Lazio, come cambia il centrocampo con gli infortuni di Biglia e Parolo

Lazio, come cambia il centrocampo con gli infortuni di Biglia e Parolo

Di nuovo emergenza per Pioli, stavolta ad essere decimato è il centrocampo. Nuova occasione per Milinkovic-Savic?

di Stefano Civini

Ennesima tegola per la Lazio, anzi due. Gli infortuni di Biglia e Parolo vanno ad aggiungersi alla lunga lista di indisponibili con la quale Pioli deve convivere da inizio stagione. La sfortuna stavolta si è accanita sul centrocampo, andando a colpire due protagonisti fondamentali per il gioco della squadra. Vediamo allora come potrebbe schierare i suoi uomini il tecnico ex Bologna, e cosa potrebbe cambiare per il fantacalcio.

Lazio, quali soluzioni con gli infortuni di Biglia e Parolo?

Le due assenze in questione sono pesantissime, stiamo parlando di quello che probabilmente è il miglior regista in serie A in questo momento, e di una mezzala completa in grado di svolgere ottimamente sia la fase difensiva che quella offensiva. Giocatori difficilmente rimpiazzabili, specialmente l’argentino. Infatti Pioli senza Biglia, non avendo in rosa un altro regista di valore, ha dimostrato di preferire un altro schieramento per i suoi, abbandonando il 4-3-3 per passare al 4-2-3-1.
Questo modulo ha dato la possibilità a Milinkovic-Savic di ritagliarsi un posto da titolare come trequartista centrale dietro alla punta, stupendo tutti quanti con buone prestazioni, migliori sicuramente di quelle avute nelle partite precedenti giocate come mezzala. Il serbo spazia molto, dialoga con i compagni, e grazie alla sua stazza fisica riesce farsi sentire sui palloni alti ed a far salire la squadra. Deve migliorare negli inserimenti “alla Parolo”, nel frattempo prova a rendersi pericolo sotto porta soprattutto sui calci piazzati, dove la sua abilità di testa si fa sentire. Difficilmente Pioli deciderà di schierarlo più indietro, per cui la soluzione più facile potrebbe essere quella di inserire Onazi a centrocampo a fianco di Cataldi, con Candreva, Milinkovic e Anderson sulla trequarti.
Con un Mauri in forma si potrebbe pensare ad un possibile arretramento del serbo sulla linea dei centrocampisti, soluzione comunque di difficile realizzazione proprio per la scarsa condizione mostrata finora dal Capitano. Da non escludere un utilizzo del 4-3-3, con Cataldi regista, Onazi e Milinkovic interni. In questo caso anche Lulic potrebbe essere schierato da mezzala, col ritorno di Radu in difesa.

Lazio, cosa cambia per il fantacalcio?

A guadagnare maggior appeal fantacalcistico dagli infortuni di Biglia e Parolo è Milinkovic-Savic. Col rientro del regista argentino Pioli era tornato ad usare il 4-3-3 nella partita col Frosinone, modulo nel quale il serbo si trova a fare i conti con parecchia concorrenza. Ora è probabile che si torni nuovamente al 4-2-3-1, con l’ex Genk pronto a riprendersi il posto da trequartista.
Guadagna parecchi punti da un punto di vista della titolarità Onazi, che dovrebbe essere quasi sicuro di giocare in queste partite, anche se il nigeriano non ha un grande impatto sul fantacalcio. In ogni caso sarà un prezioso tappabuchi per quei pochi temerari che l’hanno in rosa.
Qualche possibilità in più anche per Radu, nel caso Lulic dovesse venir spostato a centrocampo. Notizia forse non propriamente felice per i possessori del rumeno, visto il suo andamento, che probabilmente avrebbero preferito vederlo in panchina piuttosto che essere tentati di schierarlo per poi venir ricompensati con pessime prestazioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy