Focus on: Ibrahima Mbaye, terzino del Bologna

Il giovane senegalese è pronto a ritornare in Serie A

di Kenny Padulano, @KTeamLegend

Una storia iniziata con una clamorosa doppietta

Era il 9 Marzo del 2014, la Sampdoria batteva il Livorno 4-2 con una straordinaria rimonta dopo aver chiuso il primo tempo sullo 0-2.

TitolaritàOttimo
SaluteBuono
BonusDiscreto
No MalusDiscreto
Lega a 8: 7-8° slot
Lega a 106-7° slot

Ma se qualche fanta-allenatore aveva Ibrahima Mbaye in squadra, o peggio ancora contro, non è certo per la rimonta blucerchiata che ricorderà a lungo quella data. Perché quel giorno il giovane difensore senegalese, classe ’94, non solo realizzò il suo primo gol in Serie A, ma si concesse persino il lusso di una doppietta. Insomma, uno di quei passaggi che segnano una stagione fantacalcistica, di quelli da mettere in firma nei forum (“ho incassato la doppietta di Mbaye”), di quelli da ricordare ogni volta che un nostro compagno di Fantacalcio ci parla di un episodio sfortunato.

Di sicuro dopo quella doppietta più di qualcuno, al mercato di riparazione successivo, provò ad aggiudicarsi il giovane terzino. E così iniziò la carriera fantacalcistica di Mbaye. Purtroppo però non andò bene: da quel momento non arrivò nessun altro bonus e anzi persino un cartellino rosso. Il suo Livorno chiuse la stagione all’ultimo posto e alla fine il suo tabellino stagionale recitava: 25 presenze, media voto del 5,76, 2 gol (quelli appunto contro la Samp), 7 gialli e un rosso.

2014-2015: Prima l’Inter, poi il Bologna in B

Terminata la stagione Mbaye torna a casa madre, all’Inter. Lui, che con i nerazzurri ha conquistato anche due titoli a livello giovanile, gioca i primi mesi dello scorso campionato a San Siro realizzando alla fine però solo 4 presenze. A Gennaio passa al Bologna e inizia la sua nuova avventura in Serie B. Si chiuderà con 10 presenze, 3 ammonizioni e un gol, la gran botta dalla distanza che decise Bologna-Lanciano a fine Maggio. Con la promozione dei felsinei in A per Mbaye scatta automaticamente il riscatto, e così ora è pronto a riprendersi anche la massima categoria, da titolare sulla fascia destra rossoblu.

Terzino di spinta dal bonus pronto? 

A guardarlo Mbaye avrebbe tutte le caratteristiche del terzino appetibile in ottica fantacalcio. Agile, veloce, e come da tradizione del calcio senegalese, apparentemente più incline alla fase di spinta che a quella di copertura. Magari qualche esperto di calcio giovanile se lo ricorda persino giocare anche in posizione di ala in alcune occasioni nell’Inter Primavera di Bernazzani. Ma attenzione a non farsi ingannare, perché in realtà si nascondono alcune insidie. La prima cosa da non dimenticare è che parliamo comunque di un 1994. Il Bologna sta conducendo una campagna acquisti importante, ma è chiaro che il primo obiettivo della squadra sarà la salvezza. E per un giovane non è sempre il modo migliore per mettersi in mostra visto che il margine di errore è sempre basso. In questo senso la sua stagione a Livorno due anni fa parla chiaro, quando anche lui finì per andare in difficoltà. Certo, ora ha acquisito esperienza, però è bene restare prudenti perché in termini di Media Voto non ci sentiamo di dire che Mbaye offra grandi garanzie. Aprendo il capitolo dedicato ai Bonus poi, escluso quel pomeriggio a Marassi, ha segnato per ora un solo gol. Quindi anche da questo punto di vista non è facile sbilanciarsi con previsioni troppo ottimistiche. Di contro va detto che al momento sembra il titolare indiscusso della corsia destra, per di più in una difesa a quattro di una squadra di Delio Rossi, che sarà cambiato con gli anni ma la scuola è sempre quella Zemaniana. Quindi a lui, come a Masina sulla fascia opposta, sarà richiesta una buona spinta. E dunque le proiezioni offensive non mancheranno. In conclusione noi ci sentiamo di dirvi che un credito potete pure mettercelo, poi se qualcun’altro al vostro tavolo dovesse dire “due” beh allora è già il caso di pensarci bene.

Se poi quel 9 Marzo lo avevate persino contro allora l’unico consiglio è di restare lucidi. Fare l’asta per aggiudicarselo e sperare che a fine anno abbiate fatto pace con l’Universo è una storia da autentico fantacalcista, è vero, ma sicuri di voler riaprire la ferita?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy