Fantascambi, Mertens o Piatek?

Cerchiamo di capire chi è meglio tra il belga del Napoli e la punta del Genoa.

di Marcello Pelosi, @Marcello Pelosi

Riparte anche quest’anno una delle rubriche preferite dagli utenti: Fantascambi, la casa degli scambi, vi aiuterà di settimana in settimana a capire meglio le dinamiche nei vari scambi fantacalcistici. Per ogni appuntamento prenderemo spunto da una richiesta di aiuto nella sezione del nostro forum interamente dedicata: mercato e scambi. Per questa puntata abbiamo selezionato una domanda di un utente del forum, alle prese con una scelta nel reparto attaccanti e cercheremo di dirimere il dubbio con delle considerazioni adatte sui protagonisti: chi scegliere tra Mertens e Piatek? Pronti, via… partiamo!

FANTASCAMBI: MERTENS O PIATEK?

4 goal in 3 presenze sono un biglietto da visita di quelli che fanno clamore per davvero. Krzysztof Piatek ha finora dimostrato freddezza e senso del goal propri solo dei migliori, portando in alto il suo Genoa e tutti coloro che nell’asta di inizio anno hanno deciso di puntare qualche credito su di lui. Le 4 reti messe a referto contro il Lecce in Coppa Italia parlavano chiaro, con il calciatore che in tutto il precampionato ha piazzato in rete uno strabiliante 40% del totale delle reti della sua squadra. Nonostante tutto, resta comunque impossibile immaginare che il giocatore possa mantenere un rendimento simile nell’arco dell’intero campionato. A suggerirlo, qualora ce ne fosse davvero bisogno, ci viene in soccorso il valore relativo agli expected goals, parametro statistico che evidenzia come il polacco, prendendo in considerazione tipologia e quantità di occasioni, sarebbe dovuto andare in rete appena 1.11 volte. Resta ancora da vedere, inoltre, come verrà premiato dai pagellisti il suo atteggiamento in campo quando, per le prime volte, non sarà in grado di andare a segno. In queste prime partite ha messo a referto zero contrasti, zero palloni intercettati ed un 70% di passaggi riusciti: statistiche che, da questo punto di vista, certamente non entusiasmano.

Da dodicesimo uomo a prima punta, poi nuovamente da prima punta a riserva di lusso. La parabola di Dries Mertens preoccupa, e non poco, i fantallenatori che possono vantare il folletto belga all’interno della propria rosa. Una sola apparizione da titolare, un solo goal messo a referto e numeri che all’apparenza stonano molto con quelli delle stagioni appena trascorse. Andando un po’ più a fondo, però, scopriamo un rapporto minuti/goal di tutto rispetto, con una rete ogni 143 minuti e una pericolosità certificata dagli 1.28 goal attesi. Da subentrato, inoltre, il belga si è dimostrato presente e discretamente vivace, garantendo, anche per il futuro, guizzi importanti e voti sempre intorno alla sufficienza.

Molto probabilmente, a fine stagione, in termini di fantamedia, a spuntarla sarà Piatek, complici sistema di gioco e ruolo nell’economia della rosa completamente differenti, ed è per questo che si fa preferire. Quello tra i due è, però, il riproporsi della classica sfida tra chi garantisce continuità di rendimento ed esperienza e chi invece porta in dote diverse incognite ma anche molti più bonus. Tutto dipende dalla vostra fantarosa. Il segreto che ognuno deve far proprio per ambire al successo consiste nel riuscire a comporre una squadra costituita con le giuste proporzioni da entrambe le tipologie di giocatore. In sintesi: al bando gli attacchi ‘spuntati’, ma anche quelli che portano a casa insufficienze pesanti e qualche malus di troppo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy