riserve, Sergio Floccari ha piano piano scalato le gerarchie e nel finale di campionato è pure diventato capitano dei biancoazzurri. Ecco quindi che Floccari ha messo in campo la sua esperienza, il suo saper giocare per la squadra e la sua leadership, tornando protagonista in Serie A e segnando tre gol, oltre ad aver distribuito un assist nell’ultimo scorcio di stagione.

L’attaccante di Vibo Valentia ha alla fine totalizzato 20 presenze, di cui undici dal primo minuto. E Floccari ha anche conquistato il titolo di Best Value Player della stagione 2018-2019, risultando il migliore in base a questi tre indici: probabilità di partire titolare, Magic voto e fanta-quotazione. Insomma, da panchinaro a capitano e simbolo dei ferraresi. Chi sa se anche l’anno prossimo, nonostante un’annata in più sul groppone, Floccari continuerà ad essere uno dei pilastri della Spal.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy