InForma: è tempo di valutazioni per le squadre di Serie A

InForma: è tempo di valutazioni per le squadre di Serie A

All’ 11ma giornata è tempo di analisi per le 20 di A: analizziamo le squadre più in vista e quelle meno InForma

di Piergiuseppe Musolino, @PiergiuMusolino

Continua la rubrica “InForma”, continua il tempo delle valutazioni: è tempo per gli allenatori di Serie A di valutare le loro squadre e formazioni, è tempo per i giocatori di valutare il proprio rendimento in queste prime 11 partite, è tempo per gli scommettitori (quelli che non seguono i consigli della nostra Area Betting) di valutare i propri puntuali errori nelle schedine. E’ questo il verbo principale: anche noi di Fantamagazine valutiamo le tre squadre più in forma del momento, le Rimandate e le Flop che verranno rivalutate nel prossimo turno di Serie A.

Top:

MILAN: Che gioia mettere finalmente il Milan fra le Top. Finalmente davvero. Il generale si è tenuto troppo in serbo (è voluta) le sue novità tattiche e ora incassa i filotti zittendo tutti. Terza vittoria di fila per un Milan che torna a pochi punti dai posti che contano. Il Berto torna quello dell’anno scorso, peccato che sembra sia più affezionato all’infermeria che al campo… Bacca è l’ennesima conferma, Mexes il partente che saluta nel migliore dei modi la sua ex. Chi manca? Balotelli? Miha, lascialo lì dov’è, flop preannunciato… E poi manca Cerci: colleziona prestazioni convincenti su prestazioni ancora più convincenti, vediamo quando sarà anche tempo di gol… IN GINOCCHIO SUI CE(R)CI

INTER: Kaboom. 1-0 e la Roma torna nella capitale a mani vuote. Medel moccica (cit. Verratti) la Lupa e tanto basta al Mancio per portarsi a casa punti e favori dei tifosi. Ora il primo posto torna in mano nerazzurra e sembra destinato a restarci per tanto tempo. Il Toro non fa paura, l’ha battuto pure la Juve… VAI MEDEL, ATTACCA ATTACCA!

FIORENTINA: Finalmente anche per i viola si ritorna a vincere. Certo, il Frosinone non è mai sceso in campo, e questo ha facilitato non poco la squadra di Firenze; ma se Rebic vuole beccare Borja Valero di testa e gli esce il gol dell’anno allora fermiamoci qui…. Non ci credeva neanche lui. Ora i ragazzi di Sousa sono tornati in testa, ma l’Inter è lì con loro, e non ci si può sempre affidare al cul…caso. TROPPO SEMPLICE, SEGNA ANCHE(TE) REBIC

Da Rivedere:

NAPOLI: 0-0 Impalpabile contro un Genoa tutto fuorchè irresistibile. Caro Sarri, con un attacco stellare come quello napoletano, gli 0-0 non li devi conoscere. Alla prossima occhio all’Udinese, che tenta di risvegliarsi… la favola Napoli ci piace e non vogliamo svegliarci. Ma d’altronde abbiamo tutti gli elementi perché resti una bella favola: la pepita, il folletto, e l’umile povero che la cerca. Ad Hamsik che ruolo diamo? NAPUL E’ MILLE CULURE

JUVENTUS: 3 punti. Ormai i tifosi juventini non esultano più alle vittorie, temendo che possano arrivare altrettante sconfitte. Questione Pogba? Io ho detto che panchinarlo era doveroso. Me ne pento? Neanche un po’. Un gol non fa un giocatore. Se da domenica in poi convincerà, anche senza segnare, tornerò ben volentieri sui miei passi. Pirlo segnava una volta l’anno, ma 6.5 assicurati ogni partita (vero fantallenatori?). Speriamo che da oggi poi qualcosa Cuadri… CHI VIVE DI SPERANZA, DISPERATO MUORE

Flop:

ROMA: Mi cade così. “Respiri Pjanic per non far rumore”, ma questo tonfo si sente eccome. A secco così la Roma non restava da tempo, ma soprattutto a livello di gioco. Il Mancio sviolina Garcia e la Roma può solo riscattarsi in Champions. Ma attenzione a domenica: c’è ER DERBY. La Lazio ha il morale sotto le scarpe, ma il derby è una storia a sé. Garcia, il derby sì, vale una stagione. Almeno per i tifosi. ROMA NUN FA LA STUPIDA DOMENICA

LAZIO: L’Aquila zoppica vistosamente. E’ giunto il momento decisivo: o con le sue forze scaccia gli avversari e si rialza in volo, o viene abbattuta. Miglior metafora non c’è: una sconfitta con la Roma vorrebbe dire Pioli  a rischio esonerato. Infortuni a parte, anche questo Derby sarà decisivo. E attenzione perché ora Lotito ha iniziato a farsi sentire… PIOLI, ORA DUJAN

TORINO: Basta flop. 2 punti in 5 partite non è da granata. Il derby poteva essere la svolta, anche perché la Juve in questo periodo era due volte più bello batterla. Ma niente. Ora con l’Inter è davvero dura; ma se dobbiamo aspettare che segni sempre Baselli o Boh..vo. Non va, non va, non Quaglia: i tifosi granata sono rossi di rabbia, ma i punti servono, e al più presto. VENTURA, PAGHERAI CAIRO

 

Ci rivediamo tra meno di 7 giorni, se volete potete commentare su Twitter all’ hashtag #InForma. Nel frattempo alzatevi dal divano, restate… InForma!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy