Fantascambi: Saponara o Joao Mario?

Fantascambi: Saponara o Joao Mario?

Vediamo assieme se sia più conveniente puntare sul fantasista gigliato o sul nerazzurro.

di Matteo Di Sabatino

Eccoci ancora qui con Fantascambi, la rubrica che aiuta i nostri lettori a sciogliere i loro dubbi fantacalcistici. Per ogni appuntamento prenderemo spunto da una richiesta di aiuto nella sezione del nostro forum: strategie, scambi e Fanta mercato. Oggi cercheremo di aiutare Cesaretto e tutti quelli che, abbiano deciso di puntare su Saponara o Joao Mario.

FANTASCAMBI: SAPONARA O JOAO MARIO?

Davvero una bella domanda quella postata dal nostro amico: si tratta di due giocatori con una forte vocazione offensiva, ed entrambi vengono da una stagione non brillantissima, e saranno certamente assetati di riscatto. Come sempre, cercheremo di darvi un giudizio il più obiettivo possibile ed aiutarvi a sciogliere i vostri dubbi!

Saponara è uno dei migliori giovani italiani venuti fuori negli ultimi anni: non fatevi ingannare, nonostante le 87 presenze nella massima categoria, è un giocatore ancora giovane (25 anni) alla ricerca della definitiva consacrazione. L’anno scorso ha vissuto la sua peggior stagione, prima nell’Empoli, poi clamorosamente retrocesso, e da gennaio in avanti alla Fiorentina, dove si è alternato spesso con Ilicic. Risultato: solo 4 gol e 3 assist per lui che si presentava alle aste di partenza come uno dei giocatori più ambiti visto l’ottimo rendimento dell’annata precedente. Quest’anno la stagione non è partita sotto i migliori auspici: il giocatore ha saltato tutta la preparazione estiva a causa di un intervento di pulizia del menisco, e già nel Milan aveva dovuto subire un’operazione al ginocchio sinistro. Aggiungiamo a tutto questo che la Fiorentina è stata profondamente rivoluzionata, Pioli non avrà un compito facile nell’amalgamare i nuovi con i “vecchi”, ma di certo Riccardo sarà uno dei punti fermi del progetto.

Arrivato l’anno scorso in pompa magna, Joao Mario si è ritrovato in mezzo alla bufera interista: quattro allenatori cambiati e i dubbi legati alla gestione societaria, non le migliori condizioni per un neoarrivato per rendere al massimo. Nonostante questo, sono stati 3 i gol segnati e 7 gli assist messi a referto. Quest’anno però la musica è cambiata, l’arrivo di Spalletti ha messo un punto alla questione allenatore ed il ragazzo è tenuto in considerazione, ma dovrà combattere a lungo prima di ottenere un posto da titolare.

Conclusioni? Ebbene, se volete un titolare assicurato, Saponara (quando rientrerà e dopo aver ritrovato la miglior condizione) è ciò che fa per voi, ma ricordate la sua propensione agli infortuni ed il fatto che la Fiorentina quest’anno sia davvero un incognita. Se invece vi piace rischiare un po’, allora puntate forte sul portoghese; le qualità per prendersi una maglia da titolare ci sono tutte, e, con Spalletti in panchina, potrebbe ripetere, seppur in tono minore, ciò che ha fatto Nainggolan l’anno scorso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy